Mtv "Manda Tutti Via"

La Tv musicale e giovanile del gruppo Telecom Italia licenzia 70 giovani redattori che non vogliono essere "buttati via".



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 19-07-2009]

mtv

Si chiama Gianpaolo Tagliavia il nuovo amministratore delegato di Mtv Italia, la Tv giovanilista del gruppo Telecom Italia. Tagliavia (nomen omen?) ha deciso di "tagliare" davvero il 50% del personale di Mtv: in pratica, tutti i precari.

Da pochi giorni 70 redattori, giovani e laureati, hanno saputo che non verrà loro rinnovato il contratto di lavoro a termine.

Sono il simbolo di un'Italia precaria che non riesce a dare un futuro ai suoi giovani e giustamente non ci stanno: il blog della loro resistenza è Mtv is not cool.

Si spera che, anche per loro, si possa trovare la via di un contratto di solidarietà, come è successo per i giornalisti di La7 e come potrebbe accadere per il 1254 di Telecom Italia.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 13)

:) rido per non PIANGERE!!! :cry:
25-7-2009 14:33

:incupito:...:weeps:... Leggi tutto
25-7-2009 10:32

In realtÓ i ripetitori italiani sono per il piano nazionale delle frequenze 467 in tutto ( in realtÓ sono pi¨ di 600 ma solo perche siamo un paese di deficienti in cui una regola vale sono fino a quando non si deve pagare il fiorino) e quindi non sono nemmeno cosi tanti. Ma il funzionamento dei ripetitori italiani avviene giÓ via... Leggi tutto
22-7-2009 12:20

Niente da eccepire alla tua puntuale disquisizione, Zeross, per˛.... quando fu inventata la radio, una volta ben collaudata, si mise da parte il telegrafo (almeno come istituzione) e si dismisero le linee, complicatissime, che servivano a gestirlo (mi riferisco in particolare agli stati uniti) NON voler, almeno in parte, smantellare... Leggi tutto
22-7-2009 02:05

Ma i ritardi ed i tentativi dipendono dal fatto che noi siamo il paese di Barbie che il destino crudele ha voluto che non fossimo governati da Big Jim ma da Little Silvio :evil: Un sistema programmato avrebbe avuto come presupposto tipo ad esempio che io RAI prendo il MUX A, quindi a livello nazionale il MUX A corrisponde al canale 21,... Leggi tutto
21-7-2009 23:41

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
In Parlamento una proposta di legge vorrebbe obbligare i nuovi esercizi pubblici (ristoranti, negozi e via dicendo) a mettere a disposizione gratis degli utenti la possibilitÓ di navigare col Wi-Fi in Internet. Secondo te...
╚ una novitÓ giusta e moderna.
╚ un obbligo (costoso) in pi¨, da evitare.
Ottimo, ma si dovrebbero prevedere degli sconti fiscali per l'esercente.
La connessione sarÓ lenta, e poi con gli smartphone il Wi-Fi chi lo usa oggi?
Non mi interessa.
Non saprei.

Mostra i risultati (2596 voti)
Ottobre 2021
FreeOffice 2021, la suite gratuita compatibile con Microsoft Office
Apple presenta i MacBook Pro con il notch
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
I disservizi di Facebook costano a Mark Zuckerberg 6 miliardi
Pesa di più una chiavetta USB piena di dati o una vuota?
Settembre 2021
iPhone 14: un progetto completamente nuovo
Microsoft cede: Windows 11 si installa anche su hardware incompatibile
Windows 10, l'update di settembre impedisce di stampare
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 22 ottobre


web metrics