Audiweb e il rilevamento dell'audience online

All'inizio di settembre un nuovo organismo ufficiale inizierà le rilevazioni del traffico Internet e la diffusione dei dati relativi all'audience online. Riuscirà Audiweb a guadagnarsi la fiducia del popolo dei navigatori e - soprattutto - dei pubblicitari?



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 10-08-2002]

Audiweb, l'organismo formato da Upa (Utenti Pubblicità Associati), Assap Servizi (associazione delle agenzie di comunicazione), Assomedia (associazioni delle centrali media) e Fedoweb (federazione degli operatori del web), partirà a settembre con le rilevazioni ufficiali.

Le iniziative volte a monitorare l'audience di un mezzo di comunicazione nascono prevalentemente dagli interessi economici delle aziende. Quando parliamo di mezzo di comunicazione ci riferiamo ai mass media per eccellenza: la televisione, la radio, la stampa e Internet.

Sapere che tipo di utente guarda la televisione o ascolta la radio, su quale programma si sintonizza e a che ora, significa riuscire a definire il proprio target e quindi a definire una corretta pianificazione della comunicazione commerciale: la famigerata pubblicità. La notorietà, il lancio di un nuovo prodotto, il riposizionamento di un brand, sono tutte realtà aziendali (indipendentemente dal settore di attività) che fanno i conti con l'utilizzo dei mezzi di comunicazione.

Cosa c'entra Internet in tutto questo? La grande rete raggiunge milioni di navigatori ogni giorno. L'audience di radio, televisione e stampa sono monitorate rispettivamente da Audiradio, Auditel e Audipress attraverso interviste a campione sulla popolazione italiana. Le tre società si sono formate con l'esplicito intento di fornire dati attendibili e fruibili dalle aziende investitirci in pubblicità sui grandi mezzi, anche se spesso ragioni "politiche" bloccano le ricerche. I dati Audipress non uscivano dal lontano 1999. E per Internet?

Anche per Internet si pensa a un monitoraggio che riesca a valutare in modo chiaro l'utenza; così nasce Audiweb. Il rilevamento sarà di due tipi: qualitativo (affidato alla società Ontone Research), volto cioè a capire le caratteristiche sociodemografiche dei navigatori (lo stile di vita, la classe socio-professionale e socioeconomica, il titolo di studio) e il comportamento online degli utenti; un altro di tipo quantitativo, il che significa dati più "grezzi" come il numero di contatti con i siti e le pagine web. Non si tratta dunque di una classifica dei siti più visitati ma di una serie di informazioni che vanno più in profondità.

I dati Audiweb saranno resi noti con frequenza mensile e saranno messi a disposizione gratuitamente a chiunque ne farà richiesta. I proprietari di siti interessati ad entrare nelle rilevazioni dovranno invece iscriversi (non se ne conosce ancora il prezzo; è probabile che si pagherà a seconda della dimensione del sito).

Anche Audiweb a causa di conflitti di interessi è vissuta nel forse ma finalmente dopo due anni di tentennamenti ci si trova al via decisivo. La non felice situazione del mercato pubblicitario online ha probabilmente sbloccato e messo d'accordo gli interessi di tutti. Chi investe in rete avrà finalmente un punto di riferimento univoco per comprendere le dinamiche di "ascolto" del Web.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Ogni quanto tempo il tuo Pc č affetto da malware?
Una o due volte l'anno.
Tre o pių volte l'anno.
E' successo una volta e mai pių.
Mai.

Mostra i risultati (2710 voti)
Ottobre 2022
DALL-E diventa libero e gratuito: immagini sintetiche per tutti
Settembre 2022
Google ti avvisa se i tuoi dati finiscono nel web
La “tanica di benzina” per le auto elettriche
La strana storia dell'utente HME2 di Arpanet
LibreOffice diventa a pagamento
2022, fuga dall'open source
Dati a spasso nel cloud
Di chi sono i tuoi dati quando muori?
Smartphone, l'UE vuole pezzi di ricambio disponibili per almeno 5 anni
Ex designer di Microsoft demolisce il menu Start di Windows 11
Auto Hyundai “hackerata”
Agosto 2022
Genitori indagati dopo aver mandato foto dei figli ai medici
DuckDuckGo, la protezione delle email è per tutti
Il computer portatile economico che fa a meno del monitor
Microsoft avvisa: attenzione all'aggiornamento KB501270
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 7 ottobre


web metrics