Soldi (pubblici) facili per italia.it

Valanga di denaro e di critiche sul portale presentato in pompa magna da Rutelli.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 26-02-2007]

Mascotte di Italia 90

Italia.it, il portale del turismo italiano, presentato al BIT 2007 in questi giorni, si candida a diventare il "capro espiatorio dell'anno". Aldilà delle voci istituzionali, nessuno sembra parlarne bene, tanto che a più di qualcuno ha ricordato il flop organizzativo e comunicativo di Italia '90.

L'indignazione dei numerosi tecnici di settore, prima che per il desolante livello tecnico e per la grafica modesta, nasce per il costo astronomico, stanziato dal governo precedente, ma presentato con orgoglio e spavalderia dall'attuale ministro della cultura.

L'importo era tristemente già noto, come confermato dalla lettera aperta di Scarichiamoli, dell'aprile dello scorso anno. Ma la cifra di 45 milioni di Euro, per un portale del genere, è di quelle che fanno star male.

I denari sono piovuti sulle regioni per i contenuti locali (21 milioni), sul ministero per i contenuti centralizzati (4 milioni), sulla IBM e partners per la piattaforma (7,8 milioni), e ne avanzano pure un tot per il debugging e la promozione su internet.

Il portale fa acqua da tutte le parti. Assenza dei feed RSS, non conformità alle più elementari regole sull'accessibilità, immagini di bassa qualità nei file flash: questi sono solo alcuni dei pesanti limiti, riportati dai numerosi blog nati sul tema, come questo.

E la critica non risparmia nemmeno i contenuti: sono numeriosi i post regionali, come questo, che evidenziano ovvietà e imprecisioni nei testi relativi ai singoli siti turistici, segno che la fretta di presentare il lavoro finito ha generato notevole approssimazione.

Secondo Rutelli, Italia.it rappresenta "una grandissima finestra dal mondo sulla nostra nazione". Auguriamoci che si sbagli, visto che i "potenziali turisti che sognano la penisola", potrebbero essere davvero dissuasi dal portale.

"Penso che in meno di un anno il cantiere sarà finito, incalza il ministro che, nei nostri cuori, ha sostituito Giuliano Urbani, "adesso il sito è in quattro lingue, ma sarà a breve in otto". Pensando alle 200 lingue di Wikipedia, o alle 70 di Openoffice, tratteniamo a stento le risate.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 19)

Quoto, ed ancora una volta mi rendo conto che è sempre facile fare la spesa con i soldi degli altri... 45 milioni di euro... mi viene quasi da quotare anche google... :blackhumour: Leggi tutto
17-3-2007 17:52

A quanto pare Italia.it è stato vittima del più classico GoogleBombing... [img:3ca4c5ce22]http://img69.imageshack.us/img69/2402/italiaitmu0.gif[/img:3ca4c5ce22]
17-3-2007 15:14

ROTFL! Leggi tutto
1-3-2007 11:17

Bisogna capire che il bubget del progetto è "risicato", con 45 milioni di euro sono riusciti a fare solo quello che potevano... :evil: :evil: :evil: Leggi tutto
28-2-2007 12:37

{Paolo}
Su Vicenza nulla viene detto sul fatto che sia stata dichiarata dall'Unesco "Patrimonio dell'Umanita'".
28-2-2007 08:56

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
L'auto che si guida da sola... (completa la frase)
ci permetterà di sfruttare il tempo perso guidando, magari in coda.
ci toglierà l'ultimo brandello di privacy.
ci farà viaggiare più sicuri.
ci esporrà a nuovi pericoli, dovuti ai bug o agli attacchi degli hacker.
ci consentirà di ridurre l'inquinamento.
ci priverà dell'autonomia.
sarà accettabile solo se ci permetterà sempre di scegliere la guida manuale.
sarà sicura solo se non permetterà mai la guida manuale.

Mostra i risultati (6052 voti)
Novembre 2022
Da Intel i processori con gli optional a pagamento
La scorciatoia che sblocca Windows
Amazon Drive chiude i battenti
Le cinque migliori alternative a Z Library
Il visore VR che uccide i giocatori quando perdono
Gli Stati Uniti oscurano Z Library
Vodafone, sottratti oltre 300 GB di dati degli utenti
Pochi o tanti, ma contanti
Ottobre 2022
Chrome si prepara ad abbandonare i Windows ''vecchi''
iPhone 14, nessuno lo vuole?
Windows 11, in arrivo il primo "Momento"
TikTok, arrivano i contenuti per soli adulti
Addio Office, benvenuta Microsoft 365
La truffa del cosmonauta bloccato nello spazio
Windows 11, inizia la seconda fase degli update
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 26 novembre


web metrics