La pubblicità nascosta che azzera il traffico dati

Molte app contengono banner fantasma che scaricano la batteria e consumano la banda.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 28-07-2015]

forensiq app background banner

Pubblicità fantasma che scaricano la batteria e consumano tutto il traffico dati: sembra un teoria complottista ma è quanto secondo Forensiq all'interno di migliaia di app per smartphone e tablet.

Un recente studio ha mostrato come dette app continuino a funzionare in background scaricando dalla rete banner pubblicitari, senza mostrarli all'utente, anche quando si crede di averle chiuse.

Al momento di venire installata, un'app di questo tipo chiede permessi un po' sospetti, come l'autorizzazione a impedire che il telefono vada in modalità sleep, ad avviarsi automaticamente all'accensione dello smartphone e ad accedere ai servizi di localizzazione anche mentre si trova in background.

Se l'utente, come capita spesso, non fa caso a queste strane richieste e dà il proprio assenso, l'app si installerà e inizierà a funzionare senza smettere mai, nonostante l'utente possa avere l'impressione di averla chiusa.

Resterà in background e da lì continuerà a scaricare banner simulandone la visualizzazione e, alle volte, persino dei click fraudolenti su di essi, ma senza che l'utente si accorga di alcunché a parte l'elevato consumo del traffico dati e della batteria.

Nello scenario peggiore, nel corso di una giornata un'app di questo tipo può arrivare a simulare la visualizzazione di oltre 16.000 banner e a consumare più di 2 Gbyte di dati.

Un tale comportamento, oltre a comportare una seccatura per gli utenti comporta anche una perdita economica per gli investitori, che quando acquistano spazi pubblicitari si aspettano che i proprio banner vengano mostrati, non che vengano utilizzati di nascosto: Forensiq ha calcolato che le oltre 5.000 app truffaldine presenti nei vari store di Apple, Google e Microsoft costano ogni anno quasi 1 miliardi di dollari alle aziende che investono in pubblicità.

Sondaggio
Quanto dura in media la batteria del tuo smartphone?
Mezza giornata, talvolta meno
Da mattina a sera
24 ore
Un giorno e mezzo
Un paio di giorni
Tre giorni
Quattro o cinque giorni
Una settimana
Di più

Mostra i risultati (4036 voti)
Leggi i commenti (28)

Dopo la pubblicazione dello studio, Google ha avviato delle proprie indagini ed eliminato da Google Play diverse app, senza tuttavia far sapere quali siano i software colpiti dal provvedimento.

Per quanto riguarda invece gli autori di queste diffusa truffa, Forensiq non ha le idee molto chiare: «Non sappiamo esattamente chi siano tutti quelli che sono coinvolti» - ha dichiarato il CEO e fondatore dell'azienda David Sendroff - «ma di sicuro molte persone traggono vantaggio da questa situazione».

Per aiutare gli utenti a proteggersi, i ricercatori suggeriscono di verificare attentamente i permessi richiesti dalle app prima dell'installazione e di verificare in seguito quali software consumano più banda e batteria; un altro consiglio è la possibilità di disattivare l'accesso alla connessione dati per quelle app che non ne hanno necessità.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 15)

Invece ci si preoccupa del cookie ;) (edit: appunto. non avevo letto fino in fondo)
30-7-2015 16:50

Non ho assolutamente bisogno di chiedermelo, la cosa è evidente in se. Quello che mi chiedo è a cosa servano tutti i vari garanti (pagati con denaro pubblico), se poi quello che alla fine conta è solo l' "auto-garanzia" che, ciascuno che può e sa, deve darsi... e gli altri cosa sono? Carne da macello? E... Leggi tutto
30-7-2015 14:52

Alcune sono in versione demo, o hanno una versione completa che la paghi, è cosa veramente subdola che ci siano delle app negli store di Google o Windows che facciano questo. Per non parlare dell'impatto che hanno su processori piccoli, single o dual core. Potrei comunque capire l'app sconosciuta che si mantiene con la pubblicità (non... Leggi tutto
30-7-2015 11:36

Visto che si parla dei permessi, mi pare d'obbligo far notare che i dispositivi iOS (iPhone, iPad e compagnia bella) non chiedono all'utente il permesso per accedere alle varie funzioni, e men che meno chiedono il permesso per la connessione. L'unico permesso disponibile è quello per l'uso del GPS. Quindi, se esistono app come quelle... Leggi tutto
29-7-2015 21:50

Ti sei mai chiesto come mai ci sono tante app gratuite? Se non chiedessero tutte quelle cose (o se la gente non accettasse) sarebbero molte meno.
29-7-2015 17:52

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Cosa utilizzi per inviare messaggi privati?
Uso varie applicazioni su qualsiasi dispositivo disponibile
Uso varie applicazioni sui miei dispositivi
Uso solo applicazioni affidabili su dispositivi di fiducia
Non invio messaggi privati online

Mostra i risultati (997 voti)
Settembre 2022
La strana storia dell'utente HME2 di Arpanet
LibreOffice diventa a pagamento
2022, fuga dall'open source
Dati a spasso nel cloud
Di chi sono i tuoi dati quando muori?
Smartphone, l'UE vuole pezzi di ricambio disponibili per almeno 5 anni
Ex designer di Microsoft demolisce il menu Start di Windows 11
Auto Hyundai “hackerata”
Agosto 2022
Genitori indagati dopo aver mandato foto dei figli ai medici
DuckDuckGo, la protezione delle email è per tutti
Il computer portatile economico che fa a meno del monitor
Microsoft avvisa: attenzione all'aggiornamento KB501270
WhatsApp, arriva il blocco degli screenshot
Le chiavi dell'auto? Al sicuro nel microonde
Intel, 5 miliardi per costruire uno stabilimento in Italia
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 26 settembre


web metrics