PHP, droga del nuovo millennio

La passione per lo sviluppo di siti web ha creato qualche problema a uno studente americano, accusato addirittura di tossicodipendenza. Marijuana? Eroina? Ecstasy? No, molto peggio: PHP.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 04-10-2001]

Brett Tyson, studente del secondo anno presso il college di Topeka, Kansas, sta raccontando ad alcuni suoi colleghi le proprie esperienze in tema di sviluppo di siti web, e spiega loro di avere spesso utilizzato, negli ultimi tempi, il PHP.

Un professore, incrociando il gruppetto in corridio, coglie solo le ultime parole del discorso e, convinto che la sigla PHP identifichi uno dei numerosi stupefacenti sintetici diffusi tra i giovani (forse confondendosi con PCP), corre a denunciare lo studente al preside dell'istituto, Clyde Thurlow. Questi, preoccupato per il buon nome della scuola, sospende immediatamente Brett, senza prima effettuare neppure i più banali accertamenti nè consentire al ragazzo di giustificarsi.

Viviamo nell'era della telematica, la voce si sparge "in tempo reale". Prima che Brett abbia la possibilità di capacitarsi dell'accaduto e di spiegarsi con le autorità scolastiche, alcuni genitori particolarmente apprensivi (e un po' bacchettoni) organizzano una crociata contro il malcostume giovanile e il diffondersi della tossicodipendenza nelle scuole.

La rivelazione che, secondo gli studenti, l'uso del PHP in ambito scolastico sarebbe del tutto normale e molto diffuso, soprattutto tra i fanatici di Internet (vade retro, Satana!), non fa che inasprire le polemiche.

L'equivoco si palesa, finalmente, quando il preside chiede all'amministratore della rete dell'istituto di filtrare l'accesso a tutti i siti in cui si parli di PHP. Non è difficile immaginare l'espressione allucinata del tecnico nel sentirsi impartire un simile ordine, e la sua conseguente richiesta di spiegazioni...

La notizia, inizialmente diffusa dal sito satirico BBspot, ha fatto ormai il giro del mondo, nonostante non ci siano prove concrete della sua veridicità. Anzi, la storia è così assurda da sembrare impossibile, ma tutti sappiamo bene che, talvolta, la realtà supera davvero la fantasia.

Qualsiasi tentativo di scrivere un commento serio obbligherebbe a banalità di indicibile tristezza. Forse, per una volta, vale la pena di farsi quattro risate senza troppo meditare.

P.S.: cari genitori, se avete il dubbio che i vostri figli facciano uso del PHP, consultate www.php.net.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
I cartelli di avviso inducono gli automobilisti a manovre di emergenza, frenando di colpo per poi accelerare nuovamente una volta passato l'autovelox. È allo studio un progetto di rimuovere tutte le segnalazioni anche da app e navigatori: sei d'accordo?
Sì, le strade saranno più sicure
No, servirà solo ad aumentare le multe

Mostra i risultati (2482 voti)
Settembre 2022
Da Amazon un Kindle su cui si può anche scrivere
La “tanica di benzina” per le auto elettriche
La strana storia dell'utente HME2 di Arpanet
LibreOffice diventa a pagamento
2022, fuga dall'open source
Dati a spasso nel cloud
Di chi sono i tuoi dati quando muori?
Smartphone, l'UE vuole pezzi di ricambio disponibili per almeno 5 anni
Ex designer di Microsoft demolisce il menu Start di Windows 11
Auto Hyundai “hackerata”
Agosto 2022
Genitori indagati dopo aver mandato foto dei figli ai medici
DuckDuckGo, la protezione delle email è per tutti
Il computer portatile economico che fa a meno del monitor
Microsoft avvisa: attenzione all'aggiornamento KB501270
WhatsApp, arriva il blocco degli screenshot
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 1 ottobre


web metrics