Vodafone, i dipendenti scelgono la magistratura

Il sindacato getta la spugna davanti alla determinazione dell'azienda nell'esternalizzazione a Comdata; ma i lavoratori ricorreranno ai giudici.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 25-10-2007]

Foto di PictureArt (via <A HREF=http://it.fotolia.

Si avvia a una conclusione provvisoria il caso Vodafone-Comdata e il conflitto tra azienda e sindacati. Abbiamo riportato di due giornate intere di sciopero e di numerose manifestazioni in tutto il Paese, contro l'esternalizzazione del back-office (le attività non a diretto contatto con la clientela) alla torinese Comdata, insieme ai 914 dipendenti che vi lavorano.

Vodafone non vuole sentire ragioni: la cessione verrà fatta alla data prestabilita. Il sindacato a questo punto, come ha sempre fatto in occasioni analoghe, vorrebbe concordare le migliori condizioni per salvaguardare il più possibile i diritti retributivi e normativi che i lavoratori godevano in Vodafone anche in Comdata, attraverso un cosidetto accordo di armonizzazione.

E' certo però che la maggioranza dei lavoratori interessati ha già deciso di continuare forme di lotta sempre più radicali e originali, ma soprattutto di negare formalmente ai sindacati la delega a trattare per conto e nome loro l'esternalizzazione.

L'intenzione di molti lavoratori sarebbe quella di impugnare davanti alla magistratura la cessione del ramo di azienda (o comunque la cessione dei lavoratori), dando mandato a degli avvocati.

Ricordiamo a questo proposito l'esperienza felice dei 23 lavoratori Telepost di Milano, un'azienda controllata da Pirelli Real Estate e dalla stessa Comdata che, qualche anno fa, era stata costituita per gestire la posta in arrivo a Telecom Italia con l'esternalizzazione di quasi 200 addetti, via via ridottisi a causa di dimissioni e licenziamenti.

I 23 lavoratori Telepost hanno ottenuto dal giudice di essere reintegrati in Telecom Italia; è allo stesso risultato che oggi punterebbero i lavoratori Vodafone.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Approfondimenti
Vodafone deve reintegrare 150 dipendenti

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual la pi grande inquietudine che hai a casa e che la domotica potrebbe risolvere?
Sentirsi insicuri in casa quando si l da soli.
Che le persone lascino le luci accese quando non serve.
Dimenticarsi se le porte sono state chiuse a chiave o se le finestre sono state chiuse a dovere.
Familiari anziani non autosufficienti quando in casa sono soli.
Preoccuparsi della sicurezza quando siamo lontani.
Perdere tempo a girare per casa ad accendere o spegnere le luci.
Preoccuparsi che le attrezzature della cucina (per esempio il forno) siano state lasciate accese accidentalmente.
Preoccuparsi che la casa sembri vuota quando siamo lontani.
Possibili incidenti nelle zone della casa che non sono adeguatamente illuminate durante la notte.
La casa troppo calda o troppo fredda per il dovuto comfort.

Mostra i risultati (980 voti)
Ottobre 2020
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Windows 10, Pc riavviati a forza per installare le web app di Office
Quel motivetto che hai in testa? Se lo fischietti, Google lo indovina
YouTube pronta a far guerra ad Amazon
Le cipolle troppo sexy per Facebook
Smishing, i consigli per non cadere nel tranello
Arrestato per recensioni online negative di un albergo
Windows 10, arriva l'installazione personalizzata
Il sito che installa tutte le app essenziali per Windows 10
Covid-19, casi sottostimati per colpa di Excel
Il furto automatico del PIN della carta di credito
Windows 10 avvisa l'utente se un SSD sta per morire
Windows 10 e i driver che vengono dal passato
Settembre 2020
Se tutte le auto fossero elettriche, quanta energia in più servirebbe?
Windows XP, il codice sorgente finisce in Rete
Tutti gli Arretrati


web metrics