Foxconn, scoppia una rivolta

Nella fabbrica degli iPhone 5, tafferugli hanno coinvolto 2.000 dipendenti e richiesto l'intervento della polizia.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 24-09-2012]

foxconn taiyuan riot

Una rivolta, una protesta, una disputa tra operai che, in seguito, è degenerata: sono queste le spiegazioni fornite finora dalle diverse fonti circa i disordini scoppiati all'interno di un dormitorio della fabbrica Foxconn di Taiyuan.

L'impianto, che dà lavoro a circa 79.000 persone, è lo stesso che di recente è diventato famoso - o famigerato - in seguito al reportage di un giornalista cinese, grazie al quale sono emerse le condizioni disumane in cui sono prodotti i dispositivi, in particolare i case degli iPhone 5.

Secondo quanto rivelato da Foxconn all'agenzia Reuters, il tutto sarebbe nato domenica sera verso le 23.00 (ora locale) e all'origine ci sarebbero dispute tra operai che lavorano a diverse linee di produzione.

Gli scontri sarebbero degenerati sino a diventare fisici e richiedere l'intervento della polizia, la quale sarebbe riuscita a riportare l'ordine soltanto verso le tre del mattino.

Secondo l'agenzia cinese Xinhua News Agency, invece, le cose sarebbero andate maggiormente per le lunghe e l'intervento della polizia, forte di ben 5.000 agenti, avrebbe ottenuto successo soltanto verso le nove di questa mattina.

Resoconti non ufficiali sostengono che i disordini sarebbero cresciuti sino a coinvolgere circa 2.000 persone: ciò spiegherebbe il massiccio dispiegamento di agenti.

Sondaggio
Quale di questi grandi trend dominerà maggiormente il mercato dell'Information & Communication Technology nei prossimi due anni?
Cloud Computing
Mobility
Virtualizzazione
Sicurezza e Risk Management
Energy Efficiency
Business Intelligence
Big Data

Mostra i risultati (1364 voti)
Leggi i commenti (4)

Louis Woo, portavoce di Foxconn, in ogni caso ha fatto sapere che l'impianto per oggi, e forse anche per i prossimi due giorni, resterà chiuso mentre la polizia accerta le cause dell'incidente, in conseguenza del quale tra le 10 e le 40 persone sarebbero rimaste ferite.

Secondo alcune voci all'origine di tutto ci sarebbe una lite scoppiata tra un dipendente e un addetto alla sicurezza; i tafferugli sarebbero iniziati quando l'agente ha preso a picchiare il dipendente.

Foxconn sottolinea che il dormitorio è di proprietà di terze parti, e da queste gestito, come per evitare di assumersi responsabilità; tuttavia, se le condizioni di lavoro e di vita sono quelle descritte dal giornalista cinese, è difficile pensare che tutto ciò non influisca sull'umore e sullo stress delle persone che lavorano per Foxconn.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
I dispositivi Alexa? Li fabbricano ragazzini cinesi di notte
Foxconn, l'iPhone 5 è prodotto in condizioni disumane

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 9)

@Roberto1960 Concordo con la tua considerazione, mi trovo solo in parziale disaccordo con l'ultima frase: non siamo lungi da questa consapevolezza ma la maggior parte degli uomini sta andando nella direzione opposta. :cry:
30-9-2012 19:28

Sì, esaminando la vicenda Foxconn non si può che concludere questo. Io credo che dovremmo cominciare anzitutto a capire che non è la metastasi (il capitalismo globalizzato) a dover essere salvato, quanto piuttosto il paziente (i popoli e le loro economie). Ma pare che siamo ancora ben lungi da questa consapevolezza... Leggi tutto
26-9-2012 15:47

La confusione è grande sotto il cielo ... la situazione è ottima! (presidente Mao Tsedong) :old:
25-9-2012 14:55

Questione di poco ancora. Questa è una civiltà profondamente perversa. Per questo è senza speranza. Come si fa a salvare una metastasi? :?
25-9-2012 13:38

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Scegli una risposta e poi leggi questa pagina.
E' nato prima il telefono
E' nato prima il fax

Mostra i risultati (1844 voti)
Settembre 2019
Gli utenti hanno il diritto di rivendere i giochi comprati su Steam?
Gli USA scaricano Huawei e sui portatili arriva Linux Deepin
Falla nelle SIM, vulnerabili 1 miliardo di telefoni
La Francia non vuole Libra in Europa
Il bug di Windows 10 che tinge di rosso gli screenshot
Antibufala: le foto di raggi spaziali che causano incendi nei boschi
Lo smartphone etico attento alle persone e al pianeta
Storie di hacker, campeggi e libertà
USB 4 è ufficiale e raggiunge i 40 Gbit/s
5 consigli (più uno) per non farsi lasciare a piedi dal PC
La lotta al ransomware procede silenziosa ma con successo
La maledizione dei connettori USB
Agosto 2019
GIMP è un insulto: sviluppatori ribelli fondano il fork Glimpse
Sextortion, il malware che registra davvero chi guarda video a luci rosse
Misteriosa malattia colpisce i fumatori di sigarette elettroniche
Tutti gli Arretrati


web metrics