La prima apparizione di Internet Explorer 10

Microsoft ha svelato la Platform Preview 1 della prossima versione del browser. Punterà sul supporto a HTML 5, a CSS 3 e all'accelerazione hardware.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 13-04-2011]

Internet Explorer 10 Platform Preview 1 Microsoft

A poco meno di un mese dal debutto di Internet Explorer 9, Microsoft svela già un'anteprima di ciò che sarà Internet Explorer 10.

In occasione del Mix11 di Las Vegas, evento dedicato agli sviluppatori, Microsoft ha mostrato all'opera la Platform Preview 1 della prossima versione del browser.

Internet Explorer 10 avrà un pieno supporto a HTML 5 e a CSS 3 (il che permetterà per esempio di utilizzare le nuove proprietà Gradients, Flexible Box Layout e i layout multicolonna) e si concentrerà ancora di più sull'accelerazione hardware.

Chi volesse lasciarsi tentare dalla prossima versione di IE può già scaricare l'anteprima dal sito ufficiale e testarne le funzionalità tramite gli esempi messi a disposizione nella stessa pagina.

Al Mix11 Microsoft ha anche criticato l'abitudine che molti concorrenti stanno mostrando di rilasciare nuove versioni dei propri software con ritmi elevati.

L'azienda di Redmond ritiene che questa pratica confonda gli utenti e ancora di più gli sviluppatori, costretti a inseguire l'ultimo aggiornamento, e procederà quindi con la solita calma.

Anche per questo motivo le prossime build di Internet Explorer 10 si succederanno ogni 12 settimane anziché ogni 8 come si usava fino a oggi.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (2)

Molti ancora non hanno neppure visto IE9 ed ecco che sta per arrivare IE10.
14-4-2011 22:52

Scommetto che ie 10 non arriverà neanche al livello di firefox 3
13-4-2011 18:53

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
L'Italia e gli italiani sono pronti per il (video)gioco online?
I giocatori sarebbero anche pronti, ma il problema è il digital divide. Senza una connessione broadband il gioco online è una chimera.
In Italia più che in altri paesi ha ampia diffusione la pirateria. Il fatto che buona parte dei giocatori utilizzi prodotti contraffatti limiterà la crescita dell'online gaming.
Barriere linguistiche e ritardi nella diffusione di giochi e tecnologie online ci hanno penalizzato nel passato, ma oggi le possibilità di sviluppo sono rosee.
Non ci sono barriere tecniche, ma solo culturali. Il videogioco è tradizionalmente visto come un prodotto da fruire individualmente o in compagnia di amici.
La comunità di giocatori online italiana non ha nulla da invidiare per qualità e quantità a quelle degli altri paesi.

Mostra i risultati (765 voti)
Dicembre 2021
Perché Intel accumula hardware obsoleto in Costa Rica?
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Novembre 2021
L'app va in crash, e la Tesla non parte più
La Rete telefonica italiana agli americani di KKR
Se il furgone di Amazon ti tampona... la colpa è di Amazon!
Il Blue Screen of Death... ritorna blu
MediaWorld sotto attacco ransomware: hacker vogliono 200 milioni in bitcoin
SPID con le Poste, il riconoscimento adesso si paga
Facebook rinuncia ufficialmente al riconoscimento facciale
Ottobre 2021
Il Nobel ad Assange
Windows 11, finalmente si possono eseguire anche le app Android
FreeOffice 2021, la suite gratuita compatibile con Microsoft Office
Apple presenta i MacBook Pro con il notch
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 7 dicembre


web metrics