Digital identity, quando l'abito non fa il monaco

Le informazioni digitali non sempre rispecchiano la realtà. Come è possibile gestirle?



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 27-05-2014]

suora

Vi siete mai trovati di fronte alla descrizione su Internet di una persona (o di un'azienda o di un'orga- nizzazione) che realmente conoscete o con cui avete collaborato? Quanto di ciò che avete letto rispecchia la realtà?

Sono domande, che se non direttamente, anche inconsciamente ci siamo fatti un po tutti. E' inverosimile il lifting digitale che può essere messo in atto in questo ambito.

Nell'era in cui l'immagine la fa da padrone, il web raccoglie contenuti rappresentativi dei vari soggetti che spesso poco si sposano con la realtà delle cose. Eppure, un primo screening di giudizio viene fatto utilizzando le informazioni presenti in internet.

Ciò porta in prima battuta a escludere realtà (ormai poche a dire il vero) che non hanno una presenza digitale attiva, dall'altro a pompare l'immagine di chi, particolarmente attento al fenomeno, ne cura gli aspetti, ma spesso con informazioni al limite della decenza.

C'era un tempo in cui l'identità era rappresentata da un numero telefonico e un indirizzo; oggi però con l'avvento di internet, dei social media, del cloud, l'identità (o per meglio dire la digital identity) è diventata molto complessa da gestire.

Ogni nostro accesso al web, ogni nostra azione è monitorata, gestita e archiviata, al fine di produrre informazioni strutturate da poter commercializzare.

Non a caso le maggiori società del web fanno business principalmente con la segmentazione, la strutturazione, l'analisi e la vendita delle informazioni raccolte attraverso i servizi forniti gratuitamente all'utente finale.

La raccolta di informazioni è effettuata a tutti i livelli dal primo stadio di connessione, fino all'ultimo servizio utilizzato nel web. Le tecniche utilizzate a tal scopo sono molteplici ma tutte hanno il solo scopo di acquisire informazioni.

La questione della possibilità di gestione della presenza digitale in rete diventa quindi di notevole rilevanza, ed è lecito chiedersi: vi è una qualche possibilità di avere il controllo sulle nostre informazioni?

Sondaggio
Come passi maggiormente il tuo tempo online?
Sui social network
Leggendo e scrivendo email
Guardando filmati
Cercando e leggendo informazioni
Giocando online
Leggendo i blog
Sui forum
Ascoltando musica e radio online
Leggendo quotidiani e riviste
Altro (specificare nei commenti)

Mostra i risultati (1942 voti)
Leggi i commenti (9)

La risposta è no, almeno non direttamente. Non esiste oggi un modo organizzato e trasparente che ci consenta di eliminare integralmente e in via definitiva i nostri contenuti dalla rete.

Malgrado esistano alcuni servizi che provino in qualche modo ad arginare il fenomeno della proliferazione dei contenuti che ci riguardano, essi non riescono in alcun modo ad eliminare o a gestire la mole di informazioni che ci rappresentano sul web.

Un esempio di quanto questo meccanismo sia efficace lo ritroviamo nel riscontro che c'è tra la nostra attività sul web e la pubblicità che spesso ci viene offerta durante la normale navigazione. Con una puntualità che definiremmo quasi preoccupante, i nostri interessi nel web si trasformano in prodotti pubblicitari che ci vengono offerti.

A più livelli la nostra identità digitale precede il nostro essere realmente, al punto tale da formalizzare una tendenza oramai largamente diffusa nell'individuare e ricercare informazioni che nell'insieme formano un giudizio che spesso è alterato rispetto alla realtà.

Associazioni, aziende, professionisti e utenti comuni sempre più spesso rimangono incastrati in un meccanismo d'informazione che altera la reale percezione di ciò che ci circonda, subendone gli effetti non più governabili.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (3)

Esagerato! Per così poco? :D Vuoi dire che un po' di pubblicità abbia fatto già dei morti? Certo la seccatura mentre navighi ma basta premunirsi...ehm...non si può dire... Che poi, aziende e persone, vogliano dare l'immagine migliore di loro stessi, anche se non reale...è cosa risaputa. Sta nell'utente poi accertarsi che il profilo... Leggi tutto
29-5-2014 10:32

e invece io... sono un fake nel mondo reale. :malol: :malol: :malol: anni e anni di navigazione e non ho ancora visualizzato una sola pubblicità di qualcosa che mi interessi. persino sgooglazzare è diventato complicato, quando cerco informazioni non sono mai nelle prime tre pagine dei risultati offerti.
28-5-2014 21:26

E' il nuovo Grande Male dell'umanità. Ogni epoca ha il suo. Speriamo solo che questo non sia il male terminale.
28-5-2014 14:41

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
La tecnologia attuale rende già possibile avere dei ''superpoteri'' che un tempo sembravano appannaggio solo dei personaggi di fantasia. Quale non vedi l'ora di avere?
La capacità di respingere i proiettili, come Superman.
La resistenza alla fatica e alle ferite, come Batman.
Il "senso di ragno" di Spider-Man.
L'armatura di Iron Man.
L'invisibilità, come la Donna Invisibile.
Il "senso radar" di Daredevil.
La telecinesi, come Jean Grey degli X-Men.
Il governo dell'elettricità, come Fulmine Nero.
La vista di Robocop.

Mostra i risultati (2062 voti)
Ottobre 2020
Gasolio addio, FS vuole i treni a idrogeno
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Windows 10, Pc riavviati a forza per installare le web app di Office
Quel motivetto che hai in testa? Se lo fischietti, Google lo indovina
YouTube pronta a far guerra ad Amazon
Le cipolle troppo sexy per Facebook
Smishing, i consigli per non cadere nel tranello
Arrestato per recensioni online negative di un albergo
Windows 10, arriva l'installazione personalizzata
Il sito che installa tutte le app essenziali per Windows 10
Covid-19, casi sottostimati per colpa di Excel
Il furto automatico del PIN della carta di credito
Windows 10 avvisa l'utente se un SSD sta per morire
Windows 10 e i driver che vengono dal passato
Settembre 2020
Se tutte le auto fossero elettriche, quanta energia in più servirebbe?
Tutti gli Arretrati


web metrics