Dagli studi sulla mummia Oetzi nasce la medicina su misura

L'uomo del Similaun aveva gli occhi marroni, era intollerante al lattosio e rischiava l'infarto. Lo studio del suo DNA porterà benefici per la medicina.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 29-02-2012]

oetzi dna lattosio medicina su misura

Nonostante siano passati ormai oltre 20 anni dalla sua scoperta, la mummia del Similaun continua a fornire informazioni agli scienziati che la stanno studiando.

Le ultime scoperte si devono al completamento della mappa del suo DNA, effettuato a opera di un team di scienziati della Life Technologies di cui fa parte il genetista Timothy Harkins, il quale ha illustrato le scoperte.

Gli studi genetici hanno permesso di scoprire che Oetzi (questo il nomignolo affibbiato alla mummia) aveva occhi marroni e capelli castani, gruppo sanguigno 0 e soffriva di intolleranza al lattosio.

Inoltre, si è capito che i suoi antenati sono arrivati in Europa dal vicino oriente, e oggigiorno individui con elementi di DNA in comune con Oetzi si trovano solo in regioni isolate, come la Sardegna e la Corsica.

L'analisi del sistema cardiocircolatorio ha permesso di apprendere altre informazioni: l'uomo del Similaun aveva una predisposizione alle malattie cardiovascolari, come dimostrano le calcificazioni trovate nei vasi sanguigni.

Sondaggio
Recenti scoperte genetiche affermano che l'invecchiamento è controllabile e quindi potremo vivere tutti più a lungo. Cosa ne pensi?
E' una grande scoperta, sono contento di vivere più a lungo.
L'importante è poter vivere bene e in salute.
Trovo che la genetica si stia spingendo oltre i limiti umani.
Significa che dovremo tutti lavorare più a lungo e andare in pensione più tardi.
Questo contribuirà al sovraffollamento del pianeta.

Mostra i risultati (5557 voti)
Leggi i commenti (12)

Inoltre, sembra che soffrisse della malattia di Lyme, una malattia di origine batteria; tracce del DNA del batterio Borrelia burgdorferi, che la causa, sono state infatti trovate durante l'analisi del genoma di Oetzi.

Al di là delle informazioni sulla mummia, le tecniche di analisi del DNA adottate per Oetzi aprono la strada a nuove applicazioni mediche.

«I primi passi» - spiega Timothy Harkins - «potrebbero riguardare la possibilità di realizzare farmaci su misura e dosati in base al DNA della singola persona».

Inoltre, l'affinamento delle tecniche di sequenziamento del DNA antico permetterà di ottenere sempre maggiori conoscenze sui periodi più remoti, quando ancora non c'era la scrittura per tramandare gli avvenimenti.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Mappato il DNA più antico del mondo

Commenti all'articolo (5)

a me c'è una cosa nell'articolo originale che quadra poco e cioè la correlazione fra i sardi e le popolazioni neolitiche mediterranee, quando in Sardegna, almeno nel nuorese e nella zona di Orosei ci sono una gran parte di ceppi paleolitici, quindi risalenti a prima dell'arrivo dell'agricoltura.
8-3-2012 09:35

di niente... ma hai un mp
1-3-2012 13:17

Eratostene! Tutte queste cose sai! Di cos'è che sei professore? :D
1-3-2012 10:59

Grazie ;) Leggi tutto
1-3-2012 04:03

il fatto che sia molto vicino a corsi e sardi (e - aggiungo io - probabilmente ai baschi) e la presenza del gruppo 0 fanno pensare che l'area doive viveva Otzi non era stata ancora occupata dalle popolazioni neolitiche dedite all'agricoltura: sardi, corsi e baschi discendono più dagli abitanti dell'Europa pre - agriculturale, venuto dal... Leggi tutto
29-2-2012 16:58

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Durante un lungo viaggio in treno o in aereo, che cosa preferisci fare?
Ascoltare la musica
Chiacchierare coi vicini
Dormire
Giocare (con il notebook, il tablet, lo smartphone ecc.)
Guardare un film o una serie Tv
Guardare il panorama... o le hostess
Lavorare al computer
Leggere un libro, o un ebook
Navigare su Internet (vale solo in treno)
Telefonare (vale solo in treno)

Mostra i risultati (2432 voti)
Febbraio 2020
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Il browser per navigare sempre in incognito
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Come provare Windows 10X in anteprima, gratis
Windows 10, la patch causa più problemi di quelli che risolve
Gennaio 2020
Mummia di 3.000 anni torna a parlare
Microsoft per pietà aggiorna Windows 7
Agcom, due milioni di multa per Tim, Vodafone e Wind Tre
Windows 10: e adesso la pubblicità
Batterie al grafene, ormai ci siamo
Edge è morto, viva Edge (Chromium)
Il giorno della morte di Windows 7
The New Facebook, il social network cambia pelle
Samsung fa un balzo in avanti con il Galaxy S20
Dicembre 2019
Le peggiori password del 2019
Tutti gli Arretrati


web metrics