I cybernauti non amano la politica?

Un'indagine mette in luce come nell'Internet italiana si parli poco di politica e di attualità.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 04-12-2003]

L'Osservatorio sull'informazione on line Ipse curato da Claudio Cazzola dà grande evidenza ai risultati di un'inchiesta condotta dalla società Digital-Pr, agenzia di pubbliche relazioni on line del Gruppo internazionale Hill & Knowlton.

Da questa inchiesta emergerebbe come la politica e le notizie di attualità siano agli ultimi posti fra gli argomenti discussi nei forum e newsgroup in Italia.

La ricerca ha esaminato più di 36 milioni di messaggi inseriti in Internet in 16 mesi, dal gennaio 2002 al giugno 2003, su 3.778 comunità Web, di cui 767 newsgroup e 3.011 forum. L'indagine non ha preso in esame né le chat né i blog, e questo è un limite dell'inchiesta.

Al primo posto, fra gli argomenti di discussione nei forum e newsgroup ci sono tecnologia e telecomunicazioni: giochi per Pc, telefonia, cellulari, software e hardware. Curiosità, tempo libero, sport e calcio fanno il resto. Su 36.443.364 messaggi l'argomento politico è presente solo in 1.213.434 mentre le ultime notizie solo in 166.159.

Insomma, ai cybernauti la politica non interessa molto; peccato che la politica continuerà a interessarsi di loro e della loro vita.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 7)

k
politica Leggi tutto
23-12-2003 03:33

egosumquisum
sarei d'accordo ... Leggi tutto
10-12-2003 15:07

Fausto
W la politica Leggi tutto
8-12-2003 19:29

Pier Luigi Tolardo
A Lei Ferdinando Leggi tutto
6-12-2003 10:29

Ferdinando
Una bella mazzata Leggi tutto
6-12-2003 02:12

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
A quali condizioni lavoreresti da casa anziché in ufficio?
Accetterei uno stipendio inferiore perché risparmierei sui trasporti e in tempo.
Vorrei uno stipendio maggiore perché l'azienda risparmierebbe su locali, strumenti, sicurezza.
Allo stesso stipendio.
Non rinuncerei al lavoro in ufficio per nulla al mondo.

Mostra i risultati (2564 voti)
Gennaio 2022
Video porno interrompe convegno online del Senato
Amazon introduce la consegna con la password
Parchimetri e pagamenti via codice QR, la truffa è servita
Norton e Avira generano criptovalute coi PC degli utenti
Chiude per sempre Popcorn Time, il netflix dei pirati
Digitale terrestre, riparte il balletto delle frequenze
BlackBerry addio, stavolta per davvero
Dicembre 2021
Windows 11 sbaglia a mostrare i colori
L'app che “sgonfia” Windows 10 e 11
Il CEO di Vivaldi: “Microsoft è disperata”
Gli AirTag? Ottimi per rubare le auto
Microsoft ammette: SSD più lenti con Windows 11
Smart working: dall'emergenza alla normalità
Perché Intel accumula hardware obsoleto in Costa Rica?
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 24 gennaio


web metrics