Wikileaks pubblica tutti i cablogrammi USA

Vanno online tutti e 250.000 i documenti riservati trasmessi dai diplomatici e intercettati dal sito di Assange.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 02-09-2011]

Wikileaks pubblica tutti i cablogrammi USA

Visto che ormai la frittata era già stata fatta, WikiLeaks ha deciso di abbandonare ogni remora e pubblicare in un colpo solo gli oltre 250.000 cablogrammi della diplomazia americana in suo possesso.

«Dato che il database completo si può scaricare da centinaia di siti, è rimasta un'unica azione razionale»: così il sito ha annunciato sul proprio account Twitter la decisione, che segue un sondaggio in cui gli utenti hanno espresso il desiderio di vedere tutto il materiale pubblicato.

L'archivio è a disposizione in versione integrale e, per chi desidera scaricarlo, crittografata; su Twitter si possono trovare le chiavi per accedervi.

Ciò ha suscitato la preoccupazione di quanti già temevano che la diffusione dei cablogrammi completi tramite le piattaforme di file sharing, senza il supporto diretto di WikiLeaks, fosse sufficiente a mettere in serio pericolo gli informatori: ora che il sito stesso ha fornito le modalità per l'accesso, i pericoli possono soltanto essere aumentati.

I documenti non sono stati resi disponibili secondo una gerarchia o un indice che ne consenta l'ordinamento: l'unica possibilità è effettuare ricerche tramite il motore interno del sito che li ospita (vedi anche quest'altro.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Il Nobel ad Assange

Commenti all'articolo (1)

Si metterà ancora di più nei casini, ma era effettivamente la cosa più coerente da fare. Personalmente ne vedo solamente un bene, visto che penso che la scusa della sicurezza nazionale e dei nomi è una fandonia e totalmente nella norma nel mondo del giornalismo, dove ci mettono due secondi a pubblicare nomi, cognomi e illazioni dei... Leggi tutto
5-9-2011 12:56

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è la cosa peggiore per un programmatore?
La modifica delle specifiche
I clienti
Debuggare
Scrivere documentazione
Il codice scritto da altri
La fase di test

Mostra i risultati (3797 voti)
Gennaio 2022
Parchimetri e pagamenti via codice QR, la truffa è servita
Norton e Avira generano criptovalute coi PC degli utenti
Chiude per sempre Popcorn Time, il netflix dei pirati
Digitale terrestre, riparte il balletto delle frequenze
BlackBerry addio, stavolta per davvero
Dicembre 2021
Il nuovo, vecchio e doppio laptop di Cassandra
L'app che “sgonfia” Windows 10 e 11
Il CEO di Vivaldi: “Microsoft è disperata”
Gli AirTag? Ottimi per rubare le auto
Microsoft ammette: SSD più lenti con Windows 11
Smart working: dall'emergenza alla normalità
Perché Intel accumula hardware obsoleto in Costa Rica?
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Novembre 2021
L'app va in crash, e la Tesla non parte più
La Rete telefonica italiana agli americani di KKR
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 18 gennaio


web metrics