Android, un sistema frammentato

Centinaia se non migliaia di dispositivi, otto versioni dello stesso sistema e decine di dimensioni per lo schermo: la frammentazione è sia la forza che la debolezza del sistema di Google.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 15-10-2013]

android fragmentation

È la forza e la debolezza di Android, la ragione del suo successo e, almeno in parte, il motivo per il quale non tutto funziona sempre correttamente: la frammentazione dell'ecosistema.

Sebbene le marche più famose attirino l'attenzione dei più, il panorama dei dispositivi con Android è particolarmente variegato, tanto che non è possibile definire con precisione come dev'essere fatto uno smartphone (o un tablet) Android.

Siamo all'opposto della strategia di Apple: se un iPhone è un prodotto ben definito (ne coesistono poche versioni allo stesso tempo) e così pure un iPad, nel mondo Android ci sono tanti dispositivi, tanti produttori, tante versioni del sistema operativo contemporaneamente in circolazione.

Ciò comporta, da un lato, il fatto che lo sviluppo di app per Android in grado di funzionare egualmente bene su tutti i prodotti con il sistema di Google è una sfida notevole, sicuramente dispendiosa in termini di tempo e impegno.

Sondaggio
Qual è la tua piattaforma mobile preferita?
Windows Phone
Android
iOS (iPhone)
BlackBerry OS (Rim)
Symbian
Ubuntu o altro Linux
Bada

Mostra i risultati (4409 voti)
Leggi i commenti (11)

Dall'altro lato, però, bisogna riconoscere che tale frammentazione offre agli utenti una possibilità di scelta estremamente ampia: non è necessario acquistare smartphone da svariate centinaia di euro per gustare Android; esistono molte alternative economiche anche se, fatalmente, con buona probabilità non avranno l'ultimissima versione del sistema.

Nella prossima pagina un'analisi dettagliata.

Ti invitiamo a leggere la pagina successiva di questo articolo:
Samsung svetta su tutti i concorrenti

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Google standardizzerà i chipset Android
Il logo di Android si ispira a quello dei bagni pubblici

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 14)


@pentolino hai ragione, ho omesso che a penso il discorso dell'articolo sia a tema schermi perché l'utente medio non comprenderebbe altro, del resto questo tipo di semplificazioni giornalistiche è decisamente "pericoloso"... @{W3C_PDB} Non sono interessato a Replicant perché non sono interessato ad Android. Apprezzo la sua UI... Leggi tutto
15-11-2013 15:55

{W3C_PDB}
@spacexplorer ringrazio per la risposta, ma anzichè dire a me queste cose, perchè non hai letto link[/url] ? Perchè non segui irc.freenode.net #replicant ? Parleresti direttamente con lo sviluppatore paulk-desktop (Paul) e con GNUtoo (Denis). Inoltre ti rendo noto che ultimamente la Free Software Foundation, mi ha chiesto chi... Leggi tutto
12-11-2013 03:32

@spacexplorer Sono d'accordo, ma appunto limitavo la mia considerazione agli schermi; personalmente odio il bloatware che citi e per questo o prendo Nexus o installo una ROM priva di quelle porcherie. Lo sviluppo drag and drop, soprattutto se corroborato dalla mitica frase "nessuna competenza di programmazione necessaria" è... Leggi tutto
11-11-2013 10:57

Non ci siamo capiti: io sostengo che le lamentele non siano per le diverse risoluzioni e dimensioni fisiche degli schermi ma per le diverse versioni dell'ambiente in cui l'app gira. Samsung ha la sua distro di Android, TouchWiz; HTC ha la sua "Sense", Motorola (h)a(veva) la sua MotoBlur ecc senza dimenticare le ulteriori... Leggi tutto
11-11-2013 10:42

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Sei favorevole all'utilizzo dei tablet al posto dei libri di scuola?
Sì. L'iPad con i libri multimediali è una figata.
No. È una spesa in più a carico delle famiglie.
Sì. Salviamo gli alberi e inquiniamo con l'e-garbage.
No. I tablet hanno un'obsolescenza tecnologica che galoppa: dopo cinque anni, usati tutti i giorni, sarebbero completamente da buttare.
Sì. Cambia la forma ma non la sostanza e la qualità dell'insegnamento.
No. Gli studenti non imparerebbero più a prendere appunti su carta, a scrivere e a fare i conti a mente.
Sì, ma dalle scuole medie in avanti: alle elementari un bambino dovrebbe imparare a leggere su libri veri. Dovrebbe imparare a consultare l'indice in fondo al libro e a cercare dei documenti in una biblioteca vera e organizzarli, non a fare copia e incolla da internet.
No. Gli stessi docenti, in molti casi, non avrebbero la più pallida idea di come utilizzarli. Per non parlare del Ministero che dovrebbe decidere quali programmi si devono o non si devono usare.

Mostra i risultati (2451 voti)
Novembre 2019
Bug in Firefox, truffatori già all'opera
Quattordicenne risolve il problema dei punti ciechi nelle auto
Ottobre 2019
Il grande database della cacca cerca volontari
Google, i domini .new diventano scorciatoie
Wind Tre, con l'anno nuovo aumentano le bollette
Omessa custodia del cellulare, sanzionata l'insegnante del post anti-Arma
Smartphone e batteria, con la modalità scura si risparmia davvero
Il Galaxy S10 si sblocca con qualsiasi impronta
Windows 7 a fine vita, Microsoft importuna coi pop-up
Linux, seria falla nel comando sudo
Il sistema operativo per sopravvivere all'Apocalisse
Pegasus, la nuova interfaccia di Windows 10
Dal papà di Android uno smartphone radicalmente diverso
Otto mesi di carcere per chi rivelò gli stipendi d'oro sindacali
Windows, l'aggiornamento impedisce di stampare
Tutti gli Arretrati


web metrics