Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 23-03-2020]

pannello di controllo

Chi lamenta che Linux sia difficile da configurare probabilmente non ha mai dovuto mettere troppo le mani nelle impostazioni di Windows 10.

Allo stato attuale, una certa opzione può trovarsi nel menu Settings (Impostazioni), oppure nel Pannello di Controllo, oppure in tutt'e due.

Tale mancanza di coerenza complica la vita agli utenti ed è fonte di imbarazzo per Microsoft, che sin dal lancio di Windows 10 ha iniziato a migrare tutte le opzioni verso il menu Impostazioni.

Il percorso ancora non è completo, ma a quanto pare è già arrivato il momento, se non proprio di eliminare il Pannello di Controllo, di iniziare a farne sparire dei pezzi.

Nella Build 19587 di Windows 10, da poco rilasciata agli iscritti a Windows Insider, ci sono infatti due riferimenti chiamati Hide_System_Control_Panel e SystemToAboutSettingsSearchRemoval, che paiono proprio indicare la modifica di cui parlavamo: in particolare, sembra che ad andarsene debba essere la pagina Sistema, che fornisce informazioni sul Pc.

Una schermata che svolge le medesime funzioni già esiste all'interno del menu Impostazioni, quindi la mossa va nella direzione di eliminare il primo doppione mentre il resto del Pannello di Controllo (una funzionalità che, pur evolvendosi nel tempo, è presente sin da Windows 2.0) rimane.

In ogni caso, gli utenti di Windows 10 faranno bene ad abituarsi all'idea che i giorni del Pannello sono numerati, e presto o tardi si dovranno fare i conti soltanto con il menu Impostazioni.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 18)

Daccordo col primo punto, per il secondo dipende. Ad esempio io uso OpenShell (l'open source che ha sostituirto ClassicShell che non esiste pi¨) per il men¨ start, e lo trovo molto pi¨ comodo delle piastrelle. Certo lo rivaluter˛ nel caso il men¨ standard di Windows dovesse migliorare e risultare di mio gradimento. Per quanto riguarda... Leggi tutto
1-4-2020 13:40

Scandalosao! Uso sempre il pannello di controllo anche su Win10 tramite classic shell. Impostazioni Ŕ imbarazzante. Ti fa saltare ovunque ed in tutte le parti che non ti interessano. Come complicarsi la vita inutilmente. Studiano proprio per farti perdere nei meandri di ci˛ che non ti interessa (vedi anche le piastrelle orrende di Win8)... Leggi tutto
30-3-2020 17:01

Non Ŕ che apprezzo il men¨ impostazioni di W10, non vedo nulla di bellissimo in uno, e orrendo nell'altro. Per me, dal punto di vista estetico sono identici. ╚ che per praticitÓ mi trovo spesso ad usare il men¨ impostazioni. Ci arrivo da Cortana o dal tasto start. In poche parole lo uso perchÚ Ŕ in bella mostra. Poi se cercando un... Leggi tutto
29-3-2020 01:28

e che funziona benissimo..... Leggi tutto
25-3-2020 21:07

{giuse57}
ma perchè vi lamentate sempre delle difficoltà di win 10 se però lo usate? siate coerenti e fate come me, epuratelo di ogni inutile orpello modificandolo radicalmente fino ad ottenere il caro vecchio simil-windows più amichevole di sempre! e poi, loro fanno sparire il pannello di controllo? noi facciamo... Leggi tutto
25-3-2020 18:01

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
I bambini sempre pi¨ spesso entrano in contatto con la tecnologia a una tenera etÓ (per giocare, comunicare e cercare informazioni), anche grazie alla diffusione di smartphone e tablet. Quale dovrebbe essere la maggiore preoccupazione dei genitori?
Potrebbero visionare materiale inappropriato o visitare siti inopportuni.
Potrebbero comunicare con sconosciuti o persone non ritenute affidabili.
Potrebbero essere vittime di cyberbullismo, sui social network o altrove.
Potrebbero spendere denaro online senza che i genitori lo sappiano, anche a causa delle app che richiedono acquisti online durante i giochi.
Potrebbero diffondere dati personali (compresi foto e filmati) senza essere coscienti dei rischi.
Potrebbero incorrere in difficoltÓ a relazionarsi con amici dal vivo, nascondendosi dietro relazioni disintermediate dal mezzo informatico.

Mostra i risultati (1316 voti)
Aprile 2020
Coronavirus, ragazzini si divertono a creare malware in tema
Vulnerabilità in Zoom, a rischio le password di Windows
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Tutti gli Arretrati


web metrics