Mega, tribunale Roma sospende la censura

Sproporzionato bloccare un intero sito per dei file.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 10-10-2014]

mega sbloccato italia

Mega è tornato: il popolare sito di hosting creato da Kim Dotcom, censurato in Italia dallo scorso luglio, ora è di nuovo accessibile.

Il blocco interessava non soltanto Mega ma, in totale, riguardava ben 24 siti tra cui il maggiori fornitore russo di servizi email, Mail.ru (che poi era tornato accessibile dopo qualche giorno).

Tutto era iniziato quando un piccolo distributore indipendente di film si era rivolto al Tribunale per chiedere un intervento contro la condivisione illegale di due sue pellicole; il giudice aveva così deciso di bloccare non solo i link in violazione, ma interamente i siti che li contenevano.

Molti di questi siti avevano subito presentato ricorso e, finalmente, è stata data loro ragione.

Come spiega Fulvio Sarzana, avvocato che ha rappresentato alcuni di questi siti, il Tribunale di Roma ha riconosciuto che la decisione di bloccare interi domini era «del tutto sproporzionata» poiché danneggiava «milioni di utilizzatori legittimi quando la violazione del diritto d'autore riguarda alcuni link».

Sondaggio
Alla luce dei recenti sviluppi della situazione in Ucraina, si parla di embargo di generi alimentari, blocco di visti e congelamento di beni, tralasciando che molti software russi (per esempio un noto antivirus) sono installati su migliaia di Pc e che numerose società fanno disaster recovery e business continuity in Russia. Secondo te...
Le sanzioni sono opportune. - 17.0%
Le sanzioni non servono a niente. - 32.8%
Non ha senso creare sanzioni quando moltissime aziende sono interconnesse (anche senza saperlo) con la Russia. - 50.2%
  Voti totali: 442
 
Leggi i commenti (12)

Inoltre Mega, così come altri fornitori di servizi analoghi, ha delle politiche molto rigorose per quanto riguarda la rimozione di contenuti che violano il diritto d'autore e anche questo elemento, come sottolineato ancora da Sarzana, è stato usato dal giudice per delegittimare il sequestro dei siti.

«Il Tribunale ha quindi chiarito che il sequestro e quindi l'inibizione ad opera dei provider, deve, in linea di principio, essere limitato solo ai file che consentono la visione dei filmati protetti dal diritto d'autore» scrive l'avvocato spiegando i motivi che hanno spinto i giudici a questa retromarcia.

A questo punto viene spontaneo chiedersi se questa decisione non possa ora influenzare le azioni dell'AGCOM che anche di recente ha disposto il blocco di interi siti, come nel caso di Demonoid: è evidente che una decisione del genere è in contrasto con quanto appena stabilito dal Tribunale di Roma e si configura come un'ennesima azione sproporzionata.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 8)

Che io sappia no ma... siamo in Italia per cui non sempre è bene dare per scontato che una modalità operativa venga sempre e comunque rispettata da tutte le entità che dovrebbero farlo. :wink:
20-10-2014 15:14

Generalmente? Ci sono casi di tipo differente? :?
20-10-2014 14:53

Generalmente è così.
20-10-2014 08:12

Ahhh!! Allora, se firefox mi dice che non riesce più a contattare un server, è proprio il server che ha dei problemi di suo. Affitto scaduto, disco rotto, et similia.
20-10-2014 02:07

Normalmente quando un sito viene bloccato dall'autorità giudiziaria o dalla polizia postale, quando si tenta di accedere ad esso, si viene rediretti ad una pagina che informa del'avvenuto blocco. Ovviamente tutto ciò funziona se si utilizzano i DNS del proprio provider italiano, se si utilizzano i DNS di Google o di OpenDNS per esempio... Leggi tutto
19-10-2014 09:54

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Secondo te, in quale di questi campi la realtà aumentata potrebbe portare più innovazione?
Medicina
Beni culturali
Videogiochi
Entertainment
Architettura
Altro (specificare nei commenti)
Realtà de che?

Mostra i risultati (2927 voti)
Agosto 2022
WhatsApp, arriva il blocco degli screenshot
Le chiavi dell'auto? Al sicuro nel microonde
Intel, 5 miliardi per costruire uno stabilimento in Italia
E Spot prese il fucile
Gmail, la nuova interfaccia adesso è per tutti
Luglio 2022
Istruzioni per il voto: la busta
Il Tribunale di Milano ordina a Cloudflare di censurare tre siti
Microsoft, un nuovo Windows ogni tre anni
TIM: 9.000 esuberi e un ultimatum al Governo
L'algoritmo che predice i crimini con una settimana d'anticipo
Alexa fa parlare i morti
Giugno 2022
Tesla e la batteria che dura 100 anni
Cosa succede alle password se cambio o perdo il mio dispositivo?
Il sistema operativo open source che ridà vita ai vecchi smartphone
Adobe, prove di Photoshop gratuito per tutti
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 19 agosto


web metrics