Il ciclista accusato di hacking... nell'antidoping

Il vincitore del Tour de France 2006, accusato di doping, avrebbe violato i computer dei laboratori che condussero le analisi.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 16-02-2010]

Floyd Landis hacker antidoping arresto

Nel 2006 il ciclista americano Floyd Landis vinse il Tour de France ma venne privato del proprio titolo perché il test antidoping aveva scoperto livelli eccessivi di testosterone.

Landis ricorse in appello sostenendo che i risultati dei laboratori erano viziati dagli errori commessi da chi aveva esaminato il sangue, ma senza successo.

Dopo l'appello, nel 2008, Landis ha iniziato a scontare la squalifica di due anni comminatagli; ora sarebbe pronto a tornare in gara - e a correre nel Tour de France di quest'anno - se non fosse che sopra di lui pende un nuovo mandato d'arresto.

L'accusa è di essere penetrato nei computer dei laboratori che a suo tempo condussero le analisi - da Landis sempre contestate - al fine di trovare prove della propria innocenza: i documenti da lui presentati nel corso dell'appello sarebbero stati ottenuti in questa maniera fraudolenta.

Una portavoce del tribunale francese che ha emesso il mandato ha spiegato che Landis sarà arrestato se metterà piede sul suolo francese, ma non ci sarà alcuna richiesta di estradizione.

Quindi, se non parteciperà al Tour de France, resterà libero.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (3)

Concordo sulla sostanza, ma l'esempio mi pare ben poco calzante :shock: Leggi tutto
17-2-2010 21:01

No, in nessun modo e per nessun motivo. Questa è un concetto fondamentale, fortunatamente. :) Pensa se le forze dell'ordine, per mantenere più sicure le strade (fine lecito), fossero pagate in base al numero di arresti (mezzo lecito?). Avremmo i reati su istigazione :? Leggi tutto
17-2-2010 08:39

Se il fine è lecito anche i mezzi sono leciti? :twisted:
17-2-2010 07:55

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Il flop di Windows 8 sembra replicare tristemente quello di Vista e c'è chi comincia a sostenere che Microsoft sia ormai sulla via del declino, dopo aver mancato clamorosamente il successo anche nei telefonini, nei tablet e nei dispositivi embedded.
Windows 8 è perfettamente stabile, facile da usare e non richiede hardware particolare: non è affatto un flop e Microsoft non è in declino.
La qualità del software Microsoft è in calo da anni: mancano soprattutto in visione e in integrazione. Stanno spingendo su troppi fronti, perdendo di vista la qualità complessiva.
Ognuno deve fare bene il proprio mestiere e basta. Microsoft si concentri su Windows, lasciando perdere Zune e tutto il resto; Google insista sui motori di ricerca, non sui social network, la mail o gli occhialini.

Mostra i risultati (6366 voti)
Marzo 2020
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Il browser per navigare sempre in incognito
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Come provare Windows 10X in anteprima, gratis
Tutti gli Arretrati


web metrics