Google ancora sotto la lente dell'Antitrust europeo

Il sito eJustice muove un'accusa di abuso di posizione dominante. Google rischia una multa fino a 29 miliardi di dollari.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 23-02-2011]

Google antitrust europeo eJustice 1plusV

Il sito francese eJustice - motore di ricerca specializzato in questioni riguardanti diritto e giustizia - è tornato alla carica contro Google, spalleggiato dalla società 1plusV, che l'ha creato.

L'opposizione tra i due motori risale ad alcuni mesi fa e si base sulle accuse, mosse dal sito francese al "collega americano", di abuso di posizione dominante; ora, però, sarebbero emersi nuovi elementi.

1plusV infatti sostiene di aver usato le proprie tecnologie per cercare e trovare le prove della disparità di trattamento subita e per questo ha presentato all'Antitrust europeo una richiesta di accertamento.

Nella sostanza, Google avrebbe diminuito di proposito e senza ragione il ranking di eJustice, considerato un servizio concorrente e quindi destinato a rimanere molto in basso tra i risultati, se non addirittura escluso.

A questa accusa Google ha di per sé già risposto sostenendo che tutto ciò è il risultato di una cattiva costruzione del sito web di eJustice, che non rispetterebbe le linee guida per realizzare siti indicizzabili.

Inoltre 1plusV sarebbe stata esclusa dalla possibilità di utilizzare Adsense per la pubblicità sui propri siti, privando così la società "dell'unico sistema efficiente per ottenere pubblicità mirate su un motore di ricerca".

Su tutto ciò indagherà l'Unione Europea, e già si parla - nel caso in cui Google sia riconosciuta colpevole - di una multa che potrebbe arrivare fino a 29 miliardi di dollari.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (2)

I francesi non sono da meno nel difendere i loro interessi. Sarà una bella gara.
24-2-2011 08:55

{Osvaldo}
Siamo finiti: gli USA ci bombarderanno.. quando gli tocchi gli interessi, anche l'amministrazione Obama passa sopra ogni regola, vedere cos'è successo con gli account Twitter per la questione Wikileaks.. ;-) :-(
23-2-2011 11:12

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale di questi comportamenti ritieni che sia da evitare in assoluto?
Essere fuori sincrono: quando voce, tono, ritmo, posizione e movimenti non comunicano la stessa cosa si genera confusione e si viene ritenuti poco affidabili o sinceri.
Gesticolare eccessivamente: fare ampi gesti con le mani oppure giocare per esempio con i capelli o il telefono comunica insicurezza.
Tenere un'espressione neutra: la mancanza di un feedback dato dall'espressione facciale fa pensare all'interlocutore che l'argomento non interessi.
Evitare il contatto visivo: non guardare l'altro negli occhi comunica una sensazione di debolezza e lascia pensare che si stia nascondendo qualcosa.
Sbagliare la stretta di mano: non deve essere né troppo debole né troppo forte, o genererà in entrambi i casi un'impressione errata (servilismo o aggressività).
Inviare segnali verbali e non verbali opposti: se l'espressione facciale è opposta a ciò che le parole dicono, l'interlocutore non si fiderà.
Non sorridere: il sorriso comunica sicurezza, apertura, calore ed energia, e spinge a sorridere di rimando. Ugualmente errato sorridere sempre.
Roteare gli occhi: è un segno di frustrazione, esasperazione e fastidio; comunica aggressività.
Usare il cellulare durante una conversazione: lascia pensare che l'argomento non interessi e sia certamente meno importante dell'oggetto tra le mani.
Incrociare le braccia: l'interlocutore penserà che siamo sulla difensiva. Inoltre, se le mani non sono in vista crederà che abbiamo qualcosa da nascondere.

Mostra i risultati (1640 voti)
Dicembre 2022
L'app open source per vedere YouTube senza seccature
Novembre 2022
L'app per scaricare l'intera Wikipedia (e non solo)
La scorciatoia che sblocca Windows
Amazon Drive chiude i battenti
Le cinque migliori alternative a Z Library
Il visore VR che uccide i giocatori quando perdono
Gli Stati Uniti oscurano Z Library
Vodafone, sottratti oltre 300 GB di dati degli utenti
Pochi o tanti, ma contanti
Ottobre 2022
Chrome si prepara ad abbandonare i Windows ''vecchi''
iPhone 14, nessuno lo vuole?
Windows 11, in arrivo il primo "Momento"
TikTok, arrivano i contenuti per soli adulti
Addio Office, benvenuta Microsoft 365
La truffa del cosmonauta bloccato nello spazio
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 3 dicembre


web metrics