M'illumino d'immenso

Light Cap è una comoda lampada ad energia solare, utile in ogni situazione.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 16-05-2006]

La Light Cap

Light Cap, l'ultima nata tra i prodotti Sollight , è una lampada ad energia solare, in grado di emettere luce bianca o rossa (a seconda che la si imposti sulla modalità notturna o normale) per 10 ore, con solo 4 ore di carica.

Light Cap è costituita da un contenitore cilindrico infrangibile che può contenere un litro d'acqua, nel cui cappuccio sono alloggiate delle batterie ricaricabili Ni-Cad, che si ricaricano alla luce del sole, utilizzabili fino a 300 volte.

All'interno del cappuccio, perfettamente impermeabile a qualunque liquido, sono inseriti dei led luminosi per produrre una luce soffusa rossa se si vuole utilizzare la lampada in modalità notturna e quindi senza affaticare gli occhi, oppure bianca, se si necessita di una luce nitida.

Sulla parte superiore del cappuccio è inserito anche il comando per poter variare il tipo di luce, oppure spegnere definitivamente la lampada. A seconda della tonalità luminosa che si vuole ottenere, si può riempire il contenitore con liquidi differenti, lasciando libera la fantasia.

Light Cap è un'idea utile, nonchè economica, per il campeggio, la cameretta dei bambini, feste estive all'aperto, situazioni di emergenza e quanto altro vi viene in mente! E' in vendita online sul sito della Sollight ad un prezzo di circa 25 dollari, pari a 19 euro circa.

Finalmente una luce davvero "pulita"!

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (2)

circa 10 anni Leggi tutto
19-5-2006 08:35

{ziomimmo}
300 volte = 1 anno Leggi tutto
19-5-2006 06:57

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quali sono i rischi maggiori del cloud computing?
Distributed Denial of Service (DDoS): cresce l'impatto dei tempi di indisponibilitÓ di un sito web, che possono costare perdite di milioni di euro in termini di introiti, produttivitÓ e immagine aziendale.
Frode: perpetrata da malintenzionati con l'obiettivo di trafugare i dati di un sito e creare storefront illegittimi, o da truffatori che intendono impadronirsi di numeri di carte di credito, la frode tende a colpire - prima o poi - tutte le aziende.
Violazione dei dati: le aziende tendono a consolidare i dati nelle applicazioni web (dati delle carte di credito ma anche di intellectual property, ad esempio); gli attacchi informatici bersagliano i siti e le infrastrutture che le supportano.
Malware del desktop: un malintenzionato riesce ad accedere a un desktop aziendale, approfittandone per attaccare i fornitori o le risorse interne o per visualizzare dati protetti. Come il trojan Zeus, che prende il controllo del browser dell'utente.
Tecnologie dirompenti: pur non essendo minacce nel senso stretto del termine, tecnologie come le applicazioni mobile e il trend del BYOD (bring-your-own-device) stanno cambiando le regole a cui le aziende si sono attenute sino a oggi.

Mostra i risultati (1228 voti)
Dicembre 2019
Il preservativo per i dispositivi USB
Il motorino elettrico di Xiaomi che costa come uno smartphone
Il ransomware che riavvia il PC in modalità provvisoria
Il malware fileless che attacca i Mac
Il software per ricevere gli update di Windows 7 senza pagare
Plex sfida Netflix con migliaia di film e serie TV gratis per tutti
Aggiornare gratis a Windows 10 si può ancora, ecco come
Scovare il Product Key di Windows usando solo il sistema operativo
Novembre 2019
WhatsApp, arrivano i messaggi che si autodistruggono
Skimmer virtuali sempre più diffusi, a rischio i dati delle carte di credito
Il pickup elettrico di Tesla debutta con una figuraccia
Falla nell'app fotocamera di Android, milioni di smartphone a rischio
Windows 10, iniziano gli aggiornamenti forzati
Facebook attiva di nascosto la fotocamera dell'iPhone
Apple, deciso in una riunione segreta il dispositivo che sostituirà l'iPhone
Tutti gli Arretrati


web metrics