Agcom, per la NGN se ne riparla nel 2011

L'Autorità rimanda la discussione sulla rete di nuova generazione. Approvato invece il nuovo modello per le tariffe di terminazione mobile.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 20-12-2010]

Agcom rimanda NGN 2011 terminazione mobile

Ci sarà ancora da attendere per la rete di nuova generazione (NGN) italiana: l'Agcom ha deciso che occorre altro tempo per valutare completamente la questione.

L'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni si ritroverà a discutere nuovamente su questo tema il prossimo 11 gennaio 2011: la materia resta complessa e delicata nonostante gli sforzi degli operatori per trovare un accordo almeno sulle infrastrutture passive.

I lavori per una rete a banda ultralarga nel nostro Paese, anziché avvicinarsi, si allontanano dunque di un altro po'.

Vanno un po' meglio le cose per le tariffe di terminazione mobile, altro argomento di cui l'Autorità si è occupata oggi: l'Agcom ha "definito il nuovo modello per la determinazione delle tariffe" e aprirà il "terzo ciclo di analisi del mercato".

In base alle conclusioni dell'analisi l'Autorità deciderà se sia il caso di abbassare le tariffe di terminazione mobile (come pare probabile, anche per allinearsi agli altri Paesi europei) in base alla situazione del mercato.

"Con le decisioni assunte oggi" - ha commentato Corrado Calabrò, presidente di Agcom - "l'Italia compie un ulteriore passo avanti verso l'armonizzazione del proprio impianto regolatorio con quello europeo".

"Le decisioni assunte dall'Agcom" - continua Calabrò - "consentiranno, una volta completata l'analisi di mercato, di ridefinire le tariffe di terminazione con vantaggi per i consumatori".

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (2)

Evviva la NGN Leggi tutto
2-1-2011 17:37

ce ne vorrÓ parecchio di tempo...
20-12-2010 19:03

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quanto spesso utilizzi un Pc o un dispositivo mobile mentre guardi la Tv?
Sempre
Spesso
A volte
Raramente
Mai
Non guardo la Tv.

Mostra i risultati (3245 voti)
Agosto 2020
Che cosa succede dentro a uno pneumatico quando si viaggia?
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Tutti gli Arretrati


web metrics