L'elenco dei cellulari sarà un flop

Parte il nuovo elenco, che potrà comprendere anche i numeri dei telefonini e gli indirizzi e-mail. Probabilmente sarà un flop.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 22-07-2004]

Come già deciso e preannunciato dall'Authority per le Comunicazioni e dal Garante per la Privacy, nei mesi scorsi è stata definita attraverso un'apposita delibera la procedura che verrà seguita per realizzare il cosidetto "Maxi Elenco Telefonico". Il nuovo elenco telefonico che potrà comprendere, solo con il consenso dell'abbonato, anche i numeri di telefono mobile e gli indirizzi e-mail.

In sostanza entro il 31 gennaio del 2005 tutti gli abbonati a un telefono fisso o mobile, di tutti i gestori, riceveranno a casa un modulo in cui si chiederà loro se vogliono che il proprio numero di telefono fisso o mobile sia inserito nell'elenco, se vogliono aggiungere al numero l'indirizzo o meno, la professione e il titolo di studio, l'indirizzo di posta elettronica.

Agli utenti verrà poi chiesto se desiderano che si possa risalire o meno a loro dal numero (alvuni potrebbero voler comparire in elenco ma non essere d'accordo con la reverse directory, cioè la procedura per risalire dal numero all'intestatario) e se vogliono o no ricevere pubblicità postale e telefonica.

L'abbonato avrà 60 giorni di tempo per rispondere; i suoi dati verranno inseriti in una "banca dati virtuale" unica, che non sarà niente altro che il collegamento in tempo reale tra tutte le banche dati dei vari gestori, entro il maggio 2005.

Se l'abbonato non risponde, nessun problema: in questo caso non vale il silenzio-assenso, ma rimane tutto come prima. Se l'utente era già in elenco, ci rimane; ma se non c'era, come per esempio tutti gli abbonati dei telefonini, non vi comparrà.

E' abbastanza improbabile pensare a elenchi cartacei pesantissimi e in più volumi a causa dell'enorme mole di nuovi dati che vi si riverserebbero.

Innanzitutto è molto più facile prevedere che molti italiani ne approfitteranno per far sparire dall'elenco il proprio numero fisso, mentre finora non avevano mai pensato a diventare riservati, ritenendo di non avere questa possibilità o temendo che fosse a pagamento: quando sapranno che basterà crociare una casella e non pagare niente, moltissimi lo faranno.

Già oggi moltissime persone vogliono chiamare in forma riservata dal telefono fisso o dal cellulare (anteponendo i prefissi previsti dai vari gestori) e approfitteranno della possibilità del formulario di diventare "segreti" a tutti gli effetti, sentendosi così più sicuri da scherzi, telemarketing, ladri, maniaci, vecchi scocciatori più o meno amici, parenti che si desidera perdere di vista.

Sarà molto più facile sentirsi dire dai vari servizi informazione che un numero non risulta in elenco: questo potrà portare a un calo del traffico telefonico.

Quanto al numero di telefono mobile, è quasi impossibile che gli italiani (tranne una trascurabile minoranza) vogliano inserirlo in elenco, rendendolo pubblico a tutti. Il telefonino è percepito dagli italiani come qualcosa di proprio, strettamente legato alla propria privacy, agli affetti più intimi e alla relazioni personali.

Il cellulare lo si dà solo a certe persone e non lo si dà ad altre, egualmente amiche; lo si dà a certi colleghi e non ad altri, come un segno personale di selezione e di graduatoria sociale nella propria vita.

Si dà il numero di telefonino ai propri clienti o lo si pubblica sui giornali o sulle pagine gialle; ma questo avviene per il numero "professionale", perché se ne possiede un altro che rimane privato, e quello di lavoro nel tempo libero rimane spento.

Si diffonderà forse di più la Sim con due numeri: uno pubblico e uno riservato; ma come accade già negli Usa, dove qualche esperienza simile è già partita, l'elenco dei cellulari rischia di essere un flop.

Anche la possibilità di essere esclusi dalla pubblicità, che sarà scelta dalla maggioranza degli utenti, induce a una certa diffidenza: chi si fida del fatto che, pur dicendo no alla pubblicità sul telefonino, non si verrà sommersi da migliaia di Sms sgraditi o da e-mail spazzatura?

Nessuno si fida delle sanzioni previste: troppo macchinosa (e sospettata di essere costosa) la procedura per denunciare e punire lo spamming.

Avremo forse più gente che si ricorda di avere un titolo di Dott. o Cavaliere da esibire in elenco, oppure vuole inserire la professione per distinguersi da altri o per cercare di raggiungere più clienti.

La grande macchina burocratica messa in piedi per il maxielenco rischia di produrre un topolino più piccolo dell'elenco telefonico attuale.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 16)

{iog}
vorrei un numero di telefono
4-10-2005 22:23

Federico
Condivido in pieno Leggi tutto
25-7-2004 10:13

Pier Luigi Tolardo
L'email sarà gratuita solo il primo anno Leggi tutto
23-7-2004 18:25

Antonio
La fine dei seccatori Leggi tutto
23-7-2004 16:32

Pedro
Non saprei... Leggi tutto
23-7-2004 09:42

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Che cos'Ŕ che valuti maggiormente quando acquisti uno smartphone?
La dimensione dello schermo
Il processore
La durata della batteria
Il prezzo
La velocitÓ di connessione

Mostra i risultati (3802 voti)
Ottobre 2019
Il sistema operativo per sopravvivere all'Apocalisse
Pegasus, la nuova interfaccia di Windows 10
Dal papà di Android uno smartphone radicalmente diverso
Otto mesi di carcere per chi rivelò gli stipendi d'oro sindacali
Windows, l'aggiornamento impedisce di stampare
Antibufala: la Tesla della polizia rimasta a secco durante un inseguimento
Esplode lo smartphone in carica, muore ragazzina
Settembre 2019
Windows, l'aggiornamento di ottobre mette il turbo al Pc
Tutta la verità sul caso del dominio Italia Viva
Ecco perché gli aggiornamenti Windows hanno così tanti bug
A che età dare lo smartphone ai propri figli?
Usa NULL come targa pensando di beffare il sistema informatico delle multe
Gli USA scaricano Huawei e sui portatili arriva Linux Deepin
Falla nelle SIM, vulnerabili 1 miliardo di telefoni
La Francia non vuole Libra in Europa
Tutti gli Arretrati


web metrics