HTC Butterfly S, potenza ed elevata autonomia

Il nuovo smartphone di punta di HTC offre un processore quad core, schermo da 5 pollici Full HD e una batteria capiente.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 19-06-2013]

htc butterflys pearl

HTC ha svelato il nuovo modello di punta della propria linea di smartphone: il Butterfly S.

Si tratta di un aggiornamento del primo Butterfly e, come questo, offre uno schermo da 5 pollici con risoluzione di 1920x1080 pixel che lo rende in effetti più un phablet che un semplice smartphone.

Cuore del dispositivo è il processore quad core Snadragon 600 a 1,9 GHz, accompagnato da 2 Gbyte di RAM; la memoria interna ammonta a 16 Gbyte (espandibile via microSD) mentre la batteria è da 3.200 mAh.

La dotazione hardware comprende una fotocamera anteriore da 2,1 megapixel e una fotocamera posteriore UltraPixel da 4 megapixel che supporta il software HTC Zoe, in grado di creare mini-video di 30 secondi a partire dalle immagini scattate.

Particolarità di questo prodotto è poi la presenza di altoparlanti stereo frontali BoomSound. Il sistema operativo è Android 4.2 Jelly Bean con interfaccia HTC Sense 5.

Sondaggio
Che cos'Ŕ che valuti maggiormente quando acquisti uno smartphone?
La dimensione dello schermo
Il processore
La durata della batteria
Il prezzo
La velocitÓ di connessione

Mostra i risultati (3893 voti)
Leggi i commenti (15)

HTC Butterfly S sarà in vendita a partire da luglio a Taiwan a un prezzo che si aggirerà intorno ai 700 euro, mentre la disponibilità nel resto del mondo non è stata ancora annunciata.

Qui sotto, il video di presentazione.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
HTC One Max, il phablet Android col lettore di impronte digitali
Lumia 1520, il phablet di Nokia in anteprima
Xperia Z Ultra, il phablet potente e impermeabile
HTC non produrrà tablet 12" con Windows RT: poca domanda
HTC One arriva in Italia
Il telefono col display Full HD
HTC lancia One X+ con Android 4.1

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Immaginiamo un mondo popolato dalle auto di Google: senza pilota, senza sterzo e senza pedali. Qual Ŕ il maggior svantaggio? (vedi anche i vantaggi)
L'auto di Google Ŕ veramente brutta! Pi¨ che un auto Ŕ un'ovovia.
Ci toglierÓ il piacere di guidare e la nostra vita sarÓ un po' pi¨ triste.
AvrÓ un costo non sostenibile per la maggior parte degli utenti.
Ci sarÓ maggior traffico: con un'auto senza pilota il trasporto privato verrebbe incentivato rispetto al trasporto pubblico.
Il Gps incorporato potrebbe non essere efficiente, costringendoci a fare percorsi pi¨ lunghi o pi¨ lenti o addirittura non portandoci mai a destinazione.
Ho timori soprattutto per la privacy: le auto di Google potranno collezionare dati su come mi sposto e quando.
In caso di incidente con nessuno al volante, non Ŕ chiaro di chi sarÓ la responsabilitÓ civile. E a chi tocca pagare l'assicurazione? All'utente o a Google? O allo Stato?
SarÓ esposta ad attacchi hacker o terroristici: di fatto avremo minore sicurezza sulle strade.
Se il sistema prevede un urto inevitabile, potrebbe trovarsi di fronte a scelte etiche insormontabili. Uccidere un anziano o un bambino? Due uomini o un bambino? Un uomo o una donna? Uscire di strada o urtare altri veicoli o pedoni? Andare addosso a un SUV o a un'utilitaria?
Rispetto alle auto tradizionali impiegheranno troppo tempo ad arrivare a destinazione, non potendo superare i limiti di velocitÓ o fare manovre azzardate.
I tassisti non esisteranno pi¨: giÓ immagino le loro legittime proteste.

Mostra i risultati (1887 voti)
Agosto 2020
Che cosa succede dentro a uno pneumatico quando si viaggia?
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Tutti gli Arretrati


web metrics