E se il tuo stipendio finisse nelle tasche di un hacker?



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 26-10-2020]

bec

L'appropriazione indebita degli stipendi è una minaccia informatica sempre più concreta. A conferma di ciò, i ricercatori hanno intercettato più di 35.000 tentativi di appropriazione di stipendi via e-mail nel corso della prima metà del 2020, impedendo ogni giorno che circa 1,8 milioni di euro di salari finissero nelle tasche dei cyber criminali. Lo stesso FBI ha registrato un aumento dell'815% di questa pratica, tra il 2018 e il 2019, con un trend che non accenna a rallentare.

Il furto dei salari è solo una delle possibili applicazioni degli attacchi di business email compromise (Bec) e di internal account compromise (Iac) che colpiscono aziende di tutte le dimensioni e in ogni settore, e che oggi rappresentano la più costosa tra tutte le attività criminali informatiche.

Gartner prevede che il numero di attacchi Bec continuerà a raddoppiare ogni anno entro il 2023, con conseguenti perdite per le imprese stimate in oltre 5 miliardi di dollari.

Dopo le truffe con le gift card, anche nel caso delle buste paga i criminali si affidano al furto di identità e al social engineering. Fingendo di essere il dipendente o una persona da lui autorizzata, cercano di convincere la risorsa in azienda autorizzata ad apportare modifiche al sistema di erogazione delle buste paga, a effettuare un cambiamento di destinazione dello stipendio su un conto bancario da loro controllato.

Adenike Cosgrove, cybersecurity strategist di Proofpoint ha dichiarato a Zeus News: "Non è una novità vedere come gli hacker siano opportunisti e sfruttino la natura umana per massimizzare il successo dei loro sforzi di ingegneria sociale. Nonostante ciò, resta scoraggiante sapere che gli aggressori sfruttano l'attuale clima di incertezza economica e sociale per capitalizzare il loro guadagno."

Ulteriori informazioni sugli attacchi Bec/Eac sono disponibili sul blog di Proofpoint.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quando cerchi un brano musicale, o un intero Cd, cosa fai pi spesso?
Scarico il brano o il Cd su iTunes: costa poco ed legale.
Scarico l'Mp3 con Torrent o eMule o altro servizio simile.
Ascolto la canzone in streaming (per esempio su Youtube), anche se non posso scaricare l'Mp3.
Vado nel mio negozio di dischi o maxistore preferito.
Altro.

Mostra i risultati (3500 voti)
Novembre 2020
Seria falla in Windows 7, la patch c'è ma non è ufficiale
Clienti Amazon: i corrieri rubano le nostre PlayStation
Edge, una marea di estensioni pericolose ruba i dati degli utenti
Apple, multa milionaria per aver rallentato gli iPhone
Il malware che colpisce gli utenti dei siti porno
Google Foto, si va verso il servizio a pagamento
Expedia, Booking, Hotels e altri: dati degli utenti visibili e accessibili
L'aspirapolvere che recupera gli AirPod dalle rotaie
Open Shell riporta in vita il menu Start di Windows 7
WhatsApp, ora è più facile eliminare foto e video inutili
Ottobre 2020
Windows 10, Microsoft si prepara a rivoluzionare l'interfaccia
Windows 10 elimina la schermata Sistema, un trucco la riporta in vita
L'app che “spoglia” le donne: garante privacy apre istruttoria
Gasolio addio, FS vuole i treni a idrogeno
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Tutti gli Arretrati


web metrics