Condividi la conoscenza

Un importante convegno sui temi della condivisione della conoscenza e i nuovi diritti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 07-12-2004]

A Milano il 18 Dicembre prossimo, con inizio alle 9,00, presso lo IULM di Via Carlo Bo 1 si terrà un importante convegno dal tema: "Condividi la conoscenza: nuovi commons, nuovi diritti".

Il convegno vuole approfondire i temi dei nuovi commons, beni comuni della società, liberamente accessibili, nel campo della conoscenza e della ricerca scientifica e del diritto universale all'accesso ai saperi collettivi in alternativa alla sacralizzazione del copyright e dei brevetti che su temi come il P2P e il software viene portata avanti in ambito legislativo e politico.

Al convegno partecipano i maggiori esperti di queste tematiche a livello nazionale: Stefano Rodotà, giurista e Garante della Privacy, il giurista americano specializzato negli studi sulla proprietà intellettuale Lawrence Lessig, giornalisti noti come Franco Carlini e Carlo Formenti, da anni impegnati su queste tematiche, il padre del software libero italiano Angelo Raffaele Meo, Carlo Petrini, Fiorella De Cindio e altri ancora. Moderano Fiorello Cortiana e Milly Moratti. Conclude Dany Cohn Bendit.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (2)

Paolo Rossi
UNIVERSITÀ: LA SCENEGGIATA DEL MINISTRO E LA MORTE Leggi tutto
28-1-2005 16:04

Maurizio
Expo 2008 Leggi tutto
8-12-2004 20:56

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è la cosa che ti spaventa di più tra queste?
(Confronta i risultati con i timori degli abitanti negli USA nel 2014)
La clonazione della mia carta di credito.
Essere vittima di furto di identità.
Un attentato terroristico nella mia città.
L'accesso al mio conto bancario online da parte di malintenzionati.
Essere colpito da un malware informatico.
Un'epidemia sanitaria come l'ebola o l'aviaria.
La difficoltà a tirare avanti finanziariamente.
L'aumento del crimine.

Mostra i risultati (2065 voti)
Ottobre 2019
Smartphone e batteria, con la modalità scura si risparmia davvero
Il Galaxy S10 si sblocca con qualsiasi impronta
Windows 7 a fine vita, Microsoft importuna coi pop-up
Linux, seria falla nel comando sudo
Il sistema operativo per sopravvivere all'Apocalisse
Pegasus, la nuova interfaccia di Windows 10
Dal papà di Android uno smartphone radicalmente diverso
Otto mesi di carcere per chi rivelò gli stipendi d'oro sindacali
Windows, l'aggiornamento impedisce di stampare
Antibufala: la Tesla della polizia rimasta a secco durante un inseguimento
Esplode lo smartphone in carica, muore ragazzina
Settembre 2019
Windows, l'aggiornamento di ottobre mette il turbo al Pc
Tutta la verità sul caso del dominio Italia Viva
Ecco perché gli aggiornamenti Windows hanno così tanti bug
A che età dare lo smartphone ai propri figli?
Tutti gli Arretrati


web metrics