Eletto in Svizzera il primo Sindaco Pirata

Ha ottenuto il 63% dei voti nella piccola città di Eichberg.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 25-09-2012]

alex arnold sindaco pirata

È stato salutato come il successo più concreto dopo i due seggi conquistati al Parlamento Europeo: in Svizzera, nella cittadina di Eichberg, il nuovo sindaco appartiene al Partito Pirata.

Il Partito Pirata Svizzero esiste appena da tre anni ed è comprensibile la voglia di festeggiare.

Il trentunenne Alex Arnold, nuovo sindaco di Eichberg, ottiene il posto di sindaco in un piccolo comune (meno di 1.500 abitanti) ma per Rick Falkvinge, fondatore del primo Partito Pirata in Svezia, l'importanza dell'avvenimento non è data dalle dimensioni della cittadina conquistata.

La maggioranza (il 63% dei voti, per la precisione) ottenuta da Arnold è infatti considerata un motivo di ispirazione per gli altri partiti pirata: «Continuo a vedere un interesse crescente nella nostra prospettiva e nelle nostre idee» ha dichiarato Falkvinge.

«Sebbene essere un pioniere alle volte significhi incontrare una strada senza uscita che ti costringe a tornare indietro e a provare un'altra via, ci sono anche momenti di assoluta vittoria da celebrare. Questo è uno di quei momenti» ha continuato il fondatore del Partito Pirata svedese.

Sondaggio
Alle prossime elezioni, voteresti il Partito Pirata, per le libertà digitali?
No, perché ho già un partito preferito. - 13.3%
Sì, perché è quello che ci vuole per difendere la libertà della Rete, e gli altri partiti sono vecchi. - 65.7%
No, perché credo che su questi temi ci si debba battere fuori dalle istituzioni. - 10.1%
No, perché ho deciso di non andare a votare. - 10.9%
  Voti totali: 3441
 
Leggi i commenti (40)

Per quanto riguarda il governo di Eichberg, ciò che sarà al centro dell'operato di Arnold sarà la trasparenza di ogni atto e il rispetto della privacy dei cittadini.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

Concordo anch'io con le considerazioni di Zorro. In quanto all'esterofilia italiana è un male cronico della nostra nazione che sicuramente ne mina fortemente la coesione ed il successo. :cry:
29-9-2012 15:09

Dosi omeopatiche. Sicuramente. Con tutte le fughe reiterate, plurigenerazionali, di cervelli all'estero, mi stupirebbe il contrario. Ricambio i saluti. :ciao:
29-9-2012 01:13

E' proprio vero che siamo esterofili; tutto ciò che viene o avviene in altri paesi è interessante, anche se a casa nostra abbiamo di meglio e non lo apprezziamo o non a sufficienza. Mi pare che questi atteggiamenti spiegano molte cose sul nostro modo di essere e sulle situazioni che stiamo vivendo. Di ciò che viene da fuori c'informiamo... Leggi tutto
29-9-2012 01:00

Concordo pienamente e, per i link, direi che, per fortuna, ci sono anche pirati ragionevoli. :wink: Se non ce ne fossero, sarebbe da scappare su Marte. :lol: Leggi tutto
26-9-2012 17:16

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Dal 2013 è obbligatoria l'iscrizione online per le prime classi di tutte le scuole. Secondo te...
E' giusto e da Paese civile.
Molte famiglie saranno in difficoltà perché non hanno la connessione o non navigano in Internet.
Va bene ma ci vuole un supporto per le famiglie che ancora non navigano in Rete.

Mostra i risultati (1628 voti)
Ottobre 2022
DALL-E diventa libero e gratuito: immagini sintetiche per tutti
Settembre 2022
Google ti avvisa se i tuoi dati finiscono nel web
La “tanica di benzina” per le auto elettriche
La strana storia dell'utente HME2 di Arpanet
LibreOffice diventa a pagamento
2022, fuga dall'open source
Dati a spasso nel cloud
Di chi sono i tuoi dati quando muori?
Smartphone, l'UE vuole pezzi di ricambio disponibili per almeno 5 anni
Ex designer di Microsoft demolisce il menu Start di Windows 11
Auto Hyundai “hackerata”
Agosto 2022
Genitori indagati dopo aver mandato foto dei figli ai medici
DuckDuckGo, la protezione delle email è per tutti
Il computer portatile economico che fa a meno del monitor
Microsoft avvisa: attenzione all'aggiornamento KB501270
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 7 ottobre


web metrics