L'utente in vacanza, l'hacker in città

Mentre sei in vacanza, i cyber criminali continuano a lavorare. Sette consigli per una vacanza all'insegna della sicurezza.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 11-07-2012]

gdata

L'estate è arrivata e milioni di persone andranno in vacanza rimanendo collegate in Rete attraverso smartphone, tablet e PC portatili.

L'utilizzo delle reti Wi-Fi per la connessione a Internet è molto più frequente in vacanza dove raggiunge picchi dell'80% rispetto che a casa (25%), secondo quanto rivela uno studio condotto dalla Michigan State University.

Le reti pubbliche messe a disposizione dagli hotel, dagli Internet Café o negli aeroporti, per esempio, saranno molto utilizzate nei mesi estivi.

Sfruttando questa tendenza, i criminali informatici sono pronti a spiare e rubare i dati personali e bancari di chi accede agli hotspot pubblici.

G Data ha elaborato alcuni consigli che vanno dall'essere cauti nell'utilizzare le reti wireless pubbliche, all'evitare di fare online banking utilizzando queste reti.

Potrebbe anche succedere di smarrire il proprio dispositivo mobile: oltre a essere fastidioso, potrebbe risultare pericoloso se i cybercriminali entrassero in possesso di credenziali di account, numeri di carte di credito, dati privati, foto e via dicendo.

Molti gestori di Internet Café, riporta G Data, rinunciano all'utilizzo di soluzioni di sicurezza adeguate a causa dei costi che dovrebbero sostenere. I computer — privi di protezione — spesso sono infetti da spyware che rubano i dati degli ignari utenti che li utilizzano comunicandoli direttamente ai criminali informatici.

Rispondi al sondaggio qui sotto: qual è, secondo te, il miglior consiglio per una vacanza più sicura?

L'ultimo consiglio daccelo tu! Rispondi al sondaggio e partecipa alla discussione inserendo un commento, anche anonimamente senza registrazione, oppure iscrivendoti ai Forum di Zeus News.

Quale di questi consigli ritieni più importante per una vacanza all'insegna della sicurezza?
Aggiornare il sistema operativo, i programmi installati e le applicazioni, eliminando così eventuali falle di sicurezza già scoperte.
Evitare di usare WLAN pubbliche (in hotel, Internet Café, aeroporto...): solitamente sono protette in maniera inadeguata e i dati possono essere spiati. Meglio utilizzare una connessione mobile UMTS.
Evitare di fare online banking in vacanza e non scaricare o salvare dati personali e sensibili su Pc pubblici.
Creare un indirizzo ad hoc per inviare cartoline elettroniche via email, da disattivare al rientro qualora venisse compromesso.
Impostare una password all'accensione su smartphone e tablet e un PIN per lo sblocco della tastiera.
Fare il backup del notebook o del netbook che si porta in vacanza, crittografando i dati per limitare i danni in caso di furto.

Mostra i risultati (1511 voti)

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Hackerati gli hotel, rubate 20mila carte di credito

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 10)

Non ho votato perchè per me manca del tutto l'opzione giusta. Andarsene in un posto ameno senza nessun PC, smartphon o affine. :D
5-6-2014 00:02

Proporrei un'altra opzione: portarsi dietro una semplice chiavetta USB con una distro Live di Linux. Basterà poi usare un software per memorizzare le password (tipo Password Safe per linux) e si potrà sfruttare qualsiasi computer dal quale si possa far partire la Live. Si potrà così fare anche al banking online, se proprio non se ne può... Leggi tutto
18-3-2014 18:35

le ruote, il telaio, la carrozzeria, il parabrezza, i sedili Leggi tutto
15-5-2013 10:06

Mycrosoft Security Essentials, prodotto da M$ ma gratuito, al momento il miglior AV disponibile secondo i siti specializzati (basta una guglata perr trovare i link alle analisi) Mauro Leggi tutto
19-7-2012 16:12

e usare devirus comperati non i soliti freeware, le aziende che li fanno non stanno cambiando l'aria se son freeware qualcosa di diverso avranno da quelli che si vendono o no? :D
19-7-2012 15:44

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è tra questi il motivo più importante per connetterti e utilizzare una rete Wi-Fi pubblica?
Per poter usare Google Maps o altri servizi di Gps.
Nel caso in cui qualcuno debba mettersi in contatto urgentemente con me.
Per non consumare il mio piano dati.
Per poter utilizzare un social network come Facebook, Instagram, Snapchat o altri.
Per rimanere in contatto con i miei contatti di lavoro (il capo, i clienti, i colleghi ecc.).
Per utilizzare i servizi di streaming come Netflix, Google Music e simili.
Per consultare il mio conto corrente online / carte di credito / informazioni finanziarie.
Per rimanere in contatto con i miei figli / parenti.
Per usare o aggiornare le mie app di dating online.

Mostra i risultati (607 voti)
Ottobre 2017
Il ransomware per Android che blocca lo smartphone due volte
Il falso Adblock che ha ingannato decine di migliaia di utenti
Windows Media Player sparisce da Windows 10
Disqus violato, rubati i dati di 17,5 milioni di utenti
Il caso dell'iPhone 8 che si gonfia mentre è in carica
Gli auricolari di Google che traducono le conversazioni in tempo reale
La falla in Windows Defender che a Microsoft non interessa
Con un salto quantico, Firefox diventa più veloce di Chrome
Settembre 2017
Internet Explorer spiffera quel che digitiamo nella barra
Windows, gli ultimi aggiornamenti bloccano gli account utente
Violazione di CCleaner, guai più gravi del previsto
Il primo smartphone con Linux davvero libero
Falla nel Bluetooth, vulnerabili 5 miliardi di dispositivi
Se il robot sessuale diventa un terminator
I consigli di Linus Torvalds per gli hacker
Tutti gli Arretrati


web metrics