Apple, alla Foxconn le condizioni miglioreranno

Dopo la visita di Tim Cook e il rapporto di FLA l'azienda cinese promette sostanziali cambiamenti nelle condizioni di lavoro.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 30-03-2012]

tim cook visita cina foxconn condizioni

La Foxconn, l'azienda che assembla in Cina prodotti elettronici per molti clienti occidentali, è tornata al centro dell'attenzione.

Il primo motivo che ha portato gli occhi di tutti a puntarsi nuovamente sull'azienda è la visita di Tim Cook, CEO di Apple, a una fabbrica cinese: Apple è notoriamente uno dei clienti di Foxconn e, sulla spinta delle voci circa le condizioni disumane di lavoro che regnerebbero nelle fabbriche, ha indetto una campagna di indagini a opera della Fair Labor Association.

Il secondo motivo è che la FLA ha stilato un primo rapporto e lo ha reso pubblico, segnalando tutti i problemi rilevati all'interno degli stabilimenti presi in esame.

È emersa una situazione in cui gli operai lavorano 60 ore alla settimana con stipendi medi tra i 269 e i 340 euro, in condizioni di lavoro pericolose e con una politica per il pagamento degli straordinari (vengono pagate soltanto le mezz'ore complete passate in più al lavoro) discutibile.

La pubblicazione del rapporto ha fatto sì che la Foxconn si affrettasse a promettere cambiamenti: entro luglio 2013 le ore di lavoro settimanali scenderanno a 49, i salari saranno alzati e verranno costruiti nuovi alloggi per gli operati che vivono all'interno delle strutture dell'azienda in luogo dei dormitori attuali.

Sondaggio
Secondo te la riforma dell'articolo 18 proposta dal Governo...
Modernizzerà l'economia e creerà nuova occupazione. - 10.7%
Peggiorerà le condizioni di lavoro ed aumenterà la disoccupazione. - 65.3%
E' negativa ma necessaria, data la crisi economica nazionale e mondiale. - 6.8%
Non peggiorerà né migliorerà economia e lavoro in Italia. - 17.2%
  Voti totali: 3160
 
Leggi i commenti (42)

«Apple e si suoi fornitori hanno accolto le e nostre indicazioni e verificheranno pubblicamente le condizioni di lavoro rispetto a quanto evidenziato dal nostro report» ha dichiarato il presidente della FLA, che continuerà le proprie indagini concentrandosi ora su Quanta e Pegatron.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Apple, ancora lavoratori in condizioni disumane
Apple, anche Pegatron sfrutta i lavoratori

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è la più grande inquietudine che hai a casa e che la domotica potrebbe risolvere?
Sentirsi insicuri in casa quando si è lì da soli.
Che le persone lascino le luci accese quando non serve.
Dimenticarsi se le porte sono state chiuse a chiave o se le finestre sono state chiuse a dovere.
Familiari anziani non autosufficienti quando in casa sono soli.
Preoccuparsi della sicurezza quando siamo lontani.
Perdere tempo a girare per casa ad accendere o spegnere le luci.
Preoccuparsi che le attrezzature della cucina (per esempio il forno) siano state lasciate accese accidentalmente.
Preoccuparsi che la casa sembri vuota quando siamo lontani.
Possibili incidenti nelle zone della casa che non sono adeguatamente illuminate durante la notte.
La casa è troppo calda o troppo fredda per il dovuto comfort.

Mostra i risultati (955 voti)
Marzo 2020
Windows 10, l'aggiornamento causa problemi di connessione
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Il browser per navigare sempre in incognito
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Tutti gli Arretrati


web metrics