La montagna Microsoft partorisce il topolino Viridian

Zio Bill di solito mantiene le promesse ma con mesi e mesi di ritardo; ora tocca al nuovo programma di virtualizzazione. Anche a Redmond il lupo perde il pelo ma non il vizio.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 15-05-2007]

wolf

Una decina d'anni addietro, quando cioè Coupland Douglas scriveva Microservi, Microsoft poteva ancora passare per un'azienda seria; cioè ben gestita nel suo complesso dal punto di vista amministrativo e funzionale e con una programmazione mirata all'ottenimento degli obiettivi oltre che alla realizzazione dei risultati economici.

Poi le cose sono talmente cambiate, e così in fretta, che ci si meraviglia come il modus operandi di Redmond non sia diventato proverbiale anche al di fuori del mondo dell'informatica; sarebbe carino per esempio ritrovarlo su uno strip di Dilbert o magari in un'avventura dei Simpson.

Chi pensava che con Windows Vista si fosse raggiunto il massimo del minimo, dai traguardi temporali mai rispettati alle funzioni più intriganti perse per la strada, forse peccava di ottimismo: ora il testimone della storia infinita sembra sia passato a Viridian, il programma di virtualizzazione più chiacchierato della storia, destinato addirittura a essere integrato di default nella versione server di Windows Vista.

Potrebbe sembrare cosa di poco conto, la virtualizzazione; un sistema comodo per far girare diversi sistemi operativi sulla stessa macchina, ma nulla più. Invece secondo un recentissimo studio di Gartner, azienda specializzata nella ricerca sugli effetti della tecnologia, la virtualizzazione sarà l'affare dell'immediato futuro non appena lo consentirà l'evoluzione del'hardware e varrà a determinare le scelte strategiche in materia di acquisto e gestione delle infrastrutture informatiche.

Perciò, mentre i top manager di VMware e Xen al momento si fregano soddisfatti le mani e Apple vanta la sua soluzione con Parallels, a Redmond si scatena un putiferio e pur di tentare di prendere l'ultimo treno si cominciano a lasciare fuori dalla valigia i vestiti più ingombranti anche se griffati o solo potenzialmente utilizzabili. Perciò per ora resterà nell'armadio delle buone intenzioni, tra l'altro, la gestione dello scambio tra server e la possibilità di usare processori più evoluti del quadricore; poi si vedrà.

Perché restano comunque tutti i dubbi dettati dal semplice buon senso e cioè se e quanto valga la pena di imbarcarsi in futuro su una nave i cui passeggeri d'abitudine debbano buttare a mare suppellettili e parte del carico pur di arrivare finalmente in porto.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (3)

Leggi tutto
15-5-2007 12:46

E il finale? Una volta acquisita la ditta di Homer, Bill Gates la faceva fare a pezzi. :lol:
15-5-2007 10:37

nei Simpson Leggi tutto
15-5-2007 09:05

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
L'auto che si guida da sola... (completa la frase)
ci permetterà di sfruttare il tempo perso guidando, magari in coda.
ci toglierà l'ultimo brandello di privacy.
ci farà viaggiare più sicuri.
ci esporrà a nuovi pericoli, dovuti ai bug o agli attacchi degli hacker.
ci consentirà di ridurre l'inquinamento.
ci priverà dell'autonomia.
sarà accettabile solo se ci permetterà sempre di scegliere la guida manuale.
sarà sicura solo se non permetterà mai la guida manuale.

Mostra i risultati (5862 voti)
Dicembre 2020
La storia segreta di un gioiello scientifico
Microsoft brevetta la tecnologia per eliminare le riunioni inutili
Novembre 2020
Seria falla in Windows 7, la patch c'è ma non è ufficiale
Clienti Amazon: i corrieri rubano le nostre PlayStation
Edge, una marea di estensioni pericolose ruba i dati degli utenti
Apple, multa milionaria per aver rallentato gli iPhone
Il malware che colpisce gli utenti dei siti porno
Google Foto, si va verso il servizio a pagamento
Expedia, Booking, Hotels e altri: dati degli utenti visibili e accessibili
L'aspirapolvere che recupera gli AirPod dalle rotaie
Open Shell riporta in vita il menu Start di Windows 7
WhatsApp, ora è più facile eliminare foto e video inutili
Ottobre 2020
Windows 10, Microsoft si prepara a rivoluzionare l'interfaccia
Windows 10 elimina la schermata Sistema, un trucco la riporta in vita
L'app che “spoglia” le donne: garante privacy apre istruttoria
Tutti gli Arretrati


web metrics