Addio delega allo sportello

Dal 1 gennaio 2007, il modello unico F24 si paga esclusivamente per via telematica. Quando l'informatica diventa obbligatoria, può far rimpiangere la carta.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 05-01-2007]

F24.jpeg

Dal primo gennaio 2007 tutti i lavoratori autonomi titolari di partita IVA sono tenuti a pagare il modello unico F24 esclusivamente per via telematica.

I moduli con imposte, contributi e premi INPS non potranno più essere consegnati a mano in banca. Basta con le trasferte o i fax del commercialista, basta con le code allo sportello.

Ecco una buona notizia, la semplificazione e addirittura l'automazione di un adempimento fiscale obbligatorio, il tutto grazie alla telematica applicata. I diretti interessati da quest'obbligo non sono però, in larga maggioranza, dello stesso avviso ed è interessante sapere perché.

Prima di tutto bisogna considerare che le microimprese sono la grande maggioranza del lavoro autonomo nel nostro Paese, e gran parte di esse non è informatizzata; questo non per cattiva volontà, per colpa di qualche analfabetismo tecnologico o di qualche digital divide, ma semplicemente perché non ce n'è bisogno: il Pc serve solo per scrivere, compilare e archiviare preventivi e fatture.

Per praticare l'home banking, necessario al pagamento in proprio dei bollettini per via telematica, non è necessaria la larga banda: è sufficiente un Pc da discarica collegato alla più scalcinata delle linee telefoniche, attrezzature di cui certo anche la microimpresa è provvista.

Ma perché essere obbligati a praticare l'home banking solo per pagare gli F24, quando magari un tale servizio non è di alcuna altra utilità alla microimpresa e bisogna attivarlo apposta, per usarlo poi in modo non quotidiano con tutti i rischi d'errore materiale e di sicurezza del caso?

Per fortuna il commercialista, che compila gli F24, potrà agire per conto del cliente accollandosi i suoi obblighi telematici e dando in sua vece l'ordine di addebito alla banca.

Niente paura: il commercialista non dovrà accedere al vostro conto, ma solo essere autorizzato a ordinarne l'addebito. Ovvio che tale servizio sarà a pagamento, ma ci sono altre complicazioni e altri costi obbligatori conseguenti.

Infatti, la liquidità delle piccole imprese non è sempre sufficiente a pagare alla scadenza gli F24. È prassi abbastanza comune ritardare il pagamento di qualche giorno, senza sanzioni e con un interesse non vessatorio, per privilegiare altri impegni o per attendere la disponibilità di importi contabilizzati.

Quando il commercialista passa l'ordine alla scadenza, se la disponibilità del conto in quella precisa data non è sufficiente anche per un solo euro, la banca è obbligata a rifiutarlo: ciò significa successivo rifacimento del suo lavoro con altre spese e sanzioni per l'impresa.

Gli importi complessivi degli F24 sono prevedibili solo con larga approssimazione fino a pochi giorni prima della scadenza, quindi non è possibile una programmazione decente del cash flow.

Neppure si può pensare di lasciare ferma sul conto bancario una liquidità relativamente grande, al solo scopo di far passare "alla cieca" gli ordini di pagamento di chi non ne conosce il saldo. Sarebbe un costo rilevante per le imprese di qualsiasi dimensione.

Mentre commercialisti e lavoratori autonomi si ingegnano per ridurre il danno dell'informatizzazione forzata, banchieri e bancari si fregano le mani: si ritroveranno in automatico più liquidi sui conti e meno carta agli sportelli.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 13)

{William}
meglio il filo diretto tra cittadino e P.A. Leggi tutto
9-1-2007 22:55

{Ciancicante da Lodi}
Modernità, prima di tutto! Leggi tutto
8-1-2007 14:30

{Maurizio}
Agenzia delle Entrate: informatica grottesca!! Leggi tutto
6-1-2007 03:08

Scusate se sarò "breve e circonciso" (come amava dire un noto capo ultras), ma dissento quasi completamente con l'articolo e in parte con Luca, che evidentemente ha portato l'esempio della sua banca. Anch'io sono bancario e vi assicuro che questa è una decisione sacrosanta: prima di tutto, con l'HB si fanno molte più cose che... Leggi tutto
5-1-2007 19:40

ho appena parlato con il mio commercialista, che mi ha sconsigliato (anche se mi ha mandato giustamente la documentazione per la delega) di usare il meccanismo secondo cui viene fatto l'addebito su conto come adesso si può fare e in cui delego a lui tutto. L'utilizzo inoltre del software che si trova sul sito dell'agenzia delle entrate è... Leggi tutto
5-1-2007 17:26

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Immaginiamo un mondo popolato dalle auto di Google: senza pilota, senza sterzo e senza pedali. Qual è il maggior vantaggio? (vedi anche gli svantaggi)
Sarà più comodo viaggiare: non dovremo preoccuparci di guidare e avremo più tempo libero a disposizione.
Potranno spostarsi in auto anche i non vedenti, gli invalidi o in generale le persone non più in grado di guidare.
Si risparmierà carburante grazie all'ottimizzazione: niente accelerazioni o frenate brusche, rispetto dei limiti di velocità e così via.
Con il Gps incorporato ci si smarrirà di meno e non sarà necessario consultare mappe o chiedere indicazioni.
Ci sarà maggiore sicurezza e meno incidenti: niente ubriachi al volante o anziani non più in grado di guidare. Zero distrazioni, zero stanchezza, zero errori del conducente (causa del 90% degli incidenti).
Ci sarà meno traffico: potremo più facilmente condividere un'auto in car sharing che ci venga a prendere e ci porti dove desideriamo andare, trovando parcheggio da sola o rimettendosi a disposizione della comunità.
La casta dei tassisti non avrà più ragione di esistere e sarà finalmente azzerata.

Mostra i risultati (1665 voti)
Agosto 2020
Falla nei chip Qualcomm, a rischio centinaia di milioni di smartphone
Che cosa succede dentro a uno pneumatico quando si viaggia?
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Tutti gli Arretrati


web metrics