iKey, e l'iPhone apre tutte le porte

Un brevetto di Apple trasforma l'iPhone in una "chiave universale" che sblocca ogni serratura, dalla casa all'auto.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 08-03-2010]

Apple brevetto chiavi iKey iPhone

L'idea non è completamente nuova ma il fatto che Apple decida di investirci tempo e risorse la mette in una luce nuova: stando a una richiesta di brevetto avanzata dall'azienda di Cupertino, Apple ha intenzione di trasformare l'iPhone in una sorta di chiave universale, in grado di aprire ogni porta.

La tecnologia si basa sull'inserimento nell'iPhone di un chip a radiofrequenza (Rfid), un po' come nel progetto di chi vorrebbe trasformare i telefonini in carte di credito: avvicinando il telefono, per esempio, al pad posto sulla porta di casa e digitando un pin sullo schermo dell'iPhone stesso si potrebbe sbloccare la serratura senza bisogno di chiavi.

L'applicazione può naturalmente essere estesa alle serrature dell'auto e in generale a qualunque porta, previa "registrazione" dell'iPhone con la serratura da aprire; di qui, ecco l'ovvio soprannome iKey.

Il brevetto si preoccupa di garantire la sicurezza degli utenti spiegando che le comunicazioni tra telefono (ma in realtà l'uso dell'iPhone è puramente esemplificativo: andrebbe benissimo anche un lettore multimediale - un iPod, magari - o un altro dispositivo analogo) saranno crittografate.

Le difficoltà - in aggiunta a quelle pratiche derivanti dall'adeguamento delle serrature, che avranno bisogno di un controllo computerizzato - acquistano concretezza quando nella mente si affaccia il pensiero circa la necessità, in un mondo in cui questo sistema si sia diffuso, di applicare periodicamente delle patch di sicurezza alle porte di casa.

Senza contare la leggerezza con cui qualcuno potrebbe decidere di utilizzare un pin facile da ricordare (magare l'intramontabile 1234 o il parente stretto 0000) e la raccomandazione sempre valida di non tenere tutte le chiavi nello stesso portachiavi.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 16)

Non solo ! Faranno lo scherzo telefonico su tutta la rubrica e telefoneranno in Cina ammazzandoci con la bolletta! :lol: :lol: :lol: Ciao
15-3-2010 22:10

E inoltre, se lo si perde o ce lo rubano, ci rubano anche l'auto e ci svaligiano la casa. Proprio un bel sistema! :wink: Leggi tutto
15-3-2010 07:33

Quoto! Anche perché iPad è un prodotto chiuso che obbliga verso standard chiusi proprio degli elementi culturali che sono i libri. Insomma più fregatura morale di questa neanche Bill commercialmente l'avrebbe ideata! Qui sarei concorde alla nomenclatura più scatologica verso i iPad-isti! Questo perché mi ricorda che una volta lo... Leggi tutto
10-3-2010 22:33

Personalmente non ho mai avuto un iPod, nè tantomeno un iPhone e sono comunque riuscito a sopravvivere, non nego però il successo commerciale dei prodotti della mela, insomma volente o nolente, ora vendono automobili con lo stereo iPod o iPhone compatibile, mentre fino a pochi anni fa c'era, al massimo, il jack mp3 (e non è solo... Leggi tutto
10-3-2010 02:07

Chiamalo scemo, Steve Jobs! :lol: Sa che la moda è un ottimo affare e lui produce per la moda, menomale che produce prodotti d'alta qualità .... Dunque gli Apple-tisti non sono ridotti male. :roll: Poi esiste gente che della moda non "gliè pò fregar de meno" e guarda la praticità (unita alla qualità) e il costo... Ma... Leggi tutto
10-3-2010 00:10

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Per quale motivo NON sei (più) sul social network più famoso?
Facebook mi ha stufato. Preferisco godermi Internet.
Non voglio che gli altri si facciano i fatti miei.
Ho da fare. Facebook mi fa perdere tempo.
Amo di più la vita reale.
Non voglio che si sappiano in giro i miei segreti.
Non ho testa per Facebook in questo momento.
A mia moglie (marito, fidanzat*, ragazz*) dà fastidio che io sia su Facebook.
Facebook vende i nostri dati e non rispetta la privacy.
Mi sono accorto che iniziavo a farmi sempre di più i fatti degli altri.
Facebook è morto. Io adesso uso Twitter (o Google+, Pinterest ecc.)

Mostra i risultati (4291 voti)
Giugno 2022
Il sistema operativo open source che ridà vita ai vecchi smartphone
Adobe, prove di Photoshop gratuito per tutti
15 giugno, finisce l'era di Internet Explorer
Grave falla in Windows, occhio ai documenti di Word
Toyota: cartucce di idrogeno per alimentare auto, case, droni
Maggio 2022
La Rete esce da TIM: nasce la Open Access italiana
DuckDuckGo consente a Microsoft di tracciare gli utenti
Russi saccheggiano trattori ucraini, che vengono brickati da remoto
Necrofinanza e criptovalute: lo scoppio di Terra/Luna
Pwn2Own 2022, Windows 11 e Ubuntu cadono il primo giorno
Migliaia di siti sono keylogger nascosti
Radio a onde corte: davvero?
UE, tutte le chat saranno esaminate in cerca di pedopornografia
Le IA di Facebook e Twitter contro la disinformazione russa
Apple, Google e Microsoft svelano il sistema che eliminerà le password
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 26 giugno


web metrics