La Terra non basta, ora Google vuole anche la Luna

L'editore americano offre un megapremio per chi invierà un robot semovente sul nostro satellite. E intanto affitta una pista nella base aerea privata della Nasa



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 15-09-2007]

ml

Trenta milioni di dollari, cioè oltre 21 milioni e 600mila euro, costituiscono la ricompensa per chi riuscirà a mandare sulla luna un robot semovente, che sia in grado di compiere un tragitto di almeno 500 metri rinviando dati e immagini ad alta risoluzione.

L'offerta, giunta tramite la fondazione X Prize, riguarda esclusivamente persone e società private, escludendo cioè qualsiasi ente governativo; in compenso resterà valida per i prossimi cinque anni e si stima che i partecipanti potrebbero essere non molti, ma attendibili.

Che il management di Google sia un poco sulla Luna potrebbe essere confermato da un'altra notizia. Per la modica somma di circa 940mila euro all'anno, pare che quelli di Mountain View abbiano ottenuto dalla Nasa di usare una delle piste del complesso per tre dei loro aerei, tra cui il famoso Boeing 767-200.

Alla Nasa minimizzano il fatto, riconducendolo a una semplice equazione tra domanda e offerta e sostenendo che l'affitto servirà a contribuire alla manutenzione dell'aeroporto il quale, giova ricordarlo, è vietato all'impiego civile; inoltre i tre aerei sarebbero anche usati per trasportare documentazione e strumentazione scientifica.

Invece per Google si tratta di "un risparmio" sui costi di trasporto, atteso che la spesa per l'affitto di una pista riservata presso i lontani aeroporti di San Francisco o di San Josè sarebbe di oltre 300mila dollari , mentre il campo di Moffett Field pare disti appena sette minuti d'auto dal Googleplex di Mountain View.

Lo strano della faccenda è che nel 1992 un referendum locale aveva respinto l'ipotesi di adibire a uso civile le piste di Moffet Field, tanto che la Marina Usa allora proprietaria le aveva cedute alla Nasa; ancora più strano è che uno degli apparecchi autorizzati della flotta Google, un Guslfstream V, sia stato utilizzato dalla Nasa proprio per "osservare una pioggia di meteoriti" nello scorso agosto.

Evidentemente lo scambio di favori non si limita alla cessione di immagini dallo spazio ad alta risoluzione; infatti è stato notato da molti che se da un lato Google sembra aver aumentato l'offerta di immagini gratuite, dall'altro la qualità delle immagini è spesso scaduta, nel senso che molte zone terrestri prima offerte a risoluzione alta o medio-alta ormai sono offerte a risoluzione media o addirittura mediocre.

Ancor più strana appare la necessità di avere in affitto un'intera pista per soli tre aerei; la sensazione è quella che si voglia avere invece la certezza che alcuni voli - magari molto "riservati" - rimangano tali, indipendentemente dai piani di volo ufficiali e dalle dichiarazioni relative all'uso della piccola flotta.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (2)

Si vede la CIA preferisce avere le foto gratis da Google invece che pagarle alla NASA... :x
16-9-2007 01:08

{baganell}
ora Google vuole anche la Luna Leggi tutto
15-9-2007 18:20

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Ti piacciono i giochi e gli enigmi matematici?
La matematica l'ho lasciata a scuola e non ne sento la mancanza
La utilizzo e mi piace nel mio lavoro, non per giocarci
Si, ma il mio limite Ŕ "unisci i puntini"
Quando me ne capita uno tra le mani, non mi tiro indietro
Li faccio di frequente e sono il miglior modo per mantenere attiva la mente
Giurerei che questo sondaggio nasconde un messaggio cifrato

Mostra i risultati (2895 voti)
Agosto 2020
Che cosa succede dentro a uno pneumatico quando si viaggia?
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Tutti gli Arretrati


web metrics