Scarcerato il fondatore di MegaUpload

Kim Dotcom è libero su cauzione: non potrà navigare in Internet né allontanarsi troppo da casa.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 22-02-2012]

kim dotcom libero su cauzione

Dopo essersi visto negare per due volte la libertà su cauzione, Kim Dotcom, fondatore di Megaupload, è finalmente uscito dal carcere.

Non da uomo libero, naturalmente: le indagini su di lui sono ancora in corso e, pertanto, dovrà sottostare a una serie di restrizioni.

Dovrà infatti risiedere nella propria residenza di Coatesville (Nuova Zelanda), dalla quale non potrà allontanarsi per più di 80 km; per ogni spostamento all'interno di quel raggio dovrà comunque avvisare la polizia 24 ore prime.

Se il giudice ha deciso di rilasciare Kim Dotcom è perché la polizia sembra aver completato il sequestro dei suoi beni: a questo punto non ci sono più i mezzi perché il fondatore di Megaupload possa lasciare la Nuova Zelanda e sottrarsi così alla giustizia.

Dotcom continuerà quindi da casa la propria battaglia contro l'estradizione negli USA, e nel frattempo non potrà collegarsi a Internet: anche questo gli è stato vietato come parte delle condizioni per ottenere la libertà provvisoria.

Sondaggio
Per via delle leggi sulla condivisione di file e delle nuove forme di protezione anti-copia introdotte sui suporti digitali, i consumatori si trovano sempre più in difficoltà nella fruizione del materiale a cui sono interessati. Come andrà a finire?
I consumatori si rassegneranno a rispettare le leggi, per quanto assurde siano.
Le leggi diventeranno più tolleranti e le case saranno più rispettose dei diritti dei consumatori.
Assisteremo a uno scontro con arresti, processi penali e sfide all'ultimo crack tra chi applica il DRM e gli hacker.
Niente di tutto questo, le leggi rimarranno ma non verranno applicate.

Mostra i risultati (3518 voti)
Leggi i commenti (8)

Paul Davison, suo avvocato, ha cercato di opporsi, sostenendo che negargli l'accesso alla Rete sia come «dirgli che non può avere accesso al telefono», dato che Internet gli servirebbe per tenersi in contatto con i difensori che lavorano per lui in territorio statunitense.

Il procuratore Anne Toohey ha tuttavia ribattuto che tale divieto è indispensabile per evitare che Dotcom dia vita a una nuova versione di Megaupload, basata però in uno Stato in cui la legge non riesca a raggiungerlo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

Andrebbe a ledere i diritti di tutte quelle persone giuridiche che sono le corporazioni. E i diritti di queste persone vengono molto prima dei diritti delle persone reali.
24-2-2012 09:23

{Giona}
L`articolo cosi termina: "Il procuratore Anne Toohey ha tuttavia ribattuto che tale divieto è indispensabile per evitare che Dotcom dia vita a una nuova versione di Megaupload, basata però in uno Stato in cui la legge non riesca a raggiungerlo. " Ma come vogliono restringere e vietare canali e quant`altro e dicono di avere le... Leggi tutto
23-2-2012 20:10

"Il mondo è bello perché è vario"... :roll: Io quoto in toto la seconda, e spero riesca a tirar sù, in un server inattaccabile, un Megaupload 10 volte più grande... [img:8973b4b07d]http://img341.imageshack.us/img341/7662/ilovemegaupload.png[/img:8973b4b07d] Nel frattempo vado in giro con questa... =) Leggi tutto
23-2-2012 12:45

Il clamore dei media c'è stato ed è andato, ora non c'è più bisogno di tenerlo dentro. Gli auguro di riuscire a scappare e passare il resto della sua vita lontano su qualche paradiso terrestre.
23-2-2012 10:04

che foto fantastica! :D ps: a breve lo troveremo in vacanza in [INSERISCI_STATO_SENZA_ESTRADIZIONE]
23-2-2012 09:43

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Hai una carta fedeltà o di raccolta punti?
Ebbene sì, ne ho diverse. E non ci trovo niente di male.
Mi sono lasciato infinocchiare. Ne ho qualcuna e mi vergogno un po'.
Lungi da me!

Mostra i risultati (2551 voti)
Ottobre 2021
FreeOffice 2021, la suite gratuita compatibile con Microsoft Office
Apple presenta i MacBook Pro con il notch
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
I disservizi di Facebook costano a Mark Zuckerberg 6 miliardi
Pesa di più una chiavetta USB piena di dati o una vuota?
Settembre 2021
iPhone 14: un progetto completamente nuovo
Microsoft cede: Windows 11 si installa anche su hardware incompatibile
Windows 10, l'update di settembre impedisce di stampare
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 25 ottobre


web metrics