Wind e i telegrammi

Il gestore telefonico di proprietà dello Stato non ha stipulato una convenzione con le Poste e i suoi utenti non possono servirsi del servizio telefonico di dettatura telegrammi.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 21-12-2003]

Wind-Infostrada è il secondo gestore telefonico italiano dopo l'ex monopolista Telecom Italia ed è interamente controllato dall'Enel che, a sua volta, controllato a maggioranza dallo Stato che ne è il maggiore azionista e ne nomina il vertice. Le Poste Italiane sono una Spa posseduta totalmente dallo Stato che ne nomina, ovviamente, i vertici.

I clienti Wind che hanno lasciato Telecom Italia e ricevono solo la bolletta Wind non possono chiamare il 186, il numero del servizio telegrammi gestito dalle Poste Taliane, che permette agli abbonati da telefono fisso e da telefono mobile Tim(solo gli abbonati Tim, non chi ha una prepagata) di dettare telegrammi per l'Italia e l'Estero, al costo previsto negli Uffici postali più un sovrapprezzo. Questo perché Wind non ha stipulato una convenzione con le Poste per permettere agli abbonati di usufruire del servizio con addebito in bolletta Wind, una convenzione che, per esempio, Yahoo Italia ha stipulato con le stesse Poste per l'invio dei telegrammi on line dal suo Portale.

Evidentemente, la comune proprietà pubblica non favorisce il dialogo tra vertici, nominati dallo stesso azionista, nell'interesse dei propri abbonati e clienti.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)


Pier Luigi Tolardo
Per ora.... Leggi tutto
15-5-2005 13:59

nicolo' doimi
servizio dettatura t5elegrammi on infostrada Leggi tutto
15-5-2005 11:36

Massimo
Non è la sola limitazione! Leggi tutto
27-12-2003 11:19

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Scegli una risposta e poi leggi questa pagina.
E' nato prima il telefono
E' nato prima il fax

Mostra i risultati (1905 voti)
Agosto 2020
Rassegnatevi, il nuovo Edge non si può disinstallare
Falla nei chip Qualcomm, a rischio centinaia di milioni di smartphone
Che cosa succede dentro a uno pneumatico quando si viaggia?
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Tutti gli Arretrati


web metrics