Skype censurerà le telefonate in Cina

Il software per telefonia su Internet si piega alle richieste del governo Cinese.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 14-01-2006]

miao

Anche Skype, dopo Yahoo e Microsoft, accetta di collaborare con la politica di censura e di repressione sistematica della libertà sul Web portata avanti con sempre più rigore dalle autorità della Cina Popolare.

Secondo l'ultimo numero di Business Week, i manager di Skype in un primo momento non volevano accettare la richiesta cinese di filtrare le parole considerate "politicamente scorrette", tipo Dalai Lama o Fanlu Gong (la setta religiosa basata sulla ginnastica che ha più di cento milioni di adepti e che il governo cinese combatte anche con il carcere e la tortura). Ma poi, per timore che la grande muraglia elettronica bloccasse tutte le telefonate VoIP verso la Cina, hanno capitolato.

In pratica il sistema coprirà automaticamente con una sorta di "miagolio" elettronico, o per meglio dire con un calo di voce, le parole "proibite" nelle telefonate via VoIP.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (2)

{Appio Claudio}
ma non era crittato? Leggi tutto
16-1-2006 15:22

E' ovvio che una societÓ commerciale -presa singolarmente- accetti di sottostare alle regole interne del paese con cui vuole fare affari, per quanto queste siano poco democratiche e molto discutibili. Il "problema" democrazia e libertÓ di pensiero/espressione in Cina non pu˛ certo essere affrontato dai consigli di... Leggi tutto
15-1-2006 17:33

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Una donna Ŕ stata querelata per una recensione negativa di un ristorante scritta su Trip Advisor. Quale di queste affermazioni trovi pi¨ vicina al tuo pensiero?
Non Ŕ giusto che un'opinione scritta su Internet sia considerata pari a un articolo su un giornale. Bisogna rivedere al pi¨ presto le leggi sulla difesa dell'onore e sulla diffamazione.
E' giusto che anche sui forum o su Facebook o sui siti di recensioni si applichino le leggi relative alla diffamazione. Un'opinione negativa pu˛ rovinare la reputazione di un locale.
Gli utenti devono poter esprimere con la massima libertÓ la propria opinione su ristoranti, alberghi, ma anche prodotti o servizi acquistati. Un'opinione negativa non dovrebbe essere considerata diffamazione.
Trovo che oggi pi¨ che mai sia necessario prestare la massima attenzione a quello che si scrive online.
Le recensioni su Internet sono in gran parte inaffidabili: quelle positive sono scritte dai proprietari, quelle negative dalla concorrenza. In ogni caso l'opinione dei pochi singoli onesti non Ŕ significativa.
Vorrei dire la mia sul forum di Zeus News ma temo che prima dovrei procurarmi un buon avvocato, non si sa mai.

Mostra i risultati (3933 voti)
Gennaio 2022
Video porno interrompe convegno online del Senato
Amazon introduce la consegna con la password
Parchimetri e pagamenti via codice QR, la truffa è servita
Norton e Avira generano criptovalute coi PC degli utenti
Chiude per sempre Popcorn Time, il netflix dei pirati
Digitale terrestre, riparte il balletto delle frequenze
BlackBerry addio, stavolta per davvero
Dicembre 2021
Windows 11 sbaglia a mostrare i colori
L'app che “sgonfia” Windows 10 e 11
Il CEO di Vivaldi: “Microsoft è disperata”
Gli AirTag? Ottimi per rubare le auto
Microsoft ammette: SSD più lenti con Windows 11
Smart working: dall'emergenza alla normalità
Perché Intel accumula hardware obsoleto in Costa Rica?
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 24 gennaio


web metrics