Apple si prepara a lasciare Intel per Arm

Già l'anno prossimo potrebbero arrivare i primi Mac con Cpu Arm.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 27-02-2020]

apple arm 2021

C'è stato un tempo in cui i computer Apple si distinguevano dalla concorrenza per i componenti interni, a partire dal processore: quelli di Motorola prima, e i PowerPc di Ibm dopo.

Poi anche Apple fece il grande balzo e iniziò ad adottare i processori Intel su tutti i propri computer, una scelta che però nel corso degli anni mise l'azienda della Mela davanti a problemi di natura organizzativa, dettata dai ritardi di cui il gigante dei chip di tanto in tanto soffre.

Arriviamo quindi ai giorni nostri, un'epoca in cui il dominio di Intel nel mondo delle Cpu non è più tanto scontato. Da un lato esso è infatti insidiato dagli ottimi prodotti di una risorta Amd; dall'altro è attaccata dalla bontà delle proposte di Arm che offrono potenza più che sufficiente e consumi molto limitati, risultando così una soluzione allettante per i portatili.

Secondo l'analista Ming-Chi Kuo, davanti a questo panorama Apple non intende restare indifferente. Anzi, già nel prossimo anno potremmo vedere i primi MacBook (e forse anche Mac desktop) dotati di processore Arm.

Per chi segue le vicende dell'azienda di Cupertino, la notizia non è un'assoluta sorpresa: già nella scorsa estate Apple ha assunto Mike Filippo, fino a quel momento Cpu Architect di Arm, evidentemente proprio per aiutare in quella transizione di cui si parla ormai da un po'.

A tutto ciò bisogna poi aggiungere la positiva esperienza che Apple ha provato quando ha deciso di sviluppare in proprio le Cpu di iPhone e iPad, riunendo quindi sotto lo stesso tetto sia lo sviluppo del software sia quello dell'hardware, con indubbi vantaggi (e liberandosi così dal dover dipendere dalle tempistiche di altri produttori).

Tutto lascia insomma intendere che il sodalizio tra Apple e Intel sia ormai agli sgoccioli: se davvero il 2021 sarà l'anno dei primi Mac basati su Arm, non più tardi della seconda metà dell'anno gli sviluppatori riceveranno gli strumenti per poter operare la transizione alla nuova architettura.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (3)

Facciano quello che vogliono, un Apple in casa mia non entrerÓ mai in alcuna forma... per mia scelta.
5-4-2020 15:01

{ice}
per la cronaca, se a suo tempo Apple non avesse adottato Intel (x86) sarebbe morta infatti buona parte delle sue campagne di rilancio erano basate su bootcamp e la possibilitÓ di farci girare windows. Ricordo che ai tempi un mio amico faceva il ricercatore in Australia e all'universitÓ di Sidney tutti i ricercatori e docenti si erano... Leggi tutto
29-2-2020 14:05

{Franzo Raniero Cappitta}
Volevo solo far notare che Apple non ha fatto nessun grande balzo quando ha deciso di utilizzare i processori di INTEL ma fu costretta a farlo a causa dell'abbandono di MOTOROLA dalla produzione dei processori PowerPC (Jobs le aveva negato la possibilità di produrre dei cloni del Mac e per ripicca lei si astenne da un giorno... Leggi tutto
28-2-2020 08:24

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Secondo una ricerca dell'Australian Relationship Queensland, tra tecnologia e solitudine esisterebbe un collegamento. Secondo te:
╚ la solitudine che spinge le persone a usare "pi¨ tecnologia".
╚ l'utilizzo massiccio di tecnologia che porta le persone a isolarsi e, conseguentemente, a provare solitudine.
Le due cose non sono affatto correlate.

Mostra i risultati (1503 voti)
Settembre 2023
Microsoft, minireattori nucleari per alimentare i datacenter della IA
NFT senza valore, la bolla è scoppiata
X (ex Twitter), tutti gli utenti dovranno pagare
iPhone 15, il connettore USB-C è zoppo
Il bug di Windows che rende velocissimo Esplora File
Lidl, merendine ritirate: invitavano a visitare sito porno
Meta pensa a Instagram e Facebook a pagamento nella UE
Agosto 2023
Chrome, nuova interfaccia: ecco come abilitarla
L'Internet delle brutte Cose
LibreOffice balza dalla versione 7.6 alla 24.2
La scorciatoia che “congela” Gestione Attività
Ford agli utenti: spegnete il Wi-Fi dell'auto
Sony e Universal contro i 78 giri dell'Internet Archive
Meloni decide la nazionalizzazione di TIM
Da Z-Library un'estensione per aggirare i blocchi
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 2 ottobre


web metrics