Tassa europea su email e SMS

Un eurodeputato francese lancia (per l'ennesima volta) l'idea di tassare messaggi e messaggini, stavolta per finanziare l'Unione Europea.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 27-05-2006]

Foto di Marja Flick-Buijs

L'Europa ha bisogno di fondi: dal 2008 dovrà cambiare il sistema con cui si finanzia e servono proposte. Una di queste, attualmente al vaglio di un gruppo parlamentare a Bruxelles, è la tassa sugli SMS e sulle email, come riporta l'agenzia Reuters.

La proposta viene dal francese Alain Lamassoure, membro del Partito Popolare Europeo e consiste in questo: 1,5 centesimi per ogni SMS e 0,00001 centesimi per ogni email, se inviati tra nazioni differenti.

L'eurodeputato spiega: "Una piccola tassa su un SMS da Parigi verso un'altra città francese potrebbe essere imposta dal governo francese, ma delle tasse su email o SMS da Parigi a Roma potrebbero essere destinate al bilancio dell'UE".

"E' un'inezia" - dice Lamassoure - "ma moltiplicata per i miliardi di transazioni ogni giorno potrebbe comunque generare un gettito enorme". E ancora: "Gli scambi tra i paesi sono aumentati, quindi tutti dovrebbero capire che i soldi per finanziare l'UE dovrebbero arrivare dai benefici procurati dall'UE".

Idee del genere erano già state ventilate in Italia tempo fa, ma poi non se n'era fatto nulla: il pericolo insito nell'apporre una tassa di questo tipo, per quanto ridotta al momento dell'introduzione, non è trascurabile.

Se la proposta dovesse essere approvata dal Parlamento europeo, chi può dire quali saranno le conseguenze sui costi già eccessivi per gli SMS, quando ormai quasi tutti pagano ben 15 centesimi per inviare 160 caratteri?

L'email permette a milioni di persone di tenersi in contatto in maniera semplice e spesso gratuita, senza costi aggiuntivi rispetto al collegamento (basti pensare a servizi free come GMail, o Yahoo!Mail, o altri ancora). Come reagiranno i provider? Le caselle legate agli abbonamenti diventeranno magari un "servizio aggiunto", forse con tariffa a messaggio? O si potrà sottoscrivere una flat mensile?

Davvero non c'è modo migliore di raccogliere fondi per l'Europa?

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Tassa su Internet in Ungheria: 50 centesimi per Gbyte

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 12)

li abbiamo votati noi... Leggi tutto
29-5-2006 17:54

{david}
il solito idiota..... Leggi tutto
29-5-2006 16:10

un controllo serio eviterebbe questi "magheggi" Leggi tutto
29-5-2006 14:53

e semplicemente i provider aumenterebbero i loro canoni [cosa lecita] di quel tot in grado di coprire le spese.. Leggi tutto
29-5-2006 13:55

con divieto di scaricare il costo sull'utenza Leggi tutto
29-5-2006 13:18

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual Ť la tua app di instant messaging preferita?
WhatsApp
Telegram
Wickr
LINE
Kik
Tango
WeChat
Viber
Indoona
Snapchat
Facebook Messenger
Un'altra (indicala nei commenti qui sotto)

Mostra i risultati (2121 voti)
Aprile 2020
Tanti invocano l'app anti-coronavirus
Coronavirus, ragazzini si divertono a creare malware in tema
Vulnerabilità in Zoom, a rischio le password di Windows
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Tutti gli Arretrati


web metrics