Telelavoratori rivendicano diritto di stare a casa

Il CEO di Yahoo aveva detto basta al telelavoro per aumentare la produttività.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 12-03-2013]

marissa mayer

Continua proprio a non piacere l'ultima decisione di Marissa Mayer, CEO di Yahoo da circa sei mesi.

Dopo aver accumulato consensi intorno a sé ed essere riuscita a risollevare la società, la Mayer sta ora incontrando una feroce opposizione al piano di rientro in azienda dei dipendenti che operano da casa.

Per il CEO, troppi di questi hanno approfittato della libertà concessa loro, utilizzando buona parte del tempo per lavorare a progetti personali e lasciando a Yahoo soltanto le briciole delle proprie energie.

Così, da giugno, tutti dovranno tornare a lavorare negli uffici della società; chi non vorrà adeguarsi dovrà semplicemente andarsene.

Mentre i dipendenti di Yahoo protestano, anche altre aziende cominciano a pensare che la mossa di Marissa Mayer non sia sbagliata: la prima è stata Best Buy, la quale ha deciso di seguire l'esempio di Yahoo e far rientrare i telelavoratori.

Sondaggio
Preferiresti lavorare da casa piuttosto che andare in ufficio?
S, ma in azienda non me lo permettono.
No.
S, ma solo alcuni giorni alla settimana.
S, ma solo alcuni giorni al mese.
Sono costretto a farlo ma preferirei di no.
Non lo so.
Non ho un lavoro.

Mostra i risultati (2291 voti)
Leggi i commenti (17)

Per sostenere la tesi di chi lavora da casa - secondo la quale l'ambiente domestico favorirebbe la produttività, consentendo di lavorare in maniera più rilassata, stando spuntando in Rete molte guide che indicano come gestire il proprio tempo.

Le regole di base sono piuttosto ovvie: fissare degli orari di lavoro e rispettarli scrupolosamente, fare qualche pausa che consenta di mantenere la mente fresca, e tenersi comunque in contatto con i colleghi tramite i molti strumenti che la tecnologia mette a disposizione.

Se non si rispettano queste regole si rischia di dare ragione alla ricerca condotta da Evolv, secondo la quale dopo 90 giorni di lavoro da casa la produttività cala inesorabilmente a causa delle distrazioni.

Di contro, secondo uno studio analogo condotto dalla Stanford University, chi lavora da casa riesce a produrre in media il 13% in più e ha maggiori soddisfazioni professionali.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
La legge sullo smart working? È un bluff
Vodafone lancia lo smart working per 3.100 dipendenti
Destinazione Italia incentiva telelavoro, Telecom in prima linea
Yahoo, basta telelavoro: i dipendenti producono poco e male
Yahoo! acquisisce Alike e punta sulla personalizzazione
Panico per gli utenti di Yahoo! Mail
Yahoo, CEO lascia per bugie su laurea e per salute

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)


Senza avere dati oggettivi e veritieri sull'efficienza dei telelavoratori di Yahoo mi sembra molto difficile dare un giudizio sereno sulla vicenda, il problema che, temo, sia Yahoo che i lavoratori riuscirebbero a fornire dati a sostegno delle rispoettive tesi... :?
14-3-2013 19:12

Infatti il telelavoro funziona con i compiti scadenzati. Alla Yahoo i dipendenti in telelavoro contestano proprio questo: Loro rendono di pi! Ciao
13-3-2013 13:46

Bh, basterebbe mettere su un project manager dando delle durate sensate ai vari task e ai vari progetti. Se non ne rispetti lo scadenziario, significa che stai lavorando male... Invece di farti rientrare in azienda (quindi comunque costi superflui), ti licenzio. Idem per quelli che lavorano in ufficio. Il fancazzismo tale e quale... Leggi tutto
13-3-2013 12:22

Non sono imprenditori ma manager!!! La cosa completamente diversa caro Merlin... Ciao
13-3-2013 02:09

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual secondo te il problema principale dei call center?
Tempi di attesa troppo lunghi
Mancanza di coordinamento tra settore tecnico e amministrativo
Personale scortese
Personale incapace
Personale capace, ma non addestrato adeguatamente

Mostra i risultati (3517 voti)
Agosto 2019
Il cavo USB che permette di violare qualsiasi iPhone
Matteo Salvini condannato per violazione del diritto d'autore
Falla nelle fotocamere digitali, si rischia un'epidemia di malware
iPhone, cambiare la batteria diventa ancora più difficile
Datadrifter: motore di ricerca per bucket di Google Cloud trova dati privati a palate
Lo smartphone senza Android di Huawei arriverà entro la fine dell'anno
Facebook cambia nome a Instagram e WhatsApp
L'85% di tutti i Bitcoin è già stato generato
La carta di credito di Apple debutta in agosto
Luglio 2019
Windows 10, arriva il ripristino via Internet
Il condizionatore portatile di Sony da indossare sotto i vestiti
5G, miti da smontare e paure pilotate
VLC, panico nel Web per una falla estremamente grave
La criptovaluta di Facebook è una manna per gli scammer
Microsoft: Windows 10 è il migliore Windows di sempre
Tutti gli Arretrati


web metrics