Il veicolo intelligente

Il contenuto elettronico nei veicoli su gomma e rotaia continua a crescere, obiettivo una sempre maggiore "intelligenza".



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 02-05-2006]

Foto di Carlos Gustavo Curado

Molta acqua è passata sotto i ponti, o automobili sopra gli stessi, da quando nell'ormai lontano 1956 l'americana Bendix inventò il primo sistema elettronico per utilizzo automobilistico. Si trattava di un sistema di iniezione elettronica, era complicato e costoso e venne utilizzato solo sul modello 1958 della Chrysler DeSoto Adventurer.

Dopo qualche tempo i brevetti relativi vennero venduti alla tedesca Bosch, e questo punto si passa dalla preistoria alla storia, a partire dal sistema, sempre di iniezione D-Jetronic, usato per la prima volta su un'auto Volkswagen nel 1967.

Oggi le automobili sono probabilmente l'ambiente a maggiore concentrazione di elettronica in cui si può trovare una persona nella vita di tutti i giorni. Il numero medio dei componenti elettronici presente in un'automobile di ultimo modello è oggi superiore ai 100 tra attivi e passivi (soprattutto sensori) di cui circa un terzo sono componenti intelligenti dotati di proprio software embedded, anche molto complicato.

In termini di valore, oggi circa il 20 per cento del costo di produzione di un'automobile è attribuibile all'elettronica e si stima che entro il 2010 si arriverà al 40 per cento, quando il 24 per cento del prezzo all'utente finale servirà per pagare l'elettronica di bordo (per fare un confronto, nel 1980 il dato corrispondente era lo 0,5 per cento).

In termini di mercato, i valori sono impressionanti. Secondo la società di ricerca InStat, il valore a prezzi costanti dell'elettronica veicolare (esclusi sensori e sistemi di infotaiment, come navigatori e lettori Cd vari) a livello mondiale sfiorerà l'anno prossimo i 35 miliardi di dollari. Considerando che il costo dei componenti elettronici continua a scendere e la potenza/capacità a crescere, è naturale che la tendenza è di una sempre maggiore "intelligenza" incorporata nei veicoli.

Si potrà fare di tutto, e non è un'esagerazione. Le influenze che agiscono sull'evoluzione della tecnologia automobilistica sono diverse, alcune endogene (per esempio, la ricerca di maggiori prestazioni), altre esogene (le regolazioni sulle emissioni nei gas di scarico, per ricordarne una). L'elettronica è uno strumento per soddisfare le esigenze derivanti da quelle influenze, spesso in modo decisivo: molti motori oggi in uso non potrebbero nemmeno funzionare, per non parlare poi di fornire le prestazioni di progetto, senza elettronica.

Facciamo alcuni esempi. Per restare nel settore degli ausili al conducente, dove la presenza dell'elettronica "intelligente" è più evidente anche per il non specialista, oggi sono disponibili in vari stadi di attuazione o di ricerca: sistemi per la guida notturna o in scarse condizioni di visibilità (es. nebbia); sistemi che preavvertono di ostacoli non ancora visibili; sistemi di visualizzazione delle informazioni relative al veicolo e all'itinerario che superano il tradizionale concetto di cruscotto e plancia; sistemi drive-by-wire, ossia guida attraverso attuatori non meccanici; a sistemi che si sostituiscono al guidatore in certe situazioni (posteggio, crociera) o del tutto.

Tutti questi argomenti e altri ancora verranno affrontati nel corso del prossimo convegno-expo "Il Veicolo Intelligente", il primo del genere in Italia e tra i pochissimi a livello mondiale fuori dall'ambito strettamente accademico. Il convegno si svolgerà il 30 maggio nel Centro Congressi della Camera di Commercio di Parma e offrirà un'agenda ricca di contributi di istituzioni accademiche, centri di ricerca e aziende italiane ed internazionali, e un momento di dimostrazione delle soluzioni in un'area dedicata ai "punti d'incontro" con le aziende, le associazioni, i centri ricerca e i media.

"Il Veicolo Intelligente" è il momento forte delle Giornate della Meccatronica, una due giorni (30 e 31 maggio 2006) dedicata alle tecnologie e alle soluzioni di convergenza tra la meccanica e l'elettronica.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.

Approfondimenti
Autostrade intelligenti per guidare di notte senza fari

Commenti all'articolo (2)

{utente anonimo}
il costo di produzione di un automobile Leggi tutto
22-5-2006 18:37

{utente anonimo}
metropolitana regionale Leggi tutto
3-5-2006 08:39

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual il tuo approccio con la tecnologia?
La ostacolo con tutte le mie forze: porta solo guai, inquinamento, distruzione e guerra. Il mio stile di vita ideale e' quello degli Amish della Pennsylvania.
Sono poco interessato, uso le macchine al minimo indispensabile, e solo per l'utilizzo pratico. Per esempio, uso il telefono per comunicare, l'auto per muovermi sulle lunghe distanze e il computer per fare strani calcoli elaborati.
La tecnologia non e' buona o cattiva, essa si limita a fornirci degli strumenti piu' potenti. Se vengono usati a fin di bene o male, il merito o la colpa sono solo nostri.
Amo circondarmi di macchinette che fanno cose fino a ieri impensabili. Essere aggiornato e' per me un sottile godimento, per certi versi una piacevole dipendenza.

Mostra i risultati (3834 voti)
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Il browser per navigare sempre in incognito
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Tutti gli Arretrati


web metrics