Gmail adotta la tecnologia DomainKeys

Anticipando tutti, il servizio di posta di Google abbraccia il metodo antispam elaborato da Yahoo!



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 20-10-2004]

DomainKeys

Da notizie apparse su Slashdot e su numerosi siti americani sembra che Gmail utilizzerà la tecnologia DomainKeys. Il popolare (e ancora in fase di beta test) servizio di webmail offerto da Google per primo ha abbracciato la tecnologia messa a punto da Yahoo! per arrestare il fenomeno sempre più diffuso dello spamming.

Con DomainKeys, infatti, Yahoo! ha messo a punto un sofisticato "meccanismo" in grado di verificare con certezza il dominio a cui appartiene un indirizzo e-mail.

In pratica il proprietario di un dominio genera una coppia di chiavi pubblica e privata (un keypair come nel popolare software PGP) con cui ogni messaggio inviato da mittenti appartenenti al dominio viene firmato digitalmente. La chiave pubblica è disponibile sul server DNS del mittente, mentre la chiave privata è usata dai server di posta in uscita per firmare digitalmente i messaggi.

I domini che ricevono email firmate digitalmente acquisiscono la chiave pubblica dal DNS mittente e la confrontano con la chiave privata con cui è firmato il messaggio per appurare che non ci siano state manomissioni. A verifica ultimata il messaggio è giudicato affidabile e viene consegnato al destinatario che, in questo modo, è sicuro di ricevere solo posta autorizzata dal dominio di appartenenza del mittente.

Negli header dei messaggi spediti da un account Gmail è presente la codifica digitale attraverso DomainKeys evidente nella dicitura "DomainKey-Signature".

Ricordiamo inoltre che Qmail e Sendmail, due tra i più affidabili Mail Transport Agent (MTA) supportano già oggi DomainKeys, una tecnologia che Yahoo! sta cercando di far approvare come standard aperto.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (3)

Delio
Risposta da dummie: se entro nella posta di libero faccio il login su libero, scrivo l'email da libero, quindi non ci dovrebbero essere problemi.E' esatto?
12-11-2004 10:49

uno perplesso
pro e contro Leggi tutto
22-10-2004 21:22

psycheye
due tra i più affidabili Mail Transport Agent... Leggi tutto
21-10-2004 15:34

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Hai inserito username e password della tua webmail. Il browser ti chiede se desideri salvare le credenziali di accesso per il futuro. Cosa fai?
Uso questa opzione perché è comoda, così non devo inserire ogni volta username e password
Clicco su No e disattivo l'opzione “Resta collegato”
Non accedo alla mail attraverso siti di webmail ma solo attraverso applicazioni installate sul dispositivo

Mostra i risultati (1644 voti)
Gennaio 2020
Edge è morto, viva Edge (Chromium)
Il giorno della morte di Windows 7
The New Facebook, il social network cambia pelle
Samsung fa un balzo in avanti con il Galaxy S20
Dicembre 2019
Le peggiori password del 2019
Il chip che realizza la crittografia perfetta a prova di hacker
Apple al lavoro sull'iPhone satellitare
Il water inclinato che impedisce ai dipendenti di stare troppo in bagno
Se i poliziotti vendono nel dark web l'accesso alle telecamere di sicurezza
Il preservativo per i dispositivi USB
Il motorino elettrico di Xiaomi che costa come uno smartphone
Il ransomware che riavvia il PC in modalità provvisoria
Il malware fileless che attacca i Mac
Il software per ricevere gli update di Windows 7 senza pagare
Plex sfida Netflix con migliaia di film e serie TV gratis per tutti
Tutti gli Arretrati


web metrics