Rodotà contro il Ddl intercettazioni: "Viola la costituzione"

Anche l'ex Garante Privacy osteggia il disegno di legge sulle intercettazioni telefoniche, telematiche e ambientali.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 13-05-2010]

Stefano Rodotà ddl intercettazioni petizione

Nonostante i numerosi emendamenti, non ultima la riformulazione del provvedimento presentato dal senatore Roberto Centaro (il cosidetto emendamento D'Addario), il Ddl sulle intercettazioni telefoniche, telematiche e ambientali (scaricabile in Pdf) dovrebbe essere approvato entro la fine di giugno.

Il ministro Angelino Alfano, che ha presentato a suo tempo il disegno di legge, plaude alla vistosa accelerata subita dai lavori della Commissione Giustizia del Senato. "Con la legge sulle intercettazioni" - ha recentemente dichiarato - "il governo sta difendendo l'articolo 15 della Costituzione che stabilisce il diritto inalienabile alla privacy".

Eppure in questi giorni in Rete c'è un grande fermento in merito a quella che è stata definita "la legge bavaglio": Stefano Rodotà è, infatti, il primo firmatario di una petizione on line che ha raggiunto, in pochi giorni, migliaia di sottoscrizioni.

L'ex Garante della privacy ritiene sia indispensabile "rafforzare l'opposizione a questo attentato alle libertà costituzionali" perché, a suo dire, la Legge sulle intercettazioni telefoniche, così com'è formulata, "scardinerebbe aspetti essenziali del sistema costituzionale".

Rodotà non si limita a contestare l'impianto normativo, soprattutto nel merito delle tempistiche relative alla possibilità di pubblicare eventuali intercettazioni, ma dissente fortemente anche dalle motivazioni soggiacenti la stesura del disegno di legge.

"Si dice di voler tutelare la Privacy." - afferma anche sul sito ufficiale della petizione - Un obiettivo legittimo, che tuttavia può essere raggiunto senza violare principi e diritti. Si vuole, in realtà, imporre un pericoloso regime di opacità e segreto. Le libertà costituzionali non sono disponibili per nessuna maggioranza.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Intercettazioni, un appello per dire no alla nuova legge bavaglio

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 18)

I cari politici puntano a costringere i giudici dei piccoli tribunali a rinunciare alle intercettazioni. La maggior parte dei tribunali italiani e formata da 5 o 6 giudici. Il nuovo decreto impone più burocrazia per dar via alle intercettazioni e sommando la cosa al principio di incompatibilità otteniamo la seguente. Dato che un giudice... Leggi tutto
17-7-2010 18:35

ah, ok, adesso ti ho capito. pensavo scherzassi. articolo 3 e articolo 10 della costituzione: io rivendico il mio diritto di vivere in un paese in cui tutti i cittadini siano uguali davanti alla legge, anche perchè l'ordinamento giuridico italiano si conforma alle norme del diritto internazionale. spero si capisca ciò che intendo dire.... Leggi tutto
14-7-2010 22:25

E' la privacy, bellezza. 8) La privatezza di ognuno, che è patrimonio di tutti e per la difesa della quale è fondamentale la collaborazione dell'interlocutore stesso, e dico che gli altri "non si devono impicciare" non perchè siano impiccioni o perchè non ne avrebbero in qualche caso anche titolo, ma semplicemente perchè... Leggi tutto
14-7-2010 02:06

:roll: :roll: :roll: non t'ho capito.
14-7-2010 01:03

Art. 15 della Costituzione: io rivendico il mio diritto di fare (anche) il cretino per telefono con chi mi pare, salvo il diritto della mia interlocutrice di mandarmi affanculo se non mi trova divertente, e il mio diritto a che la conversazione rimanga riservata nè più ne meno di qualsiasi altra. Per la difesa del mio diritto la mia... Leggi tutto
13-7-2010 08:53

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Una donna è stata querelata per una recensione negativa di un ristorante scritta su Trip Advisor. Quale di queste affermazioni trovi più vicina al tuo pensiero?
Non è giusto che un'opinione scritta su Internet sia considerata pari a un articolo su un giornale. Bisogna rivedere al più presto le leggi sulla difesa dell'onore e sulla diffamazione.
E' giusto che anche sui forum o su Facebook o sui siti di recensioni si applichino le leggi relative alla diffamazione. Un'opinione negativa può rovinare la reputazione di un locale.
Gli utenti devono poter esprimere con la massima libertà la propria opinione su ristoranti, alberghi, ma anche prodotti o servizi acquistati. Un'opinione negativa non dovrebbe essere considerata diffamazione.
Trovo che oggi più che mai sia necessario prestare la massima attenzione a quello che si scrive online.
Le recensioni su Internet sono in gran parte inaffidabili: quelle positive sono scritte dai proprietari, quelle negative dalla concorrenza. In ogni caso l'opinione dei pochi singoli onesti non è significativa.
Vorrei dire la mia sul forum di Zeus News ma temo che prima dovrei procurarmi un buon avvocato, non si sa mai.

Mostra i risultati (3721 voti)
Luglio 2020
Hai installato Immuni?
Windows 10 rinnova il menu Start
Arriva Edge, e i computer rallentano
Giugno 2020
Favicon sfruttate per rubare i dati delle carte di credito
Windows 10, dov'è finita l'opzione per rimandare gli aggiornamenti?
Windows 10, l'ultimo aggiornamento riavvia i Pc a forza
La Casa Bianca e il video delle cataste di mattoni
Pornografia, il Parlamento prepara un filtro al web
La foto che paralizza alcuni smartphone Android
Il trucco che elimina la pubblicità da YouTube
L'Italia censura il progetto Gutenberg
Immuni, chiedete e vi sarà dato
Altro che Immuni: il Bluetooth va tenuto spento!
Maggio 2020
Windows 10, rilasciato l'update di maggio. Microsoft: ''Non aggiornate''
Immuni, rilasciati i sorgenti
Tutti gli Arretrati


web metrics