Emi e Sony diffidate per i sistemi anti-copia

Un'associazione di consumatori è pronta a portare in tribunale le case discografiche per i sistemi abusivi di Digital Rights Management sui CD.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 07-03-2006]

Anche in Italia qualcuno si muove attivamente per combattere l'illegalità dei sistemi di Digital Rights Management (DRM) che rendono impossibile al consumatore l'effettuazione di una copia privata e che, molto spesso, impediscono addirittura la riproduzione del contenuto su lettori CD da auto e computer.

Lo fa l'associazione dei consumatori Altroconsumo che ha diffidato, ai sensi del "Codice del Consumo", le case discografiche Sony ed Emi dal proseguire la distribuzione e la commercializzazione di CD musicali contenenti sistemi abusivi antiriproduzione, una vera e propria lesione dei diritti e degli interessi dei consumatori alla fruizione privata. I sistemi applicati in alcuni CD musicali impediscono l'utilizzo del prodotto per la finalità per cui è stato acquistato e ledono il legittimo diritto del consumatore alla copia privata.

Con la diffida Altroconsumo ha anche invitato Sony ed Emi a informare immediatamente e adeguatamente i consumatori sull'eventuale presenza del sistema anticopia e dell'impossibilità di utilizzare certi CD su supporti ben definiti.

Se la diffida non otterrà risultati, Altroconsumo minaccia di portare in giudizio le due case discografiche e sta anche valutando la possibilità di allargare la diffida ai venditori.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Approfondimenti
Hackerata Cinavia, la protezione di BluRay e DVD

Commenti all'articolo (1)

{pippolo}
buona iniziativa Leggi tutto
7-3-2006 19:21

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual Ŕ la cosa pi¨ importante per te in un sito Internet?
Estetica
InterattivitÓ
Contenuti
UsabilitÓ
GratuitÓ

Mostra i risultati (2815 voti)
Maggio 2022
Pwn2Own 2022, Windows 11 e Ubuntu cadono il primo giorno
Migliaia di siti sono keylogger nascosti
Localizzazione al chiuso grazie al 5G
UE, tutte le chat saranno esaminate in cerca di pedopornografia
Le IA di Facebook e Twitter contro la disinformazione russa
Apple, Google e Microsoft svelano il sistema che eliminerà le password
Una storia di phishing bancario diversa dal solito: il ladro beffato
Aprile 2022
Una dura lezione dall'Internet delle Cose
Bug nell'app Messaggi, e la batteria si scarica in fretta
Gli USA ottengono l'estradizione di Assange
L'utility che ripulisce Windows 11 è in realtà un trojan
Hacker cinesi sfruttano VLC per diffondere malware
Quando l'intelligenza artificiale bara: l'aneddoto degli husky scambiati per lupi
Che si fa con Telegram? È russo
Lapsus$, arrestati due hacker: sono adolescenti
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 21 maggio


web metrics