Computer, ma quanto mi stressi!

I malfunzionamenti del Pc sono fonte di stress per la maggior parte degli utenti. In molti casi la colpa è del malware, ma pochi se ne rendono conto.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 07-12-2009]

Panda Security stress computer malware

Secondo un recente studio di Panda Security i problemi legati al malfunzionamento del Pc possono essere causa di stress.

Il 63 per cento del campione intervistato ha risposto che questo tipo di anomalie nel computer genera un livello medio-alto di nervosismo, mentre il 7 per cento arriva addirittura a uno "stato di assoluta disperazione".

Una delle scocciature che affligge maggiormente la popolazione sembra essere la scomparsa del puntatore del mouse. Quando ciò avviene si ricorre ad azioni di ogni specie, come riavviare il Pc o controllare i cavi (37%), pulire il mouse (7%), cambiare le pile (2%), e perfino prendere a colpi il mouse (4%). Meno della metà degli intervistati decide di mantenere la calma e utilizzare la tastiera in sostituzione.

Anche i problemi relativi alla connessione a Internet creano non poche tensioni. Per risolverli la maggior parte degli utenti riavvia il router ripetute volte (58%), o fa lo stesso con il computer (30%); solo il 6 per cento degli intervistati si rivolge al servizio tecnico.

Anche le "schermate blu" mettono in agitazione: la metà delle persone si fermano a leggere il testo di errore per verificarne la causa, il 32 per cento riavvia il computer, mentre il 5 per cento opta per spegnere direttamente la macchina; il 2 per cento sceglie di formattare l'hard disk.

La lentezza del Pc nell'avviarsi urta la sensibilità del 37 per cento degli utenti; solo il 24 per cento, però, decide però di indagare sulle cause del rallentamento mentre il 6 per cento preferisce perfino comprarne uno nuovo. Un risicato 1 per cento pensa che questo problema potrebbe dipendere dal malware e opta per l'analisi attraverso un antivirus.

Come afferma Luis Corrons, direttore tecnico dei laboratori dell'azienda che ha realizzato l'indagine, "l'alta percentuale dei problemi che intaccano il corretto funzionamento del computer è dovuta principalmente al malware. Dai nostri calcoli, il 58 per cento del totale dei Pc è infettato da codici maligni. Il fatto che solo l'1 per cento degli utenti pensi di analizzare la macchina con l'antivirus fa capire quanto sia falsa la sensazione di sicurezza che si vive in questo periodo".

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 12)

Leggendo i casi presi in considerazione, direi che hanno riportato metÓ della mia giornata lavorativa, spesa cercando di obbligare di far fare a windows quello che voglio io e non quello che vuole lui.
17-12-2009 02:00

e la 9.10 Ŕ addirittura una favola!! :-) Leggi tutto
11-12-2009 12:41

Ubuntu 9.04 (jaunty) Ŕ stata una scelta obbligata in quanto lo ho trovato installato sul pc del mio ufficio quando ho cambiato lavoro e per comoditÓ nell'ambiente di prova che mi sono fatto sul pc di casa ho usato la stessa distro. Leggi tutto
10-12-2009 22:08

PAROLE SANTE :roll: Leggi tutto
9-12-2009 11:08

Son proprio curioso: che distro usi? Leggi tutto
9-12-2009 09:50

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Secondo una ricerca dell'Australian Relationship Queensland, tra tecnologia e solitudine esisterebbe un collegamento. Secondo te:
╚ la solitudine che spinge le persone a usare "pi¨ tecnologia".
╚ l'utilizzo massiccio di tecnologia che porta le persone a isolarsi e, conseguentemente, a provare solitudine.
Le due cose non sono affatto correlate.

Mostra i risultati (1456 voti)
Maggio 2022
Localizzazione al chiuso grazie al 5G
UE, tutte le chat saranno esaminate in cerca di pedopornografia
Le IA di Facebook e Twitter contro la disinformazione russa
Apple, Google e Microsoft svelano il sistema che eliminerà le password
Una storia di phishing bancario diversa dal solito: il ladro beffato
Aprile 2022
Una dura lezione dall'Internet delle Cose
Bug nell'app Messaggi, e la batteria si scarica in fretta
Gli USA ottengono l'estradizione di Assange
L'utility che ripulisce Windows 11 è in realtà un trojan
Hacker cinesi sfruttano VLC per diffondere malware
Quando l'intelligenza artificiale bara: l'aneddoto degli husky scambiati per lupi
Che si fa con Telegram? È russo
Lapsus$, arrestati due hacker: sono adolescenti
Registro delle Opposizioni e cellulari, la norma è in Gazzetta Ufficiale
Marzo 2022
Windows 11, video lentissimi in apertura per colpa dell'antivirus
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 16 maggio


web metrics