Mettiamoci una pezza

Hacking Team, il giorno dopo (4)



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 08-07-2015]

Questo è un articolo su più pagine: ti invitiamo a leggere la pagina iniziale
Lo spione spiato: Hacking Team si fa fregare 400 giga di dati

Lexsi.com, uno dei clienti di HT, ha inviato una richiesta di rimozione a Musalbas.com, uno dei siti che ospita una copia d'archivio dei dati trafugati, dicendo che si tratta di materiale sensibile e riservato.

Su questo non c'è dubbio, ma è totalmente inutile chiudere un pezzetto del recinto quando i buoi sono scappati da un pezzo e si stanno moltiplicando allegramente ovunque.

Analisi dei file

Premessa importante: il materiale pubblicato in Rete contiene moltissime immagini della sfera privata di persone legate a Hacking Team, di persone esterne a HT e anche di bambini.

Nelle foto e nei video non c'è nulla di imbarazzante, provocante o pertinente per eventuali indagini giornalistiche, per cui credo che sia doveroso rispettare la privacy di queste persone estranee ai fatti e di questi minori che non hanno alcuna colpa. Lascio quindi in pace chi non c'entra.

Gli screenshot pubblicati dall'intrusione includono immagini anche recentissime (primi di luglio) dei desktop dei PC Windows dei due amministratori di sistema e contengono di tutto: dati di richiesta del passaporto per un familiare, sessioni di Solitario e altri giochi (Command and Conquer, mi pare), conversazioni WhatsApp e Facebook, sessioni di scaricamento film su eMule, taglie di reggiseno usate come risposte alle domande d'emergenza per recupero password.

eflMbLTM crop

Al di là del contenuto relativamente frivolo, l'esistenza di questi screenshot dimostra che i due amministratori di sistema (gente che in teoria dovrebbe essere competentissima in sicurezza) non sapevano di avere dentro i propri computer di lavoro del malware capace di vedere e registrare quello che avevano sui loro schermi.

Questo indica che la sottrazione dei dati non è stata commessa semplicemente copiando i file dai computer e dai server, ma anche infettando direttamente i computer degli admin. Che figuraccia.

Sondaggio
I bambini sempre più spesso entrano in contatto con la tecnologia a una tenera età (per giocare, comunicare e cercare informazioni), anche grazie alla diffusione di smartphone e tablet. Quale dovrebbe essere la maggiore preoccupazione dei genitori?
Potrebbero visionare materiale inappropriato o visitare siti inopportuni.
Potrebbero comunicare con sconosciuti o persone non ritenute affidabili.
Potrebbero essere vittime di cyberbullismo, sui social network o altrove.
Potrebbero spendere denaro online senza che i genitori lo sappiano, anche a causa delle app che richiedono acquisti online durante i giochi.
Potrebbero diffondere dati personali (compresi foto e filmati) senza essere coscienti dei rischi.
Potrebbero incorrere in difficoltà a relazionarsi con amici dal vivo, nascondendosi dietro relazioni disintermediate dal mezzo informatico.

Mostra i risultati (1389 voti)
Leggi i commenti (13)

Almeno una delle password elencate nei file trafugati è obsoleta (ne ho avuto conferma dall'azienda interessata); potrebbero anche esserlo le altre e comunque sarebbe saggio, da parte dei membri di HT, cambiare tutte le proprie password su qualunque servizio (e magari attivare l'autenticazione a due fattori, che non sembra ci fosse), oltre che cambiare tutti i dettagli delle proprie carte di credito, i cui numeri e altri dati sono recuperabili dai file in circolazione.

I file audio finora esaminati sono semplici test e non contengono nulla di significativo dal punto di vista tecnico.


Il presunto software per iniettare materiale pedopornografico sembra sempre più un falso allarme: probabilmente “semplicemente una demo di cattivo gusto”.

Le mail catturate (interi file PST da vari gigabyte ciascuno) appartengono a molte persone legate a Hacking Team e includono, fra le altre cose, un messaggio nel quale si dice che il sistema RCS di Hacking Team in Colombia è dentro l'ambasciata degli Stati Uniti, dove c'è anche "un altro strumento di intercettazione... che riceverà tutto il traffico degli ISP colombiani", a conferma del fatto che l'intercettazione di massa preventiva è una prassi del governo degli Stati Uniti.

Al tempo stesso, notate con quanta circospezione HT parla, in una mail interna, del "cliente E." che è stato mollato (va detto) da HT dopo che Citizen Lab e Human Rights Watch hanno segnalato gli abusi commessi dal cliente. Notare che la cartella di mail è denominata "EH_Etiopia", per cui non è difficile per chi analizza questi dati capire quale paese sia il "cliente E." in questione. I “rapporti di CitizenLab” di cui parla sono probabilmente questi, che denunciano l'uso del malware di Hacking Team contro giornalisti etiopi a Washington.

Screen Shot 2015 07 07 at 13.58.44 REDACTED
I nomi degli utenti sono stati mascherati da me; la pecetta non è nell'originale.

Non mancano perle come questa: il CEO di Hacking Team, David Vicenzetti, che dice che non serve ricorrere alla crittografia perché tanto non hanno nulla da nascondere.

Screen Shot 2015 07 07 at 14.13.05

Niente da nascondere. No, assolutamente.

Screen Shot 2015 07 07 at 14.15.43

Ma cosa si aspettavano quelli di Hacking Team quando hanno venduto il proprio software di sorveglianza a un governo come quello dell'Etiopia? Che, con tutti i problemi drammatici che ha quel paese, l'avrebbero usato per sorvegliare pedofili e spacciatori? Siamo seri.

Vendere malware a governi di questo genere è esattamente come fare i trafficanti d'armi.

Altri sviluppi

Finalmente i media italofoni cominciano a parlare della vicenda: dopo gli articoli preliminari di ieri di Repubblica, Messaggero, Punto Informatico, per citarne alcuni, oggi ANSA descrive gli eventi; Motherboard in italiano traccia il profilo di Hacking Team; su Webnews si propone un'inchiesta parlamentare; Il Secolo XIX osserva quanto siamo vulnerabili; e ci sono le riflessioni di Stefano Quintarelli. Io, nel mio piccolo, sono stato intervistato dalla Rai per i radiogiornali. La Procura di Milano, intanto, dichiara che aprirà un'inchiesta sull'intrusione.

Ti invitiamo a leggere la pagina successiva di questo articolo:
Hacking Team, vulnerabilità Flash molto pericolosa

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
 

Paolo Attivissimo

(C) by Paolo Attivissimo - www.attivissimo.net.
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 24)

Non so se siano contenti ma, sicuramente, sono coglioni se non ci avevano almeno pensato a questa possibilità... :umpf: Leggi tutto
11-7-2015 15:49

A questo punto direi la lunghezza di un Frecciarossa tutto intero e non solo un vagone... :lol: Leggi tutto
11-7-2015 15:40

{ice}
ma secondo voi le migliaia di siti di streaming di porno gratuito.....come si mantengono?
10-7-2015 16:55

ma qualche informazione tecnica in più sulle vulnerabilità usate? l'unica cosa ad avere risalto è l'exploit per flash per quanto riguarda gli OS? e linux? win e mac neanche a chiederselo.. si parlava di antivurus che adesso saranno aggiornati. si tratta quindi di un sistema client-server? se così fosse possibile che nessuno in questi... Leggi tutto
10-7-2015 14:53

{aldolo}
di sicuro ne possono uscire dei processi a carico dei dipendenti, non di chi ha trafugato le mail
10-7-2015 07:07

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale mezzo di trasporto pubblico sostituirà quelli attuali nel giro dei prossimi 50 anni?
Evacuated Tube Transport: l'evoluzione dei treni a levitazione magnetica; questi veicoli sono in grado di raggiungere i 6.500 km/h perché viaggiano all'interno di tunnel in cui è creato il vuoto.
String Transport System: cabine sospese fino a 30 metri dal suolo che corrono su binari di acciaio e cemento a oltre 500 km/h.
Tubular Rails: i treni viaggiano a 240 km/h all'interno di anelli sollevati dal suolo che contengono i motori e le ruote, mentre le carrozze ospitano i binari.
I bus viaggiano al di sopra del traffico automobilistico, il quale scorre sotto di loro, usando piccole rotaie poste ai lati della strada.
Shweeb: monorotaia monoposto sospesa e a pedali che permette di raggiungere i 45 km/h.
SolarBullet: il treno ad alta velocità (354 km/h) alimentato a energia solare attualmente allo studio in Arizona (USA).
Treni elettrici che non necessitano di binari perché viaggiano su strada e ricevono l'energia dal sistema contactless installato al di sotto dell'asfalto.
SARTRE: le automobili viaggiano in convogli gestiti dall'intelligenza artificiale; si uniscono i vantaggi del trasporto pubblico alla flessibilità del trasporto privato.
Startram, il maglev orbitale: gli ultimi 20 chilometri del tracciato (di oltre 1.600 km) puntano verso l'alto per portare in orbita i treni.
Ascensore spaziale: una stazione posta a quasi 100.000 km da terra e collegata al suolo da cavi costituiti da nanotubi di carbonio, per portare in orbita uomini e materiali con costi relativamente contenuti.

Mostra i risultati (2806 voti)
Dicembre 2021
Perché Intel accumula hardware obsoleto in Costa Rica?
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Novembre 2021
L'app va in crash, e la Tesla non parte più
La Rete telefonica italiana agli americani di KKR
Se il furgone di Amazon ti tampona... la colpa è di Amazon!
Il Blue Screen of Death... ritorna blu
MediaWorld sotto attacco ransomware: hacker vogliono 200 milioni in bitcoin
SPID con le Poste, il riconoscimento adesso si paga
Facebook rinuncia ufficialmente al riconoscimento facciale
Ottobre 2021
Il Nobel ad Assange
Windows 11, finalmente si possono eseguire anche le app Android
FreeOffice 2021, la suite gratuita compatibile con Microsoft Office
Apple presenta i MacBook Pro con il notch
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 8 dicembre


web metrics