Corea, è crimine di guerra l'uso del cellulare

Chi utilizza il telefonino rischia di finire in un campo di lavoro, o addirittura la morte.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 28-01-2012]

corea nord vieta cellulari

Kim Jong-il, dittatore della Corea del Nord, è morto lo scorso 17 dicembre, ma il periodo di lutto è ben lungi dall'essere concluso: deve durare infatti 100 giorni.

Secondo quanto riporta il britannico The Telegraph, durante tutto il periodo in Corea è vietato l'utilizzo del cellulare: non si tratta di un divieto da prendere alla leggera, poiché chi vi contravviene commette un crimine di guerra. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Che cosa utilizzi per mandare messaggi dal cellulare?
biteSMS - 1.9%
BlackBerry Messenger - 2.2%
ChatON - 0.6%
Google Talk - 3.2%
iMessage - 4.6%
indoona - 4.6%
jaxtr - 0.4%
Msn - 0.9%
Skebby - 1.3%
Skype - 3.0%
Sms - 41.6%
WhatsApp - 35.8%
  Voti totali: 3611
 
Leggi i commenti (13)
Ciò significa che parlare al cellulare in pubblico, inviare o ricevere messaggi o anche consultare Internet dal telefonino possono costare diverso tempo in un campo di lavoro, o addirittura la morte.

Certo, ben pochi nordcoreani corrono questo rischio: si calcola che i possessori di cellulari costituiscano al più il 5% della popolazione.

Gli anni di stagnazione economica hanno indebolito il regime e dopo la morte del Caro Leader la chiusura del Paese sembra essersi ancora più accentuata, nel timore che le notizie provenienti dal mondo esterno possano destabilizzare ulteriormente la situazione.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (3)

Senza parole :roll:
30-1-2012 18:24

aggiungerei "guerrafondai"..
30-1-2012 16:13

Sono prigionieri di un gruppo di paranoici disadattati.
30-1-2012 12:27

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quali tra questi tuoi dati personali sono pubblici sui social network (chiunque pu˛ vederli e non solo i tuoi amici)?
Solo il mio nome per intero e la foto del profilo
In teoria tutto, non mi preoccupo delle impostazioni per la privacy
Nome completo, foto e post
Nome completo, foto, status, geolocalizzazioni e check-in
Non ci ho mai pensato

Mostra i risultati (988 voti)
Gennaio 2022
Amazon introduce la consegna con la password
Parchimetri e pagamenti via codice QR, la truffa è servita
Norton e Avira generano criptovalute coi PC degli utenti
Chiude per sempre Popcorn Time, il netflix dei pirati
Digitale terrestre, riparte il balletto delle frequenze
BlackBerry addio, stavolta per davvero
Dicembre 2021
Il nuovo, vecchio e doppio laptop di Cassandra
L'app che “sgonfia” Windows 10 e 11
Il CEO di Vivaldi: “Microsoft è disperata”
Gli AirTag? Ottimi per rubare le auto
Microsoft ammette: SSD più lenti con Windows 11
Smart working: dall'emergenza alla normalità
Perché Intel accumula hardware obsoleto in Costa Rica?
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Novembre 2021
L'app va in crash, e la Tesla non parte più
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 19 gennaio


web metrics