Microsoft, il Patch Tuesday di maggio sarà leggero

Ci saranno soltanto due bollettini di sicurezza: uno per Windows, l'altro per Office.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 06-05-2011]

Microsoft patch tuesday maggio 2011 2 bollettini

Sono soltanto due i bollettini di sicurezza annunciati da Microsoft per il Patch Tuesday di maggio, martedì prossimo.

Uno è stato classificato come critico e riguarda Windows; l'altro è invece importante e riguarda Office.

Non tutte le versioni supportate di Windows sono interessate dagli aggiornamenti: soltanto Windows Server 2003 e Server 2008; per quanto riguarda office, invece, tutte le versioni dalla XP alla 2007 andranno aggiornate (resta esclusa quindi la 2010), comprese la 2004 e la 2008 per Mac.

Con il rilascio di questo mese, Microsoft cambia l'Exploitability Index, il sistema che fornisce informazioni sulla probabilità che una vulnerabilità ha di venire sfruttata.

Ci saranno due Exploitability Index: uno dedicato alla piattaforma più recente, l'altro «come valore aggregato per tutte le vecchie versioni del software».

«Il cambiamento» - spiega Microsoft - «semplificherà per gli utente delle piattaforme recenti la determinazione dei rischi, considerate le caratteristiche extra di sicurezza inserite nei prodotto Microsoft più nuovi».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
In Islanda, paese protestante con 320.000 abitanti tutti on line, nei mesi scorsi si è molto parlato di una legge che proibisca completamente la pornografia on line (quella stampata è già proibita) attraverso filtri centralizzati. Secondo te...
E' giusto. Anche in Italia si dovrebbe fare lo stesso.
Non è giusto, perché limita la libertà.
E' giusto, ma tanto ci sarà chi riuscirà ugualmente a scaricare materiale pornografico.
Ci sono problemi molto più importanti.
Aumenteranno ancora di più i suicidi e gli alcolizzati

Mostra i risultati (4320 voti)
Ottobre 2017
Ceo di GitHub: i programmatori sono condannati all'estinzione
Il ransomware per Android che blocca lo smartphone due volte
Il falso Adblock che ha ingannato decine di migliaia di utenti
Windows Media Player sparisce da Windows 10
Disqus violato, rubati i dati di 17,5 milioni di utenti
Il caso dell'iPhone 8 che si gonfia mentre è in carica
Gli auricolari di Google che traducono le conversazioni in tempo reale
La falla in Windows Defender che a Microsoft non interessa
Con un salto quantico, Firefox diventa più veloce di Chrome
Settembre 2017
Internet Explorer spiffera quel che digitiamo nella barra
Windows, gli ultimi aggiornamenti bloccano gli account utente
Violazione di CCleaner, guai più gravi del previsto
Il primo smartphone con Linux davvero libero
Falla nel Bluetooth, vulnerabili 5 miliardi di dispositivi
Se il robot sessuale diventa un terminator
Tutti gli Arretrati


web metrics