La pratica del googlebombing ha davvero i giorni contati?

A causa del calo di immagine e delle proteste dei diretti interessati, il più noto motore di ricerca si impegnerà nell'eliminazione della falla.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 01-02-2007]

Foto di Luis Rock

Google non dorme sonni tranquilli a causa del danno che indirettamente ha subìto a causa di una falla insita nel modo con cui il proprio algoritmo classifica i siti, consentendo cioè di puntare preferenzialmente a una data pagina web in modo proporzionale ai link presenti in rete.

Questo sistema, insieme alla velocità nel proporre i risultati, è stato determinante nell'affermazione di Google; ma molti hanno sfruttato questo sistema per qualche zingarata, invitando gli utenti a inserire un link per una determinata parola a una specifica pagina; se il numero di aderenti era massiccio, ricercando su Google la parola oggetto del bombing, quella pagina veniva proposta tra i primi risultati.

Bisogna ammettere che in versione ludica questo exploit poteva inizialmente essere divertente per tutti (tranne che per i diretti interessati), e ne sa qualcosa il presidente Bush. In altri casi il googlebombing è stato utilizzato anche per fini politici.

L'ultima iniziativa di questo genere - in ordine di tempo - è tutta italiana e mira a indirizzare a una pagina specifica tutte le ricerche effettuate (in Italia) per le parole Wi-Max e WiMax. Ne abbiamo parlato su Zeus News non più di qualche settimana fa e anche sul forum dell'Olimpo alcuni utenti si sono sbizzarriti.

Dopo una prima parziale patch, sembra che ora Google stia per introdurre un nuovo algoritmo capace di scoprire in molte lingue la presenza di eventuali tentativi di bombing. Comunque non sarà una priorità assoluta, vista l'esperienza negativa di Microsoft, che ha subìto notevoli perdite finanziarie proprio dalle modifiche introdotte nel proprio motore di ricerca.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual Ť la tua piattaforma preferita per la Tv digitale?
Digitale terrestre "liscio"
Sky
Satellitare free to air
Mediaset Premium
Tv di Fastweb
Telecom Italia IpTv
Infostrada Tv
Altre (specificare nei commenti)

Mostra i risultati (3895 voti)
Gennaio 2020
Windows 10: e adesso la pubblicità
Batterie al grafene, ormai ci siamo
Edge è morto, viva Edge (Chromium)
Il giorno della morte di Windows 7
The New Facebook, il social network cambia pelle
Samsung fa un balzo in avanti con il Galaxy S20
Dicembre 2019
Le peggiori password del 2019
Il chip che realizza la crittografia perfetta a prova di hacker
Apple al lavoro sull'iPhone satellitare
Il water inclinato che impedisce ai dipendenti di stare troppo in bagno
Se i poliziotti vendono nel dark web l'accesso alle telecamere di sicurezza
Il preservativo per i dispositivi USB
Il motorino elettrico di Xiaomi che costa come uno smartphone
Il ransomware che riavvia il PC in modalità provvisoria
Il malware fileless che attacca i Mac
Tutti gli Arretrati


web metrics