Il Pc da cento dollari piace a Microsoft

Mentre lievitano i costi di produzione, il colosso di Redmond si fa sotto per implementare una suite con una speciale versione di Xp e altri software.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 29-04-2007]

portatile

Alcune tra le nazioni in via di sviluppo destinatarie del progetto Pc Xo, che si sarebbe voluto del costo di cento dollari, cominciano a denunciare problemi nel confermare gli ordini che -dichiarano- per ora non possono essere garantiti da corrispondenti finanziamenti statali.

Forse non avrebbero manifestato altrettanto imbarazzo se fosse stata in ballo una fornitura di fucili Ak-47, ma il punto non è solo questo. Il nocciolo della questione è che, almeno per ora, il prezzo di produzione del fantomatico Pc si aggirerebbe sui centosettantacinque dollari al netto dei costi di distribuzione.

Questioni non secondarie, i cui effetti sono tutti da valutare, nascono dal fatto che molti in area dollaro hanno fiutato l'affare e si fanno avanti; a iniziare dalla solita Microsoft che spinge per qualche modifica hardware offrendo in cambio la possibilità di preinstallare la propria suite Student Innovation da tre dollari, che dovrebbe comprendere Windows Xp Starter Edition, Microsoft Office Family Education 2007 nonché Live Mail Desktop.

Chissà che questa sorta di dumping pseudocaritatevole non faccia proseliti visto che da subito, interessati al business, sarebbero una ventina degli States -tra essi la Florida, principalmente abitata da pensionati al minimo e il Massachusetts, casualmente culla di Xo ma dove la tecnologia non abita come ben sappiamo- che intenderebbero proporsi a favore dei "propri" studenti.

Quanto all'ideatore del progetto, fa necessariamente esercizio di realpolitik, affermando di aver pensato a Xo in un contesto del tutto diverso, ma che in ogni caso non si potevano disattendere le esigenze del mercato degli Stati Uniti.

L'apice del tragicomico tuttavia lo raggiungono i produttori, i quali bellamente affermano che, stabilizzata la produzione, "il prezzo dovrebbe calare di circa un 20% già tra un anno, visto che il costo dei componenti diminuisce del 50% nell'arco di diciotto mesi".

Peccato che, per installare la suite Ms, alcuni componenti vadano progettati ex novo e quindi una diminuzione del prezzo a breve è pura utopia; anzi, tenuto conto delle sofisticate analisi di produzione di cui oggi si dispone, appare legittimo il sospetto che al di sotto dei centosettantacinque dollari proprio non si scenderà -e non si potrà scendere per un bel po'- a causa del costo dei componenti riprogettati.

Per finire, anche banche e finanziarie sembrano intenzionate a intingere il loro biscottino. Per prima, Citibank ha accettato di farsi garante anticipando i fondi necessari; in rappresentanza di chi, a quali condizioni e con quale tempistica ancora non è dato sapere.

I destinatari una volta erano gli unici, poi i principali oggi infine sono diventati soltanto gli ultimi della fila? Beh, questi altri è da un bel po' che aspettano, e potranno ben pazientare ancora, sperando che alla fine della favola del famoso Pc non resti loro in mano solo la manovella. A loro, di emulare Kofi Annan non gliene potrebbe importar di meno.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (1)

:sbonk: :sbonk: :sbonk: :sbonk: :sbonk: :sbonk: :sbonk: :sbonk: :sbonk: :sbonk: eheh! il pc da 100$ pronto a diventare da 500$ :sbonk: :sbonk: :sbonk: :sbonk: :sbonk: :sbonk: :sbonk: :sbonk: :sbonk: :sbonk:
30-4-2007 10:26

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
I cartelli di avviso inducono gli automobilisti a manovre di emergenza, frenando di colpo per poi accelerare nuovamente una volta passato l'autovelox. È allo studio un progetto di rimuovere tutte le segnalazioni anche da app e navigatori: sei d'accordo?
Sì, le strade saranno più sicure
No, servirà solo ad aumentare le multe

Mostra i risultati (2089 voti)
Ottobre 2019
Linux, seria falla nel comando sudo
Il sistema operativo per sopravvivere all'Apocalisse
Pegasus, la nuova interfaccia di Windows 10
Dal papà di Android uno smartphone radicalmente diverso
Otto mesi di carcere per chi rivelò gli stipendi d'oro sindacali
Windows, l'aggiornamento impedisce di stampare
Antibufala: la Tesla della polizia rimasta a secco durante un inseguimento
Esplode lo smartphone in carica, muore ragazzina
Settembre 2019
Windows, l'aggiornamento di ottobre mette il turbo al Pc
Tutta la verità sul caso del dominio Italia Viva
Ecco perché gli aggiornamenti Windows hanno così tanti bug
A che età dare lo smartphone ai propri figli?
Usa NULL come targa pensando di beffare il sistema informatico delle multe
Gli USA scaricano Huawei e sui portatili arriva Linux Deepin
Falla nelle SIM, vulnerabili 1 miliardo di telefoni
Tutti gli Arretrati


web metrics