Si riaccende la guerra dei palmari

Il mercato di PDA e computer palmari si arricchisce di nuovi modelli. Una saga destinata a non finire?



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 13-03-2001]

In principio erano i PC portatili, chimera degli informatici più accaniti ma meno facoltosi e motivo di vanto per imprenditori e manager di grido che potevano vantare il "dono" aziendale anche se a peso di scorazzare bestioni da diversi chili e dalla potenza limitata. In seguito venenro i PC portatili compatti o ultraleggeri versione ridotta dei normali portatili, tali PC snellivano il peso fisico da sopportare (nemmeno di tanto) costringendo però a rinunciare ad una macchina con tutti i dispositivi integrati (lettore CD, floppy, masterizzatore, ecc.).

I tempi moderni e l'incombente moda del wireless all'insegna del sempre più piccolo e sempre più potente, hanno visto assurgere a nuovo simulacro di prestigio i computer palmari, piccoli dispositivi evoluzione delle agende elettroniche, che integrano capacità tipiche dei PC come la possibilità di accedere alla posta elettronica e di crare o trasferire file.

Proprio tale settore che inizialmente aveva visto un notevole proliferare di dispositivi delle più diverse marche, esce ora da un periodo di stasi e per così dire di riflessione in cui probabilmente si sono valutate con calma le reazioni del mercato e comincia ora la corsa alla leadership matura del mercato.

Le principali case di sistemi operativi battagliano per imporre il proprio standard su questi dispositivi, ma lo fanno segmentando il mercato ed offrendo nuovi prodotti hardware, più adatti alle diverse fasce del mercato.

Palm ad esempio tenta di imporre il proprio PalmOS annunciando per i prossimi mesi l'uscita dei nuovi M105 ed M505 che sostituiranno rispettivamente il Palm M100 ed il Palm V.

Il Palm M105 verrà destinato ad un'utenza di fascia bassa, costerà attorno alle 400.000 lire e non consentirà di aggiornare il sistema operativo. In compenso rispetto al suo predecessore offrirà ben 8 Mb di memoria. Il Palm M505 invece sarà tipicamente rivolto ad utenza business che ha necessità di integrarsi appieno con le reti aziendali anche in modalità wireless. Il dispositivo fungerà infatti da pager con collegamento sempre aperto verso la rete aziendale in modo da poter inviare e ricevere messaggi in tempo reale. Offrirà inoltre la possibilità di avere uno schermo a colori a 16 bit ed uno slot di espansione. Inoltre finalmente Palm apporrà ai propri dispositivi una porta seriale di connessione anziché ricorrere al collegamento tramite dock station.

Ma se Palm fa le sue mosse per accaparrarsi il mercato, Psion non resta certo ferma ad aspettare, anzi gioca d'anticipo. Dal 1 Marzo è infatti disponibile il nuovo RevoPlus, prodotto tipicamente rivolto ad un'utenza business. Il suo costo infatti è decisamente alto (1.050.000) ma le funzionalità offerte sono di tutto rispetto. Oltre alla tradizionale lettura dell'email e connessione wireless, RevoPlus offre la possibilità di effettuare transazioni sicure in crittografia a 128 bit tramite il nuovo Opera Secure Web Browser appositamente realizzato per le piattaforme EPOC e dotato di protocollo SSL.

Non solo, chi acquista un Revo potrà utilizzarlo anche per navigare su siti WAP, sfruttando tutti i 16 Mb di memoria per archiviare i dati e riesaminarli successivamente offline risparmiando sui costi di connessione. Revo può inoltre essere collegato ad Internet con un cellulare ed un modem ad infrarossi.

RevoPlus viene fornito con una pratica dockstation che risulta anche esteticamente piacevole. Intatte ovviamente restano le tradizionali funzioni di editing testuale e dei fogli di calcolo che unitamente alla comoda tastiera fanno di Psion un giusto compresso tra un computer portatile ed un'agenda elettronica.

Chi uscirà vittorioso da questa ardua sfida? Psion che punta tutto sui dispositivi per i businessmen del nuovo millennio o Palm che cerca di soddisfare anche buona parte di un mercato di giovani e facoltosi tecnofan? Senza contare che nella sfida si inserisce anche Handspring concessionaria del sistema operativo Palm, che con il suo Visor ha già conquistato una buona fetta di mercato consumer.

Giovannibattista Pallavicini

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual il prodotto pi obsoleto tra questi?
Il lettore DVD da salotto: sta per fare la fine del videoregistratore VHS.
L'iPod: ormai la musica si ascolta con lo smartphone.
Il Blackberry: ha pochissime app, ormai ha fatto il suo tempo.
Angry Birds: ormai la moda passata.
Un telefonino che non sia smartphone: esistono ancora?
L'auricolare Bluetooth: bruttissimo a vedersi.
Lo smartwatch, per lo meno quelli di prima generazione: brutti e limitati.
Il Nintendo Wii: non pu competere con l'Xbox One e la PS4.

Mostra i risultati (2003 voti)
Settembre 2020
Ransomware blocca ospedale, muore una paziente
Veicolo autonomo investe e uccide; guidatore accusato di omicidio colposo
Il bug più serio mai scoperto in Windows
Bug in Immuni vanifica l'efficacia dell'app
Facebook ti paga se disattivi l'account
Amazon cancella 20.000 recensioni fake
Samsung brevetta lo smartphone completamente trasparente
L'app che abilita il God Mode in Windows 10
Intel, i Core di undicesima generazione sorpassano Amd
Windows 10 e il bug che deframmenta di continuo gli Ssd
Agosto 2020
Windows 10 rimuoverà automaticamente le app meno utilizzate
Malware negli smartphone a basso costo ruba dati e denaro
Duplicare una chiave col microfono dello smartphone
Chrome, Url troncati per combattere il phishing
Tim e Wind Tre, crescono le tariffe
Tutti gli Arretrati


web metrics