Aghi all'HIV nei cinema svizzeri

...Lo dice anche la polizia!



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 12-11-2003]

Sta circolando, principalmente nell'Internet svizzera di lingua italiana ma con frequenti puntate in Italia, una variante di una delle più classiche leggende metropolitane. L'appello dichiara come fonte "un mail della polizia cantonale di Basilea", secondo il quale "in un cinema di Losanna... qualche settimana fa una persona in un cinema si è seduta su un oggetto appuntito que si trovava su una delle poltroncine. Quando questa persona si è alzata per controllare di cosa si trattava, ha trovato un ago di siringa piantato nella poltroncina con una nota vicina: 'Lei è appena stata infettata dall'HIV'."

Addirittura vi sarebbero "più casi simili successi recentemente in più città.Tutti gli aghi controllati erano positivi all'HIV." Un attacco in grande stile, dunque: e come se non bastasse, "sono state trovati altri aghi negli sportelli per la moneta restituita degli automatici pubblici (biglietti, posteggio, snack, ecc.)" (l'italiano barcollante non è mio; lo sto riportando pari pari).

A garanzia dell'autenticità dell'appello, il messaggio si conclude proclamando "Chi non ci credesse può informarsi al seguente indirizzo: KANTONSPOLIZEI BASEL-STADT, PolA 1 Werner Diefenbacher, Sachbearbeiter Alarmwesen / AUD Spieglhof, Büro 330, 3. OG, Spiegelgasse 6, 4001 Basel" e indicando i numeri di telefono della Polizia Cantonale di Basilea.

La storia è in realtà falsa. Appelli assolutamente analoghi, riferiti ai cinema delle località più disparate, sono infatti facilmente reperibili immettendo in Google Groups le parole chiave inglese needles cinema HIV. Si va da Bombay a Melbourne a Montreal. Quindi i casi sono due: o sta avvenendo una strage di appassionati del grande schermo, oppure è una bufala. Credo che nel primo caso ce ne accorgeremmo abbastanza in fretta.

La bufala risale addirittura al 1998, che presenta un'esaurientissima raccolta di smentite e di episodi vagamente analoghi che possono aver ispirato la leggenda metropolitana. In estrema sintesi, non è mai successo a nessuno di pungersi accidentalmente e contrarre l'HIV con una siringa conficcata in una poltrona del cinema.

Non è mai successo finora, potreste pensare: e se fosse successo adesso e la Polizia Cantonale di Basilea volesse dare l'allarme? In realtà l'appello cerca semplicemente di diventare più credibile sfruttando l'autorevolezza della polizia svizzera. E già qui incappa in un errore piuttosto macroscopico: come nota un lettore (samuele.coma****i), che cosa c'entra la polizia di Basilea con un fatto successo a Losanna?

Secondo le indagini svolte da alcuni solerti lettori (delo81, gaiardoni e dovaj), il numero di telefono corrisponde effettivamente a un interno della sede della polizia di Basilea, ma la persona citata nell'appello (Werner Diefenbacher) risulta sconosciuta alla polizia della località elvetica. Chiamando il numero telefonico indicato, a un lettore è stato risposto che il messaggio non corrisponde al vero e che non è mai stato inviato dalla Polizia Cantonale.

Inoltre una rapida ricerca in Google rivela l'esatto indirizzo della Polizia Cantonale di Basilea e la sua pagina Web, che però non contiene traccia dell'appello né del signor Werner Diefenbacher.

E' insomma chiaro che qualcuno ha inventato di sana pianta l'attribuzione dell'appello alla Polizia Cantonale svizzera e ha riconfezionato intenzionalmente la bufala. A che pro? Le ragioni possono essere tante, ma la più probabile è lo scherzo di cattivo gusto.

Ci sono infatti da sempre i burloni che si divertono a diffondere allarmi fasulli per vedere quanta gente ci casca. E ora che c'è Internet, è facile per questi individui verificare quanta strada fa la loro creazione: basta inserire nell'appello un nome o una parola particolare ("Werner Diefenbacher", per esempio) e poi cercare quel nome o parola in Google, specialmente nella sezione newsgroup. Questo rende il gioco cretino ancora più stimolante.

Purtroppo questa gente non si rende conto del panico che semina e del disagio che causa alle autorità citate di volta in volta nelle varie versioni dell'appello. Sicuramente il centralino della Polizia Cantonale sarà tempestato di inutili telefonate di richiesta di informazioni, e la fobia degli aghi infetti si aggiungerà inutilmente alle tante ansie quotidiane che già ci affliggono.

Soprattutto in casi come questi, è quindi assolutamente da evitare il ragionamento "io diffondo l'appello, non si sa mai". Non mandate in giro questo falso allarme: non fareste altro che fare il gioco di questi burloni irresponsabili.

L'indagine antibufala completa e i suoi aggiornamenti sono a vostra disposizione qui.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
 

Paolo Attivissimo

(C) by Paolo Attivissimo - www.attivissimo.net.
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

erik
Mi rendo conto della delicatezza della questione, e in effetti ritengo anche poco opportuno discutere di simili cose in questa sede. E' uno dei motivi per cui ho preso le distanze dal commento di Mario. Ci tenevo anche a dire però che queste teorie meritano avvocati migliori, perché a mio modesto avviso non sono così... Leggi tutto
9-12-2003 22:49

Paolo Attivissimo
>la correttezza della versione "ufficiale" riguardo all'Aids e all'Hiv è in effetti scientificamente controversa.piu' o meno -- perdonami l'irriverenza -- quanto e' controversa la teoria che la Luna e' fatta di gorgonzola.Qualunque persona di scienza -- e non intendo solo scienziati, ma anche chi frequenza... Leggi tutto
9-12-2003 14:09

erik
esistenza dell'aids Leggi tutto
9-12-2003 13:15

Paolo Attivissimo
>E' noto che il virus HIV e' una invenzione, che niente ha a che fare con la medicina. Nessuno ha mai visto il virus HIV, nessuno lo ha mai isolato, i test sulla sieropositivita, sono delle autentiche" truffe. Nessuno e' mai defunto per hiv, e' una vera truffa, come i Dialer informatici.Quindi tutti i medici sono... Leggi tutto
9-12-2003 12:39

Mario
ma sapete che il virus dell' AIDS non esiste Leggi tutto
9-12-2003 12:17

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Hai inserito username e password della tua webmail. Il browser ti chiede se desideri salvare le credenziali di accesso per il futuro. Cosa fai?
Uso questa opzione perché è comoda, così non devo inserire ogni volta username e password
Clicco su No e disattivo l'opzione “Resta collegato”
Non accedo alla mail attraverso siti di webmail ma solo attraverso applicazioni installate sul dispositivo

Mostra i risultati (1726 voti)
Ottobre 2020
Gasolio addio, FS vuole i treni a idrogeno
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Windows 10, Pc riavviati a forza per installare le web app di Office
Quel motivetto che hai in testa? Se lo fischietti, Google lo indovina
YouTube pronta a far guerra ad Amazon
Le cipolle troppo sexy per Facebook
Smishing, i consigli per non cadere nel tranello
Arrestato per recensioni online negative di un albergo
Windows 10, arriva l'installazione personalizzata
Il sito che installa tutte le app essenziali per Windows 10
Covid-19, casi sottostimati per colpa di Excel
Il furto automatico del PIN della carta di credito
Windows 10 avvisa l'utente se un SSD sta per morire
Windows 10 e i driver che vengono dal passato
Settembre 2020
Se tutte le auto fossero elettriche, quanta energia in più servirebbe?
Tutti gli Arretrati


web metrics