Chi sono i blogger italiani

Un'indagine dell'Università Iulm di Milano fa emergere il volto dei blogger italiani.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 21-05-2005]

love my blog

L'Università Iulm di Milano, in collaborazione con Splinder.com, la più trafficata piattaforma blog italiana, ha reso noti i primi risultati di un'indagine, condotta attraverso un questionario on line (ma verrà completata con focus e interviste qualitative) volta a conoscere ed analizzare il mondo, in continua crescita, dei blogger italiani.

Hanno risposto al questionario 600 blogger, equamente divisi tra uomini e donne, in media giovani, per il 40% studenti, circa il 20% lavoratori dipendenti e un 15% lavoratori autonomi. Circa il 50% sono blogger cosidetti "maturi", che tengono il blog da almeno 7 mesi contro un 9% di "neofiti" dello strumento, alle prime settimane di blogging.

Oltre a tenere il blog frequentano assiduamente la Rete per cercare informazioni e anche prima di diventare blogger frquentavano chat e forum. La maggior parte dei blogger che hanno risposto aggiorna i contenuti frequentemente (3 volte a settimana) e il 21% dichiara di farlo quotidianamente.

Essere blogger significa sentirsi parte di un network: il 65% dei blogger intervistati legge i blog che sono linkati sul proprio, il 31% quello di amici della rete, il 55% dà un' occhiata ai blogger dei propri lettori.

Tra le motivazioni che spingono a diventare blogger per il 56% la principale è la possibilità di poter rappresentare creativamente sè e i mondo. Il 50% dei blogger che hanno risposto sostiene di rivolgersi a un lettore ideale e di non limitarsi a uno sfogo personale e il 48% dichiara di sentirsi condizionato dal fatto di avere lettori contro un 38% che ritiene di non farsi condizionare da questo. Il 73% dichiara che il blog è un ambiente "sincero" e che il blog rappresenti un modo per esercitarsi nella scrittura.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (1)

Silvia
Io non ci riesco! Leggi tutto
12-7-2005 13:30

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Secondo te, come bisogna definire chi commette intrusioni informatiche?
un hacker
un cracker
un grissino

Mostra i risultati (4468 voti)
Aprile 2020
Coronavirus, ragazzini si divertono a creare malware in tema
Vulnerabilità in Zoom, a rischio le password di Windows
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Tutti gli Arretrati


web metrics