La politica italiana non sopporta più la Rete

Il 2010 potrebbe vedere la politica italiana ridimensionare Internet in modo mortale.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 30-12-2009]

silvio berlusconi papa re sovrano caimano

Il 2009 è stato un anno nero per molti versi, ma anche per le prospettive future della Rete in Italia. Nel 2009 ci sono stati gli annunci mirabolanti del ministro Brunetta, secondo cui avremmo perfino abolito il certificato medico cartaceo, perché il medico di famiglia lo avrebbe inviato on line all'Inps e al datore di lavoro.

Ma il governo non è riuscito a trovare 800 milioni di euro per abbattere il digital divide in Italia, dove siamo indietro almeno di dieci punti percentuali rispetto alla situazione europea in fatto di diffusione dell'accesso a Internet in banda larga, fra le famiglie italiane.

In compenso, nonostante la decisione degli ultimi giorni di promuovere un codice di autoregolamentazione fra le categorie interessate (provider, piattaforme blog, editori) per evitare la diffusione della violenza in Rete, i politici italiani hanno già deciso che ne hanno abbastanza di Internet.

Ne hanno abbastanza di Internet perché, secondo loro, la Rete è solo il regno di pedofili, venditori di sesso, violatori del copyright, distruttori dell'industria nazionale dell'audiovisivo e poi soprattutto violenti, potenziali attentatori di papi e di premier, apologeti del crimine, diffamatori, calunniatori, sovversivi e nemici del dialogo sulle riforme.

In Iran solo grazie ai blog (milioni di giovani iraniani ne tengono uno) la società civile si autorganizza contro la repressione brutale del regime teocratico. Ma per Bondi, Maroni, Gasparri, Carlucci, Schifani il pericolo è rappresentato da Facebook, dai forum anonimi, dai siti di download libero.

Se prima gli attacchi erano riservati a Indymedia e a pochi siti alternativi no-global, oggi non ce n'è per nessuno, da Facebook a Google; perfino i nemici giurati delle toghe rosse si trasformano in giustizialisti che plaudono e invocano la mano dura dei magistrati.

Per la poltica italiana, soprattutto quella governativa, il modello sembra essere la Bielorussia di Lukashenko, in cui un Centro Anticriminale di Prevenzione spia e sospende qualsiasi attività in Rete che non piaccia al regime.

Il nuovo decreto che il governo bielorusso sta presentando in questi giorni decreto è volto a "eliminare l'anarchia su Internet", come ha dichiarato lo stesso Alyaksandr Lukashenko. Il decreto prevede la registrazione dei mezzi di comunicazione di Internet e l'identificazione degli utenti, compresi i clienti degli Internet café, nonché il blocco dei siti web estremisti.

Il documento prevede anche che i fornitori di Internet siano responsabili dei contenuti e della diffusione di informazioni da parte degli utenti. Anche gli operatori di rete mobile potrebbero vedersi annullare la licenza per colpa di eventuali "Sms sovversivi".

E' possibile che il nostro governo, notorialmente il più anticomunista dell'Europa Occidentale, possa assumere come modello in fatto di governance della Rete la politica dell'ultimo governo comunista dell'Est? Speriamo che il 2010 porti migliori buoni consigli ai nostri governanti.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 31)


LibertÓ di accesso alla e di uso della Rete Leggi tutto
5-1-2010 10:51

Imprenditore, non manager. C'e' una certa fattualita', parte da 0 euro piu' o meno e arriva a un patrimonio considerevole. Ci arriva con tanti punti interrogativi, vero, ma ci arriva. Ora se la misura del successo imprenditoriale e' il fatturato e l'utile e' indubitatamente un grande imprenditore. Se di imprenditore dai una... Leggi tutto
5-1-2010 10:24

berluska intelligente? Leggi tutto
5-1-2010 10:02

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
In quale di questi campi necessiti di maggiore aiuto per il tuo business online personale o aziendale?
SEO, ranking e analytics.
Link Html, generazione sitemap, metatag e generazione QR Code.
Logo, foto, grafica e temi.
Progettazione del sito e organizzazione.
Normativa fiscale.
Soluzioni di pagamento, Paypal e Google Merchant.
Business plan.
Creazione del negozio virtuale o dell'app.
Pagina Facebook collegata.
Pagine di affiliazione.

Mostra i risultati (396 voti)
Maggio 2021
La scorciatoia da tastiera che scongela il Pc
Bye bye, Emotet
Bambini e smartphone, 1.500 euro di multa ai genitori che non li sorvegliano
Aprile 2021
Office manda in pensione Calibri: quale nuovo font preferite?
Windows 10, arriva l'Eco Mode per far tornare scattante il Pc
Microsoft pronta a lanciare Cloud PC, il desktop in streaming
Aggiornamento Windows 10, problemi di tutti i tipi
Se l'FBI, zitta zitta, si mette a patchare i server altrui
Colpevoli di ransomware
Tutti gli home banking sono a rischio, se usi Facebook
Windows 10 rileverà la presenza dell'utente davanti al computer
Yahoo Answers chiude i battenti per sempre
Aggiornamento urgente per iPhone e iPad
Marzo 2021
La macchina di Anticitera
Hacker contro Richard Stallman, la macchina del fango
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 9 maggio


web metrics